Totò news 2016

Mostre,spettacoli,eventi e tutte le manifestazioni dedicate a Totò nel 2016

Diventa fan
- Principe Antonio de Curtis - in arte " Toto' "

Add to Google

Per comunicati stampa ed altro scrivimi


"Antonio de Curtis Totò
Il grande artista dalla straordinaria umanità"

Il 19 febbraio a Salerno alle ore 19.00 nel teatro della Parrocchia "Santa Croce" - Pastena la presentazione del libro "Antonio de Curtis Totò.Il grande artista dalla straordinaria umanità" di Alberto De Marco e Duilio Paoluzzi.Una vera e propria antologia che rappresenta la biografia più completa fino ad oggi pubblicata,grazie all'apporto autorevole di amici di Totò che ci hanno lasciato da tempo come Mario Monicelli,Francesco Rosi,Antonio Ghirelli,Alberto Bevilacqua,Aldo Giuffrè,Arnaldo Ninchi,Elio Fioriucci ed altri ancora che ci onorano della loro amicizia:Gina Lollobrigida,Carlo Croccolo,Franco Nero,Michele Placido,Luciano De Crescenzo,Renzo Arbore,Marisa Laurito,Nino Frassica,Carlo Riccardi ecc..
Il libro di 368 pagine con doppia copertina plastificata,corredata da foto a colori ed in bianco e nero dell'archivio di Carlo Riccardi,il vero paparazzo della "dolce vita"amico di Totò e di Federico Fellini,sarà offerto al pubblico al prezzo straordinario di 10euro,dei quali 6euro devoluti al Progetto Sociale e Culturale che da tempo persegue l'Associazione Onlus "Amici di Totò...a prescindere".Questo si potrà realizzare per la collaborazione gratuita della casa editrice di Roma "Edizioni Movimento Salvemini" nonchè degli stabilimenti tipografici "Fusco" di Salerno che in omaggio a Totò e alle finalità del progetto sociale,recupereranno soltanto i costi di produzione,seguiranno numerose presentazioni.

Prossime presentazioni:
25 febbraio a Salerno alle ore 19.00 nel teatro "Martin Luther King" della Parrocchia "Volto Santo" - Torrione;
8 aprile a Minori alle ore 19.00 nell'Aula Consiliare del Comune.

E' possibile acquistare copia del libro a Salerno presso il tabacchino e giornalaio in Via Roma, 46, comunicante con la sede del Comune; presso la Parrocchia "Volto Santo" - Pastena in Via Rocco Cocchia, 12; presso la Parrocchia "Santa Croce" - Torrione in Via Abella Salernitana, 48.
Nella città di Roma si possono acquistare presso il Teatro Prati in Via degli Scipioni, 98 e presso il giornalaio vicino alla fermata Ottaviano della metropolitana, linea A.






"Il corpo di Totò"

“Porto dentro di me un’immagine di Totò, sia nel lavoro sia nel quotidiano, come fosse una presenza familiare, che spesso sa consigliarmi con una battuta, con una smorfia”, Marco Manchisi ne mette in scena il ricordo mediato dalla sua invenzione d’attore. Firma così, autore e protagonista solitario, “Il corpo di Totò”, spettacolo che attraversa in libertà le considerazioni sulla vita, sulle donne, sul desiderio di calma, sulla difficile condizione di essere comico del grande Totò. Pensieri a volte in contrasto con il suo personaggio. Due anime così diverse, nello stesso corpo: Totò, l’attore e Antonio De Curtis, l’uomo. In scena si stuzzicano, si contaminano, si alimentano, tra vita e teatro, fino a fondersi. Leggerezza di parole per una poesia fragile e profonda al tempo stesso. Uno spettacolo per ritrovare la tenera marionetta Totò-Pinocchio di “Volumineide”, i frammenti petroliniani, la comicità di Karl Valentin, il ricordo di Federico Fellini, le poesie del “Principe De Curtis”, l’amore per il teatro, la passione per il cinema.

Sabato 27 Febbraio 2016 ore 21,00
Teatro delle Udienze (SV)

Sabato 19 marzo 2016, ore 21:00
Tatà (Taranto)

Sabato 16 Aprile 2016 ore 21.00
Teatro Temple (Sassuolo)

Domenica 19 giugno 2016 ore 21,00
Tatà (Taranto)






Buon compleanno Totò

Nell'ambito delle manifestazioni de "La Fontana del Villaggio", il Sindaco, Dott. Antonio Falcone, e l'Amministrazione Comunale di San Vitaliano, in collaborazione con il GAD Radici, la Pro Loco San Vitaliano, il Lions Club Marigliano e la ConfCommercio San Vitaliano, presentano la manifestazione "Buon Compleanno TOTO'" in occasione del 118° Compleanno del Principe Antonio De Curtis, in arte TOTO', presso il Teatro Comunale di San Vitaliano, lunedì 15 febbraio 2016 alle ore 19.00.
Il ricordo del Principe della Napoletanità prevede in programma:
Intervista / testimonianza delle Sig.re Liliana ed Elena De Curtis, rispettivamente figlia e nipote del grande comico napoletano;
Presentazione del "Dolce Totò 2016".





Signori si nasce, ed io lo nacqui, modestamente!

Domenica 14 febbraio 2016, in occasione del 118° compleanno di Antonio de Curtis, in arte Totò, l’Associazione Culturale Artemis gli rende omaggio riproponendo la visita guidata dal titolo: “Signori si nasce e io lo nacqui, modestamente!”. Per l’occasione, sarà visitata la casa natale di Totò!
L’itinerario è realizzato in collaborazione con la Dott.ssa Annalisa D’Inverno, coautrice del libro inchiesta: “Totò Memories: Vent’anni di inutili attese” pubblicato nel 2015; e con la partecipazione di Francesco Ruotolo, consigliere speciale alla “Memoria” della Municipalità 3 di Napoli.
Il viaggio nei luoghi di Totò inizierà dalla Chiesa di Santa Maria dei Vergini, dove fu battezzato, qui saranno raccontati aneddoti legati alla sua infanzia e alla sua adolescenza.
Seconda tappa sarà la casa natale dell’attore in via Santa Maria Antesaecula, dove verrà svelato il mistero del "numero civico", ed esclusivamente per i partecipanti alla visita guidata, sarà consentito l’accesso alla casa natale di Totò. Dopo la visita, si arriverà a Salita Cinesi, sfondo di due rinomate pellicole cinematografiche di Vittorio De Sica “L’oro di Napoli” (1954) e “Ieri, oggi, domani” (1963); nel Giardino degli Aranci si parlerà dei retroscena delle vicende amorose del Principe de Curtis, tra cui la verità sulla musa che si cela dietro la canzone “Malafemmina” scritta dallo stesso de Curtis.
Lungo il percorso si incontrerà la Basilica di Santa Maria della Sanità, dove il 22 maggio del 1967 si tenne una sorta di funerale-bis di Totò, con la bara vuota. Penultima tappa sarà Palazzo Sanfelice, edificato tra il 1724 ed il 1726 dall'architetto Ferdinando Sanfelice, che lo progettò quale propria residenza privata. L’edificio fu scelto per l’ambientazione del film “Questi fantasmi”, trasposizione cinematografica della commedia “Questi fantasmi!” di Eduardo De Filippo. Si parlerà dell’amicizia fraterna tra Eduardo e Totò, nata dal loro primo incontro nei teatri di periferia tra i rioni Vasto e Porta Capuana. Il viaggio nei luoghi del cuore di Totò terminerà in un altro edificio storico del rione Sanità, il Palazzo dello Spagnolo, dove la Dott.ssa Annalisa D’Inverno e il consigliere Francesco Ruotolo toccheranno il tema scottante e travagliato dell’inchiesta al museo totalmente dedicato alla memoria di Totò, la cui apertura al pubblico è rimandata da vent’anni.
Una domenica mattina ricca di cultura e mistero, 1h e 30’ di passeggiata tra memorie, aneddoti sconosciuti e arte.
L’appuntamento è alle ore 10:30 all’ingresso della Stazione “Museo” della Linea 1 della Metropolitana di Napoli.
È previsto un contributo organizzativo di 8 euro per gli adulti, bambini (fino ai 12 anni) gratuito.
È possibile partecipare all’iniziativa solo su prenotazione inviando una e-mail all’indirizzo: artemiscampania@gmail.com
L’evento si terrà al raggiungimento di un numero minimo di 10 partecipanti.




Carnevale di Putignano 2016: ride bene chi ride sempre

L’Associazione Arcas Franco Giotta ha affrontato la diversità, prendendo spunto dalla famosa poesia “A Livella” di Antonio De Curtis in arte Totò dove il tema di fondo è la morte, in merito alla quale tutti gli uomini sono uguali senza alcuna differenza tra ricchi e poveri. Secondo Totò, non essendo nessuno di noi immortale, alla fine del viaggio ci attenderà la medesima fine.
Il carro allegorico è sormontato dalla figura di Totò con una livella tra le mani. Di fianco anche il marchese, il netturbino e la nuvola nera di Fantozzi. Sullo sfondo tre fantasmi ricordano gli eventi passati mentre un Fantozzi come al solito maldestro e un po’ sfortunato, cerca di restare a galla tra le onde burrascose. Per condividere l’allegria del Carnevale putignanese condividete il carro che vi piace di più sui social network…

articolo tratto da www.automania.it





Signori si nasce, ed io lo nacqui, modestamente!

Domenica 31 gennaio 2016 l’Associazione Culturale Artemis renderà omaggio al genio creativo del rione Sanità, il Principe della risata Antonio de Curtis, in arte Totò.
Passeggiando tra i vicoli del quartiere che lui tanto amava, sarà possibile ritrovare la casa natale di Totò, i luoghi in cui ha mosso i primi passi della sua carriera, gli ambienti che hanno fatto da sfondo a pellicole come "L’oro di Napoli" e "Ieri, oggi, domani". Con la collaborazione della Dott.ssa Annalisa d’Inverno, coautrice del libro "Totò Memories: Vent’Anni di inutili attese", sarà ricostruita la travagliata vicenda del museo mai aperto al pubblico, e saranno fornite risposte sulla ventennale assenza di un omaggio concreto al più importante comico napoletano, ricordato con devozione dai fan e dai suoi concittadini. E non finisce qui! Tante le sorprese e tanti i misteri che si celano dietro l’insolita visita.
Durata percorso: 1h e 30min.
È previsto un contributo organizzativo di 7 euro per gli adulti, bambini gratuito.
L’appuntamento è alle ore 10:30 in Piazza Cavour, all’ingresso della Stazione ferroviaria.
Per partecipare è necessaria la prenotazione inviando una mail all’indirizzo: artemiscampania@gmail.com




"AnTotòLogia"

“AnTotòlogia-Poi dice che uno si butta a sinistra”
a cura di Lello Arena; durata 70’
Venerdì 29 gennaio - ore 19.30
Mediateca Cinemazero, Palazzo Badini, Piazza Cavour (PN)
TOTÒ FANS CLUB
ingresso libero

Al termine del film i totofili
si incontreranno per una pizza
alla Pizzeria “da Angelo”
di Via Molinari a Pordenone.






Totò al Gran Carnevale Rosatese

A Rosà in provincia di Vicenza per il 7° Gran Carnevale Rosatese tra i carri allegorici che hanno sfilato per le vie cittadine il 23 e 24 gennaio anche un carro allegorico raffigurante Totò. Il carro è stato allestito dalla Compagnia Campagna Tron di Laghi di Cittadella (PD)
Le foto ci sono state gentilmente concesse da Antonio Marchiorello




Teora, artisti visivi omaggiano il grande Totò

Sabato 23 gennaio, in occasione del 50esimo anniversario dalla morte di Antonio De Curtis, a Teora verrà inaugurata la mostra Mostra Internazionale d’Arte Contemporanea Itinerante “Omaggio a Totò” presso la Pinacoteca Comunale.
A cinquantanni dalla morte di Antonio De Curtis, sabato 23 gennaio 2016 alle ore 17.00 a Teora (AV) s’inaugura la Mostra Internazionale d’Arte Contemporanea Itinerante “Omaggio a Totò” a cura di Enzo Angiuoni e Nicola Guarino e da un’idea dell’ Arch. Lamberto Correggiari, artista e designer.
In esposizione 150 artlocandina fotoisti presso lo spazio espositivo del Museo d’Arte Contemporanea / Pinacoteca di Teora (AV) con dipinti, grafica, scultura, ceramica, fotografia e poesia visiva. Una carrellata di opere provenienti da tutta la Campania e dall’estero realizzate appositamente per tale manifestazione che intende celebrare il versatile Totò, diventato negli anni simbolo della napoletaneità e della comicità genuina.
Dopo i saluti del Sindaco di Teora, Stefano Farina, per ricordare la figura del principe della risata, interverranno l’Arch. Nicola Guarino poeta e artista, Franca Molinaro Presidente dell’associazione culturale “La Grande Madre”, Alberto Iandoli storico dell’Arte, Enzo Angiuoni artista e organizzatore.
A chiusura del dibattito la serata sarà allietata dallo spettacolo musicale di Gerardino Lardieri, attraverso un reading di poesie e la lettura di frammenti di un’intervista di Oriana Fallaci a Totò pubblicata sull'”Europeo” nel 1968.
Le opere saranno visionabili fino al 10 febbraio 2016.
La mostra si ripeterà prossimamente nelle città di Avellino, Salerno, Chieti, Caserta, Teramo, Pescara e Napoli.




La banda degli onesti

Sabato 23 alle 21,00 e domenica 24 alle 17,30 e alle 21,00 la compagnia teatrale La Banda degli onesti presenta “La banda degli onesti”, tratta dall’omonimo film di Totò, regia di Silvano Picerno.
Con: Silvano Picerno – Leo Coviello – Antonio Tirelli – Giorgio Zuccaro – Nino Manfredi – Antonella Macella – Rosanna Tafuno – Donato Masi.
Direttore di scena Cristina Cianciotta – suggeritore Irene Giorgio – scenografia Donato Fiorino e Angela Tauro – fotografia Ronny Tirelli – tecnico audio-luci Roberto Centoducati.
In occasione del 15° anniversario della nostra compagnia, abbiamo deciso di riproporre la commedia che dà il nome al gruppo «La banda degli onesti», detentrice del record di presenze in una sola serata: 980 persone! A distanza di circa 13 anni dalla precedente messa in scena e con un cast artistico quasi totalmente rinnovato, abbiamo voluto misurarci nuovamente con una delle commedie cult di Totò, senza per questo volerlo imitare minimamente. La banconota da 200 euro rivela immediatamente l’attualità dell’ambientazione che, con ritmo elevato, rende questo spettacolo sempre nuovo e accattivante, lasciando intatta la trama e soprattutto la comicità intelligente che è ormai il «marchio di fabbrica» della Banda.
Teatro Mercadante, Via dei Mille, 159, 70022 Altamura BA




“Porno-Teo-Kolossal”, a Salerno il testo incompiuto di Pier Paolo Pasolini

SALERNO. Parte con la lettura scenica di “Porno-Teo-Kolossal” - trattamento cinematografico di Pier Paolo Pasolini scritto per Eduardo De Filippo e Ninetto Davoli - interpretato da Anna Bonaiuto e con la regia di Francesco Saponaro, la programmazione salernitana 2016 di “Casa del Contemporaneo”, il centro di produzione teatrale riconosciuto dal ministero, animato dalla Fondazione Salerno Contemporanea, dalla Cooperativa le Nuvole e dalla Compagnia Enzo Moscato. Unico appuntamento martedì 19 gennaio alle ore 21, al Teatro (ex cinema) Diana, la struttura polivalente di via Lungomare che a breve verrà intitolata proprio all’intellettuale e poeta friulano.
A pochi mesi dal quarantesimo anniversario dell’assassinio del poeta, Anna Bonaiuto e Francesco Saponaro propongono l'attraversamento di un testo incompiuto, la sceneggiatura per un film - secondo episodio della “Trilogia della morte” cominciata con “Salò o le 120 giornate di Sodoma” - che avrebbe dovuto vedere protagonisti prima Totò e poi Eduardo. Il progetto di “Porno-Teo-Kolossal” era nato già nella seconda metà degli anni '60, ma abbandonato per la morte di Totò (che con “Ppp” aveva recitato in “Uccellacci e Uccellini”). Il protagonista doveva essere Eduardo De Filippo, che avrebbe dovuto interpretare uno dei Re Magi, Epifanio, diretto alla grotta di Betlemme, tuttavia questi giunge in ritardo a causa delle sue disavventure e morirà per la disperazione.




Calze e cravatte come Arbore, per sostenere la Lega del Filo d'Oro

Due idee per stupire gli amici e sostenere la Lega del Filo d'Oro: una cravatta originale di Renzo Arbore e delle calze Gallo in special edition, con il "Totò Swing" di Marco Lodola. Sono in vendita al bookshop del museo Macro La Pelanda di Roma, in occasione della mostra dedicata a Arbore, fino al 3 aprile
100 paia di calze Gallo in edizione limitata saranno in vendita presso il book shop del museo Macro La Pelanda di Roma in occasione di “Renzo Arbore - La mostra. Videos, radios, cianfrusaglies. Lasciate ogni tristezza voi ch’entrate”, dedicata ai 50 anni di carriera di Arbore (19 dicembre 2015 – 3 aprile 2016): l’intero ricavato sarà devoluto alla Lega del Filo d’Oro. Per tutta la durata della mostra, ci saranno due opportunità per sostenere la Lega del Filo d’Oro, di cui Arbore è testimonial da oltre 25 anni. La prima è con la calza che Gallo ha dedicato all’opera Totò Swing del poliedrico artista Marco Lodola: una sua scultura luminosa è esposta all’interno della mostra, elemento portante della scenografia della trasmissione di Arbore “Speciale per me, ovvero meno siamo meglio stiamo”. Si tratta di un’immagine ironica, goliardica, geniale: Totò mentre suona il contrabbasso con l'archetto, citazione del film 'Totò all'inferno’.
Le calze riprendono quella scultura e sono in vendita all’interno del book shop della Mostra (prezzo al pubblico 25 euro): l’intero ricavato verrà devoluto alla Lega del Filo d’Oro.
Andando alla mostra c’è anche la possibilità di portarsi a casa una delle sgargianti e artistiche cravatta di Arbore: lui stesso ha messo a disposizione alcune sue cravatte, dietro donazione alla Lega del Filo d’Oro.




"Principe de Curtis" 25 anni da festeggiare in scena

25 anni di attività festeggiati con il ritorno in scena di quella che fu la commedia d'esordio. L'associazione culturale "Principe Antonio de Curtis" taglia il traguardo del quarto di secolo di attività "regalando sorrisi, diffondendo cultura, tradizioni, insegnamento e divertimento sano". Nel 1991 la prima rappresentazione di Miseria e Nobiltà rivisitata da Biagio Santoro che, unendo i testi di Scarpetta, di Maccari per il film e mettendoci un pò di suo, portò in teatro quella che fino ad allora era l'edizione cinematografica dell'opera originale.

"Per persone che non erano mai salite su un palcoscenico - raccontano i responsabili dell'associazione- e addestrate da Biagio Santoro fu un enorme successo, da allora, per un Gruppo Teatrale che poi divenne Associazione Principe de Curtis ci sono state oltre 20 commedie comiche inedite, spettacoli musicali, una commedia musicale, recitals, partecipazione con 4 primi premi ai Carnervali Vastesi, spettacoli fuori Provincia e fuori Regione e, con quella di marzo 2016, saranno 20 rappresentazioni della Via Crucis e Passione vivente.

Il 24 gennaio,7 febbraio e il 14 febbraio, alle 18.30 presso il teatro Madonna dell'Asilo (Vasto), tornerà in scena "Miseria e Nobilità. Come nel film. "Nell'ambiente familiare dell'Associazione è tutto un fermento di preparazione per l'evento, sono già state realizzate le scenografie, i costumi e i cappelli che si vedono nel film sono stati riprodotti e confezionati dai soci e le socie che hanno fatto davvero meraviglie per il tempo e la cura impiegati. A conferma della ottima e piacevole atmosfera che si respira nella de Curtis, alcuni vecchi Soci che per vari motivi avevavo lasciato il sodalizio, sono tornati e saranno in palcoscenico ancora una volta, sarà un evento anche rivedere Luisa Amato, Biagio Santoro e Fabrizio Mechi che nel 1991 interpretarono gli stessi ruoli di oggi".

articolo tratto da www.zonalocale.it





Signori e signori è in scena Carlo Croccolo

Giovedì 14 gennaio presso il convento di San Domenico Maggiore, si volgerà un evento unico ed irripetibile, Carlo Croccolo sarà in scena on una serie di artisti di livello nazionale che gli renderanno omaggio. La serata è l’occasione per conoscere da vicino un artista che ha fatto la storia del cinema e del teatro italiano, l’intero spettacolo sarà ripreso per essere inserito nel docufilm sulla vita appunto di Carlo. Anche chi assisterà allo spettacolo sarà parte attiva di questo documentario, coivolti in una serie di interviste a tema.
A partire dalle ore 21:00 accanto al maestro si succederanno sul palcoscenico alcini artisti tra cui: Virgilio Brancaccio, Fabio Brescia, Daniela Cenciotti, Lucianna De Falco, Claudia Megre’, Antonella Morea, Maurizio Murano, Tommaso Primo, Ingrid Sansone, Patrizia Spinosi.

articolo tratto da grandenapoli.it





Prospettive Artistiche in "Miseria e Nobiltà"

Sullo sfondo dei quartieri poveri di Napoli, don Felice, scrivano pubblico, e don Pasquale, fotografo ambulante, vivono con le loro famiglie alle prese con la miseria e in mezzo a continui litigi provocati dalle donne di casa. Lottano disperatamente per sbarcare il lunario. Ma un giorno la fortuna bussa alla loro porta. Il marchesino Eugenio, rampollo di nobile famiglia innamorato della figlia di un cuoco arricchito, sapendo di non poter ottenere dai suoi genitori il permesso di sposare la ragazza, chiede ai due poveretti di fingersi suoi parenti e di accompagnarlo, dovutamente travestiti, dal padre della fanciulla per chiedere la mano. Dopo una serie incredibile di complicazioni, equivoci e grandi risate tutto si conclude con un lieto fine.
Miseria e Nobiltà”, commedia in dialetto napoletano considerata una tra i maggiori capolavori di Eduardo Scarpetta, è la classica commedia degli equivoci, completa di inganni, travestimenti, scambi di persona, in cui la protagonista è “la miseria, quella vera” che spinge a fare qualsiasi cosa pur di sopravvivere. Rappresentata per la prima volta al Teatro del Fondo, a Napoli, nel 1888, divenne ancor più famosa per la riduzione cinematografica diretta da Mario Mattoli e interpretata da Totò, al fianco del quale recitarono l’allora giovanissima Sophia Loren e grandi caratteristi napoletani come Enzo Turco, Carlo Croccolo e Dolores Palumbo.
Prospettive Artistiche ripropone, nell’adattamento di Giuseppe Di Tullio, con le musiche originali di Michele Solimando e le scene di Vincenzo Rendina, il famigerato lavoro di Scarpetta divenuto un classico del teatro napoletano.
L’appuntamento è per martedì 12 gennaio alle ore 20:30 presso “Villa Florio Ricevimenti” (San Nicandro Garganico - FG).

articolo di Concetta De Luca tratto da www.sannicandro.org





"Cimitile, teatro a sostegno del diritto allo studio"

CIMITILE – Il grande teatro d’autore ed alcune delle sue memorabili pagine, a sostegno del diritto allo studio: si tratta dell’obiettivo promosso dalla Pro Loco cimitilese, con il patrocinio dell’amministrazione comunale, attraverso la manifestazione “Lettere D’Autore”.
Una doppia serata/appuntamento in cui sarà protagonista il ricordo dei “grandi” della tradizione teatrale partenopea. Due celebri lettere, quella degli indimenticabili Totò e Peppino (tratta da Totò, Peppino e la.....malafemmena), e l’omaggio a Luca De Filippo nell’esilarante lettera tratta da Natale in casa Cupiello: il tutto arricchito dalla suggestiva cornice della Basilica di San Tommaso (all’interno del Complesso Basilicale Paleocristiano cimitilese).
Primo appuntamento fissato al 6 gennaio, ore 18:30; si replica venerdì 8 a partire dalle ore 20:00. L’intero incasso sarà devoluto per sostenere il recupero scolastico, e per l’acquisto di libri di testo da mettere a disposizione di studenti che si trovano in disagio economico.

articolo di Vincenzo Esposito tratto da www.marigliano.net





"Antonio de Curtis Totò
Il grande artista dalla straordinaria umanità"

Lunedì 4 gennaio presso il "Salone Bottiglieri" della provincia di Salerno presentazione del libro "Antonio de Curtis Totò.Il grande artista dalla straordinaria umanità" di Alberto De Marco e Duilio Paoluzzi.Una vera e propria antologia che rappresenta la biografia più completa fino ad oggi pubblicata,grazie all'apporto autorevole di amici di Totò che ci hanno lasciato da tempo come Mario Monicelli,Francesco Rosi,Antonio Ghirelli,Alberto Bevilacqua,Aldo Giuffrè,Arnaldo Ninchi,Elio Fioriucci ed altri ancora che ci onorano della loro amicizia:Gina Lollobrigida,Carlo Croccolo,Franco Nero,Michele Placido,Luciano De Crescenzo,Renzo Arbore,Marisa Laurito,Nino Frassica,Carlo Riccardi ecc..
Il libro di 368 pagine con doppia copertina plastificata,corredata da foto a colori ed in bianco e nero dell'archivio di Carlo Riccardi,il vero paparazzo della "dolce vita"amico di Totò e di Federico Fellini,sarà offerto al pubblico al prezzo straordinario di 10euro,dei quali 6euro devoluti al Progetto Sociale e Culturale che da tempo persegue l'Associazione Onlus "Amici di Totò...a prescindere".Questo si potrà realizzare per la collaborazione gratuita della casa editrice di Roma "Edizioni Movimento Salvemini" nonchè degli stabilimenti tipografici "Fusco" di Salerno che in omaggio a Totò e alle finalità del progetto sociale,recupereranno soltanto i costi di produzione,seguiranno numerose presentazioni.






"La banda degli onesti"

Dopo la settimana natalizia nella quale è stato riproposto un classico di Peppino De Filippo riprende il cartellone della X rassegna di teatro amatoriale comico al Teatro Arbostella di Salerno. Il nuovo anno comincia con un intramontabile della commedia napoletana che anche il grande Totò ha riproposto in un fortunatissimo film. Stiamo parlando della celebre “Banda degli Onesti”. A cimentarsi con maestria nel testo dell’indimenticato Mario Scarpetta ci penserà la validissima compagnia de’ Il Sipario di Agropoli un bel gruppo assemblato da anni con sagacia dall’esuberante Umberto Anaclerico.
La trama della Banda degli Onesti è nota, e si incentra sulle avventure di un paio di improvvisati e sprovveduti falsari (il portiere di uno stabile e un inquilino tipografo) che, venuti casualmente in possesso di matrici e carta filigranata, si illudono di poter risolvere i loro problemi economici stampando banconote false. La vicenda è complicata dal fatto che Alfredo, il figlio di Don Gennaro il portiere, arruolatosi nella Guardia di Finanza, sia stato trasferito di recente proprio a Napoli, dove conduce indagini su una banda di falsari che sta mettendo in circolazione un gran numero di biglietti falsi e, contemporaneamente, intreccia una relazione con Fiammetta, la figlia di Don Ferdinando il tipografo. Dunque c'è tutto quanto serve per innescare la girandola di equivoci, malintesi e situazioni farsesche che sono la spina dorsale di questo solido e glorioso teatro di tradizione.
La regia di Massimo Pagano, poi, contribuisce ad oleare al meglio questo meccanismo consentendo ai due atti della commedia di scorrere con veloce e preciso sincronismo. Coadiuvato in questo da un efficace gruppo di attori, tra cui lo stesso Umberto Anaclerico nel ruolo del portiere Don Gennaro, parte che fu di Totò nel film e di Mario Scarpetta a teatro, mentre Pierpaolo Iorio dà la giusta misura, tra il comico e l'impacciato, a Don Ferdinando il tipografo. Con loro in scena anche Rita Fedele nel ruolo di Adele; Rossana Galizia in quello di Fiammetta, Vincenzo Cirillo, Alfredo; Danilo Candela, Paolillo; Josephine Montone, Tirabaschi; Donato Marchesano, rag. De Rosa; Silvana Tricarico, Titina; Marisa Esposito, Concetta; Eduardo Russo, Falcucci; Pasquale Di Gregorio, Concilio.
Una commedia da gustare quindi con la banda de’ Il Sipario.

info www.teatroarbostella.it




"A spasso tra Arte, Artisti, Autori"

Nell'ambito del Natale a Napoli, l'associazione culturale "Al centro delle arti" e "Infinity"presentano domenica 3 gennaio dalle 11.00 (con partenza da Piazza del Gesù)"A spasso tra arte, artisti e autori"- Itinerario artistico- teatrale. Attori che prendono a prestito i personaggi più noti di vari autori per narrare la storia e soprattutto i ricordi di monumenti noti in tutto il mondo come la chiesa del Gesù, l'obelisco di Piazza Del Gesù, o ed altri ancora.
Un traghettatore accompagna i turisti e comuni spettatori, attraverso un viaggio basato sulla comicità dei personaggi, narrando miti e leggende del monumento dedicato. Sarà Antonio La Trippa a raccontare piazza San Domenico. Antonio Barbacane, parcheggiatore abusivo in Totò, Peppino e la dolce vita, racconterà i monumenti di piazza San Domenico, chiedendo un posto di parcheggiatore abusivo.I fratelli Capone accompagneranno i visitatori a scoprire le magie della chiesa di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco.
L'itinerario si snoda nel centro storico di Napoli: partenza in piazza del Gesù dove un attore-traghettatore accoglie gli spettattori illustrando il percorso ed alcuni dettagli sul patrimonio artistico della piazza; è proprio in piazza che il secondo attore comincia il suo pezzo. Al termine di questa prima performance il traghettatore riprende il cammino conducendo il gruppo lungo via Benedetto Croce, facendo varie tappe davanti ai palazzi più importanti, ed arriva in piazza San Domenico dove è prevista la seconda performance. Il percorso si conclude sulle scale della chiesa di Santa Maria Purgatorio ad Arco. Un pretesto per sottolineare ed evidenziare l'immensità dei beni artistici della città di Napoli, culla dell'arte in tutte le sue espressioni, pertanto culla dell'uomo.




Tutte le news del 2015
Tutte le news del 2014
Tutte le news del 2013
Tutte le news del 2012
Tutte le news del 2011
Tutte le news del 2010
Tutte le news del 2009
Tutte le news del 2008
Tutte le news del 2007
Tutte le news del 2006
Tutte le news del 2005
Tutte le news del 2004
Tutte le news del 2003
Tutte le news del 2002
Tutte le news del 2001
Tutte le news del 2000
Tutte le news del 1999
Tutte le news del 1998

Vota il film di Totò

Home  Biografia  Teatro  Cinema  Televisione  Poesie  Canzoni 
Frasi celebri  Fumetti  Fotografie  Totomania  Il baule  Home video 
Totò in TV  News  Ricordi  Interviste  Quiz  Libri  Caricature  Giornali 

www.antoniodecurtis.com

www.antoniodecurtis.com