Totò news 2014

Mostre,spettacoli,eventi e tutte le manifestazioni dedicate a Totò nel 2014

Diventa fan
- Principe Antonio de Curtis - in arte " Toto' "

Add to Google

Per comunicati stampa ed altro scrivimi


I pompieri di Viggiù

Venerdì 18 aprile 2014
Saletta Incontri San Francesco
Piazza della Motta - Pordenone
ore 19,30 Ingresso libero





"Nel 47° anniversario della morte di Totò festa alla Sanità"

Nel 47° anniversario della morte di Totò festa alla Sanità. Liliana De Curtis: "vorrei riuscire ad inaugurare il museo dedicato a mio padre prima di morire: chiedo troppo?".Borrelli e Simioli: " il museo potrebbe sorgere in alternativa a belluno o Cuneo". Il 15 aprile 1967 ci lasciava il grande Totò. Il principe che ancora oggi, dopo 47 anni, non smette di farci ridere e commuovere. Stamattina Liliana De Curtis è intervenuta a La Radiazza condotta da Gianni Simioli con Francesco Emilio Borrelli. Era al Rione Sanità dove è nato il Principe per partecipare ai festeggiamenti del quartiere. "C'è tanta, ma tanta gente. Napoletani dei quartieri - ha spiegato la figlia del grande artista - ma anche quelli che sono arrivati da tutta la Campania. Alcuni lo fanno ogni anno quasi per tradizione. Ringrazio la gente della città per cui papà non è mai morto. Questa mattina siamo in tanti raccolti sotto casa sua e non vi nascondo che ancora mi commuovo per tanto affetto. Resta sempre e solo la paura non di riuscire a vedere il museo di Totò. Vorrei riuscire ad inaugurarlo io prima di morire: chiedo troppo?"
"Non perderemo mai l'occasione per ricordare che un museo di Antonio De Curtis non c'e' ancora - raccontano Simioli e Borrelli - nonostante le tante promesse che si sono succedute negli anni. Non vorremmo che prima o poi il Museo dedicato al Sntonio De Curtis lo facciano a Belluno o a Cuneo dove probabilmente le istituzioni sono più attente ad omaggiare questo grande artista napoletnao e italiano".




"Totò arriva in Israele: la retrospettiva"

Il Festival del Cinema Italiano in Israele "Cinema Italia" è un progetto dell'Associazione Culturale ADAMAS Roma - Tel Aviv, realizzato in collaborazione con l'Istituto Italiano di Cultura di Tel Aviv, sotto gli auspici dell'Ambasciata d'Italia in Tel Aviv e con il supporto della Fondazione Italia-Israele per la Cultura e le Arti (IIFCA).
Il Festival del Cinema Italiano in Israele "Cinema Italia" si propone di colmare un vuoto di circa quindici anni, inserendosi nel calendario culturale israeliano quale momento importante di incontro e dialogo con la migliore cinematografia italiana, da quella ormai classica a quella più recente, fruibile da un pubblico sempre più interessato a questo strumento di promozione della cultura, della lingua e della società italiana. Interverranno registi, attori e altri addetti ai lavori, che verranno per questa importante occasione dall'Italia. Questa prima Edizione del Festival del cinema italiano in Israele "Cinema Italia", che ha luogo con la collaborazione delle Cineteche di Tel Aviv, Gerusalemme, Haifa, Holon e Herzliya, sarà inaugurata sabato 5 aprile alle ore 21.00 presso la Cineteca di Tel Aviv, con il film "Song'e Napule", alla presenza dell'Ambasciatore d'Italia Francesco Maria Talò e dei registi Manetti Brothers. Vetrina della cinematografia italiana Song'e Napule di Antonio e Marco Manetti (2013), in presenza dei registi Educazione siberiana di Gabriele Salvatores (2013) L'intervallo di Leonardo Di Costanzo (2012) Spaghetti Story di Ciro De Caro e Rossella D'Andrea (2013), in presenza del regista Ciro De Caro e della sceneggiatrice Rossella D'Andrea Salvo di Fabio Grassadonia ed Antonio Piazza (2013) Bellas Mariposas di Salvatore Mereu (2012) Corpo celeste di Alice Rohrwacher (2011) Bella addormentata di Marco Bellocchio (2012) L'altro Fellini, documentario di Roberto Naccari, Stefano Bisulli (2013), in presenza del regista Roberto Naccari.

Sezione monografica dedicata al Cinema di Totò con:
Uccellacci e uccellini di Pier Paolo Pasolini (1966)
martedì 8 aprile ore 20,00,mercoledì 9 aprile ore 19,00,mercoledì 16 aprile,giovedì 17 aprile ore 19,30

Guardie e ladri di Mario Monicelli e Steno (1951)
giovedì 10 aprile ore 20,30,sabato 12 aprile ore 18,00,giovedì 15 aprile ore 18,30,mercoledì 16 aprile ore 19,15,venerdì 18 aprile ore 16,00

Risate di gioia di Mario Monicelli (1960)
giovedì 10 aprile ore 18,45 e sabato 12 aprile ore 19,00,sabato 19 aprile ore 17,00,lunedì 21 aprile ore 19,00

Tre i corti con Totò
La terra vista dalla luna di Pier Paolo Pasolini
Il mostro della domenica di Steno
Che cosa sono le nuvole di Pier Paolo Pasolini.
sabato 12 aprile ore 15,30,mercoledì 16 aprile ore 21,30

I film sono in italiano con sottotitoli in ebraico.






Stefano Benni e Fausto Mesolella in Ci Manca Totò


Teatro Esperia di Bastia Umbra, lunedì 7 aprile, alle ore 21.15,

STEFANO BENNI e FAUSTO MESOLELLA - scrittore e poeta l'uno, musicista ma anche arrangiatore e scrittore l'altro - presentano il nuovo progetto tra musica e poesia di cui sono autori e interpreti: CI MANCA TOTò! La letteratura italiana più divertente e la chitarra più eclettica insieme a teatro per un surreale live in cui la chitarra di Mesolella, filo conduttore dell'intero concerto, accompagna le sarcastiche e fantasiose letture dello scrittore e le sue performance vocali. La natura stessa del format, ma anche le eccellenti caratteristiche dei due artisti, rende unico e in continua evoluzione questo spettacolo basato per una buona parte sull'improvvisazione e l'interazione. Un sorprendente Benni indosserà in alcune occasioni anche i panni del cantante con uno stile del tutto personale tra il rap, il recitato ed il melodico; un egregio Mesolella lo accompagnerà adattandosi di volta in volta allo stile preferito dallo scrittore. Il titolo dello show è ispirato ad una poesia di Stefano Benni "Comici Spaventati Guerrieri". Nel programma della serata sono previsti degli inediti incentrati su tematiche socio-politiche e socio-culturali tra cui "Ci manca Totò", la canzone dal grande carico emotivo "Quello che non voglio" testo di Benni per la voce di De Andrè che Benni porta in giro da un po' e altri brani che fanno parte del disco da solista di Mesolella uscito a marzo 2012 "Suonerò fino a farti fiorire" tra cui un'inedita versione di "O sole mio".






"L'altra - La Tv d'autore di Renzo Arbore" racconta Totò

Ritorna su Rai1 l’appuntamento con ‘L’altra, la tv d’autore di Renzo Arbore’, il programma in cui il grande intrattenitore ripercorre la sua prestigiosa carriera televisiva assieme ai numerosi personaggi che hanno fatto la storia della Tv e della Radio.
Nessuno come l’artista pugliese è stato ideatore e protagonista di tanti e così diversi programmi, da “Alto Gradimento” a “Quelli della notte”. 14 i format originali che si devono a lui e che ora tornano in una sintesi incalzante, arricchita dalle testimonianze dei suoi geniali complici.
Autore, attore, regista, musicista, scopritore di nuovi talenti, Arbore è un artista capace di trasformare in successo ogni progetto, sia radiofonico che televisivo.

A 'L'altra', Arbore racconta il Principe de Curtis - Sabato 5 aprile 2014 alle 24:30
La maschera, le smorfie, le battute del Principe Antonio de Curtis raccontate da Renzo Arbore. “Caro Totò, ti voglio presentare…” ovvero il più divertente, affettuoso e delicato ritratto televisivo del grande maestro della risata. Ora Arbore ha recuperato, rimontato, ridocumentato e ricommentato quelle perle di intrattenimento per confezionare il primo di due speciali

A 'L'altra', Arbore racconta il Principe de Curtis - Sabato 12 aprile 2014 alle 24:30
Secondo appuntamento con la maschera, le smorfie, le battute del Principe Antonio De Curtis raccontate da Renzo Arbore. “Caro Totò, ti voglio presentare…” ovvero il più divertente, affettuoso e delicato ritratto televisivo del grande maestro della risata. -






“ L’Immaginifico Totò”: chiude la rassegna "A Teatro con Mamma e papà"

Domenica 6 aprile 2014, con inizio alle ore 11.00, sarà in scena al Teatro della Città di Caserta, la Compagnia degli Sbuffi

Ultimo appuntamento con l’ XI Edizione della Rassegna teatrale “A Teatro con Mamma e Papà ”, direzione artistica di Roberta Sandias. Domenica 6 aprile 2014, con inizio alle ore 11.00, sarà in scena al Teatro della Città di Caserta, la Compagnia degli Sbuffi, diretta da Aldo de Martino, di Castellammare di Stabia con il bellissimo spettacolo “ L’Immaginifico Totò” dedicato al Principe della Risata : l’indimenticabile Totò. Nella sua inimitabile ed insuperabile mimica Totò si ispirò certamente anche al teatro di figura, sicuramente all’Opera dei Pupi, che all’epoca riempiva la città con decine di teatri. Siamo in un immaginario studio televisivo, in cui un presentatore ci parla e racconta di Totò; tocca però ai pupazzi presentare un’ immaginario Varietà, una festosa Rivista con tutti i suoi riti e miti: Dal Can-Can alla Sciantosa, dal Macchiettista al Tenore.
Ma cosa succede se le ballerine di can-can sono scimmiette , il famoso tenore Mister Chicchirichì, un gallo? Un fantasioso e colorato circo, in cui il Principe si muove con la sua solita "sicumera".
Accanto a Totò non mancano personaggi che hanno fatto la storia del cinema e del teatro italiano: Anna Magnani in una scatenata "Geppina" dal film "Risate di gioia" ed un indimenticabile Nino Taranto, con una con una carrellata di macchiette scritte da Totò. Lo spettacolo è un omaggio ad una maschera che riesce ad essere attuale oggi come ieri. Totò una figura patrimonio dell’immaginario collettivo!

con Cristian Izzo,Aldo de Martino, Violetta Ercolano, Michela Esposito
pupazzi : Fabio Lastrucci - Violetta Ercolano
scene : Fabio Lastrucci
costumi ed oggetti : Giovanna Napolitano
luci e suoni:Leonardo Marchese
Il costo del biglietto è di euro 5,00 a persona.
Per informazioni Compagnia La Mansarda tel.0823.343634 o cell. 339.8085602.
Per i biglietti Botteghino Nuovo Teatro Comunale di Caserta: tel. 0823.444051 (dal martedì al sabato , ore 10.00-13.00 e 17.00-19.30).

articolo tratto da www.lunaset.it




"Totò e Cleopatra" gratis in streaming

Tutti i clienti di PosteMobile possono accedere al servizio "Cinema". Si ritroveranno tra le mani un ampio catalogo di film da acquistare e da guardare sullo schermo del personal computer.
Per guardare qualche film sul computer (oppure sul televisore di casa, se si è in grado di collegarlo allo schermo del PC), è possibile optare per il servizio Cinema di PosteMobile. Per usarlo bisogna avere del credito sul numero telefonico, trovarsi in Italia e avere un computer compatibile.
La stragrande maggioranza dei titoli sono a pagamento, pertanto l'offerta si basa sulla formula del pay-per-view. Ci sono delle rare eccezioni, raccolte nella categoria "promo streaming a 0 euro", ma non si tratta di novità. Per esempio oggi in promozione ci sono I Nostri Mariti, L'Allegro Squadrone, Nell'Anno del Signore, Lo scapolo, Totò e Cleopatra.




Presentazione del libro "Siamo uomini e caporali"

Sabato 5 aprile 2014 a Vaiano (PO) presentazione del libro "Siamo uomini e caporali. Psicologia della disobbedienza" di Salvatore Cianciabella.
L'evento verrà presentato con la partecipazione del sindaco e di Elena De Curtis




Il medico dei pazzi

La compagnia teatrale A.C.T.A. di Adelfia, riporta in scena “Il Medico dei pazzi” celebre e brillante commedia teatrale, in 3 Atti, scritta in dialetto napoletano da Eduardo Scarpetta nel 1908.
Nel 1954 Mario Mattoli assieme a Toto ne farà una trasposizione cinematografica.
L’evento è previsto per i giorni Sabato 29 e Domenica 30 Marzo presso l’AUDITORIUM Biblioteca Comunale “A. Cafaro” di Adelfia.




L'imperatore di Capri

Venerdì 28 marzo 2014
Saletta Incontri San Francesco
Piazza della Motta - Pordenone
ore 19,30 Ingresso libero





"Pasolini e la rappresentazione del teatro nel cinema"

Conversazioni tra Cinema e Teatro - Quando l'arte cinematografica ci parla dell'arte teatrale.
Ciclo di incontri condotti da Lorenzo Sangalli (Regula Teatro), in collaborazione con Elf Teatro
Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, con tessera associativa.
Per informazioni e prenotazione:
lorenzo@regulacontraregulam.eu
elf@elfteatro.it


Domenica 2 marzo 2014, ore 19:30 ELF Teatro (Milano)
Conversazione su "Che cosa sono le nuvole?" (1968), scritto e diretto da Pier Paolo Pasolini, con Totò, Ninetto Davoli, Laura Betti, Domenico Modugno.

Un marionettista/demiurgo mette in scena l'Otello in un teatro popolare usando marionette/attori in carne ed ossa. Ma dietro le quinte il mondo della rappresentazione cessa e le marionette devono confrontarsi faccia a faccia fuori copione. Fuori dal palco e giù in platea le cose finiscono per andare in modo assai diverso dal … “previsto". E, infine, per chi è nato e vissuto dentro le mura di un teatro, che cosa sono le nuvole?

programma completo www.regulacontraregulam.eu






Sua eccellenza si fermò a mangiare

Venerdì 28 febbraio 2014
Saletta Incontri San Francesco
Piazza della Motta - Pordenone
ore 19,30 Ingresso libero





Stefano Benni e Fausto Mesolella in Ci Manca Totò


Giovedì 20 febbraio ore 20,45
Teatro Accademico
Via Garibaldi - Castelfranco Veneto (TV)

Stefano Benni e Fausto Mesolella in "Ci Manca Totò"
Stefano Benni e Fausto Mesolella insieme per un nuovo progetto tra musica e poesia.
Un live surreale in cui la chitarra di Mesolella, filo conduttore dell’intero concerto, accompagna le letture di Benni e le sue performance vocali.
Lo scrittore, che per l’occasione presenterà diversi testi, sorprenderà indossando a stralci i panni del cantante, per lui inediti, con uno stile del tutto personale a metà strada tra il rap, il recitato ed il melodico. Tra le novità, un brano scritto per Fabrizio De Andrè e uno su Totò, con un testo sospeso tra ironia e malinconia. Non mancheranno pezzi inediti di Fausto Mesolella, il cui primo CD da solista è uscito a marzo 2012. Difficile etichettare questo progetto. L’improvvisazione continua, frutto dell’interazione tra i due artisti, rende infatti questo spettacolo unico e in continua evoluzione. Non resta che sedersi e lasciar andare la mente, al resto penseranno le note di Mesolella e le parole di Benni.
I due artisti si sono incontrati per la prima volta su un palco alla Libera Università di Alcatraz, ospiti di Jacopo Fo. “Tutto è nato per caso” dice Fausto Mesolella. “Abbiamo capito di trovarci bene insieme e ci è venuta voglia di fare uno spettacolo”.
Il primo spunto per questo nuovo progetto è stata la comune passione per il Principe della risata. Stefano Benni è uno scrittore e poeta italiano. Autore di vari romanzi e antologie di racconti di successo, tra i quali Bar Sport, Elianto, Terra!, La compagnia dei celestini, Baol, Comici spaventati guerrieri, Saltatempo, Margherita Dolcevita e Il bar sotto il mare. I suoi romanzi contengono, tramite la costruzione di mondi e situazioni immaginarie, una forte satira della società italiana degli ultimi decenni. Il suo stile di scrittura fa ampio uso di giochi di parole, neologismi e parodie di altri stili letterari.
Fausto Mesolella è un musicista italiano. Milita da 30 anni instancabilmente al servizio della musica come arrangiatore, produttore, scrittore e musicista. In pianta stabile con gli Avion Travel dalla loro nascita alla loro separazione, lavora al contempo con musicisti nazionali ed internazionali prestando il suo suono e la sua maestria di arrangiatore e scrittore.Nel Marzo 2012 pubblica il suo primo disco da solista autoprodotto “Suonero’ fino a farti fiorire.






"15 febbraio....buon compleanno Principe...auguri Totò"

Il 15 febbraio si celebra l’anniversario della nascita del grande attore Antonio de Curtis, conosciuto come Totò. Era il 1898, e a Napoli nasceva una stella della comicità italiana, destinata a diventare una celebrità del cinema e del teatro. E quale luogo migliore della sua terra natia per celebrare la ricorrenza della sua nascita? L’associazione Artedra omaggia il più grande comico napoletano con una visita guidata nel quartiere che gli diede i natali: il Rione Sanità. Un luogo che è cuore del folklore napoletano, e che non potrà che sorprendere il visitatore mostrando la sua anima artistica, con l’eccezionale scenografia della scalinata dei palazzi del Settecento del Sanfelice, alla Basilica di Santa Maria della Sanità, tesoro”barocco” del quartiere, fino a raggiungerne le Catacombe di San Gaudioso.
Non mancheranno racconti di aneddoti e curiosità della sua vita, nonché le poesie del “principe della risata” che animeranno la passeggiata in uno dei quartieri più antichi di Napoli.
Appuntamento per sabato 15 febbraio alle ore 11 in Piazza Cavour (ingresso Metro linea 2 )






"Museo Totò"

Il Museo di Totò è uno dei 19 progetti approvati dal Fai-I luoghi del cuore, che grazie alle 43126 segnalazioni ricevute si è aggiuduicato il quarto posto nel censimento 2012.

Motivazione della scelta
Il progetto di realizzare un museo dedicato a Totò nel Rione Sanità, che diede i natali all’attore, è più che decennale ed è fortemente sentito dalla popolazione, non solo del quartiere, ma dell’intera città, come testimoniato dall’enorme mobilitazione registrata in occasione del censimento Luoghi del Cuore 2012, che ha riportato all'attenzione delle istituzioni l'emergenza di questo luogo inducendo la commissione stessa a protendere per la scelta del Museo di Totò come luogo da finanziare. Inoltre il Palazzo dello Spagnuolo, luogo identificato per l’apertura del museo, è di assoluta eccellenza e, una volta aperto al pubblico, potrebbe diventare un attrattore di valenza internazionale, ospitando al proprio interno anche attività sociali, gestite da una serie di associazioni già attive nel Rione.

Intervento Luoghi del Cuore
L’intervento di FAI e Intesa Sanpaolo è volto all’elaborazione di un progetto museografico – sulla base del progetto museologico che verrà realizzato dal Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università Federico II di Napoli - che racconti in modo coinvolgente la figura e l’opera di Totò partendo dalla collezione messa a disposizione dall’Associazione. Il progetto di allestimento, che verrà affidato a specialisti del settore e che verrà condotto in accordo con la futura Fondazione, avrà l’obiettivo di esaltare, anche grazie all’utilizzo di tecniche e supporti multimediali, tutti i materiali storici appartenuti all’attore (autografi, spartiti, costumi, arredi), coniugandoli con inserti audio e video consentendo da un lato di illustrarli meglio al pubblico e dall’altro di creare nel museo un’atmosfera realmente evocativa della Napoli di Totò.

Contributo Assegnato
30.000 €

fonte iluoghidelcuore.it






"A qualcuno piace classico"

A qualcuno piace classico” - frutto di un impegno congiunto tra Centro Sperimentale, Palazzo delle Esposizioni, sede della manifestazione, e l’associazione La farfalla sul mirino – giunge alla sua terza edizione
Inaugura il 29 ottobre alle ore 21.00 con Eva contro Eva, una delle vette assolute della Hollywood classica, vincitore di 6 Oscar e con una indimenticabile Bette Davis, la manifestazione "A qualcuno piace classico", che si svolge come di consueto presso la sala cinema del Palazzo delle Esposizioni. La rassegna ci regalerà fino a giugno, con appuntamenti bisettimanali, l'opportunità di rivedere su grande schermo e nei formati originali, alcuni grandi capolavori della storia del cinema, con titoli di Bergman, Coppola, Fassbinder, Leone, Murnau, Oshima, Rohmer, Tarkovskij, Truffaut. La Cineteca Nazionale è lieta di contribuire mettendo a disposizione le proprie pellicole. La rassegna è ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Martedì 11 febbraio 2014 - ore 21.00 " Dov'è la libertà?

Centro Sperimentale di Cinematografia






Totò diabolicus

Venerdì 31 gennaio 2014
Saletta Incontri San Francesco
Piazza della Motta - Pordenone
ore 19,30 Ingresso libero





"Carosello Napoletano a Supercinema"

Giovedì 23 gennaio in seconda serata, nuovo appuntamento su Canale 5 con "Supercinema". In questa puntata, Carosello napoletano, il primo musical italiano con le più famose canzoni partenopee interpretate da Peppino di Capri e Renato Carosone, compie 60 anni. Un'occasione per rivedere anche altre pellicole di successo come “Maruzzella” e “Totò Peppino e le fanatiche”.

E ancora, le storie di Ercole, Ursus, Sansone e Maciste, protagonisti di un genere cinematografico, quello mitologico, che sta tornando sugli schermi ma con le nuove tecnologie computerizzate e in 3D. E oltre a “Ercole al centro della terra”, diretto nei primi anni ’60 da Mario Bava, “Supercinema” propone le prime immagini del nuovo kolossal “Hercules”, in arrivo da Hollywood con sorprendenti effetti speciali. Rivedremo anche alcuni spezzoni di film del grande Totò: “Totò contro Maciste” e “Totò e Cleopatra






"Totò…la maschera di un principe"

Casapulla - Mancano pochi giorni per l’apertura della nuova stagione teatrale della compagnia di Casapulla ‘Il Sipario’. “Quest’anno - spiega il direttore artistico Gianfranco Tecchia - verrà messo in scena uno spettacolo inedito, un ‘omaggio’, un varietà intitolato ‘Totò…la maschera di un principe’, in due atti, dove sarà tracciata in lungo e in larga la carriera artistica del Principe della risata Antonio de Curtis”. Oltre al cast oramai affermato di attori, con l’intervento di musicisti e ballerine, la grande novità in casa dell’associazione culturale ‘Orizzonti’ è rappresentata dalla nuova collaborazione con l’affermato attore Enzo Varone, a cui è stata affidata la regia. “Quest’anno – continua il direttore artistico Tecchia - proporremo una novità assoluta anche per noi, in quanto sarà rappresentata una concertazione unica di prosa, sketch, canzoni, balletti e video, tutti inerenti, dedicati al più grande comico che Napoli abbia mai espresso. Scopriremo aspetti ignoti della vita dell’artista; ci sarà da ridere, piangere, stupirsi e apprendere aspetti poco conosciuti ai più della fantastica figura di Totò”. Dunque, dopo anni di successo, la compagnia teatrale di Casapulla ‘Il Sipario’ lascia le classiche, seppur intramontabili e grandi, commedie di Eduardo De Filippo e di Eduardo Scarpetta per cimentarsi in questo affascinante e laborioso nuovo lavoro teatrale. L’associazione culturale ‘Orizzonti’, consolidata realtà casapullese, invita sia i fedelissimi che i nuovi spettatori ad accompagnarli in questo nuovo appuntamento presso l’auditorium-teatro del Centro sociale in via Fermi.
Lo spettacolo si terrà il 18, 19, 25 e 26 gennaio.






Miseria e nobiltà


Teatro Sociale - Brescia
Dal 15 al 19 gennaio 2013

MISERIA E NOBILTA'
di Eduardo Scarpetta
adattamento e regia di Geppy Gleijeses
scene Francesca Garofalo – costumi Adele Bargilli – musiche Matteo D’Amico luci Luigi Ascione
e con Gigi De Luca
e (in o.apparizione) : Antonietta D'angelo, Gina Perna, Marianella Bargilli, Luciano D'Amico, Gino De Luca, Lello Arena, Leonardo Faiella, Geppy Gleijeses, Jacopo Costantini, Gigi De Luca, Silvia Zora, Liliana Massari, Vincenzo Leto

Miseria e nobiltà è uno dei titoli più famosi della drammaturgia universale di tutti i tempi. Cavallo di battaglia dei più grandi attori napoletani (e non) del secolo scorso, viene presentato da noi, integralmente in italiano, in una edizione ricchissima di grandi interpreti, scene e costumi. Lo spettacolo si avvarrà di una riduzione di GEPPY GLEIJESES che farà tesoro del testo originale di Eduardo Scarpetta, dell’adattamento di Eduardo De Filippo e della sceneggiatura del film di Mario Mattoli con Totò. GEPPY GLEIJESES interpreterà il ruolo di FELICE SCIOSCIAMMOCCA, LELLO ARENA sarà PASQUALE e MARIANELLA BARGILLI sarà LUISELLA.
I tre sono reduci dallo straordinario successo di “LO SCARFALIETTO” dello stesso autore e di “A SANTA LUCIA” di Raffaele. Al loro fianco i migliori caratteristi del Teatro napoletano: GIGI DE LUCA (nel ruolo di SEMMOLONE), GINA PERNA, GINO DE LUCA, ANTONIO FERRANTE e tanti altri. La regia è di GEPPY GLEIJESES. La commedia ha come protagonista Felice Sciosciammocca, celebre maschera di Eduardo Scarpetta, e la trama gira attorno all'amore del giovane nobile Eugenio per Gemma, figlia di Gaetano, un cuoco arricchito. Il ragazzo è però ostacolato dal padre, il marchese Favetti, che è contro il matrimonio del figlio per via del fatto che Gemma è la figlia di un cuoco. Eugenio si rivolge quindi allo scrivano Felice per trovare una soluzione. Felice e Pasquale, un altro spiantato, assieme alle rispettive famiglie, si introdurranno a casa del cuoco fingendosi i parenti nobili di Eugenio. La situazione si ingarbuglia poiché anche il vero Marchese Favetti è innamorato della ragazza, al punto di frequentarne la casa sotto le mentite spoglie di Don Bebè. Il figlio, scopertolo e minacciatolo di rivelare la verità, lo costringerà a dare il suo consenso per le nozze.
“Miseria e nobiltà” vede la luce nel 1888. È uno dei testi originali di Scarpetta. Certamente il più famoso e riuscito. Ho operato il mio adattamento lavorando su varie fonti disponibili: il testo originale, la versione di Eduardo De Filippo, il film di Mario Mattoli, il film con Vincenzo Scarpetta, lo spettacolo di Mario Scarpetta, ecc. È strano, ma comunque lo si legga dal riformatore della commedia napoletana, il “borghese” Scarpetta, viene fuori una pièces e una condivisione delle ragioni dei miseri che lo avvicina più a Gor’kij che non a Wilde: più ai pezzenti che ai nobili. E infatti vedremo un primo atto (la miseria) esangue e affamato, popolato di morti viventi che si azzannano tra di loro e che hanno perso qualsiasi dignità. Si ride, ma si ride amaro. Il palcoscenico è nudo, una tavola, poche sedie e una grata sospesa nel vuoto illuminata in tralice sottolineano l’essenzialità ineluttabile di questo mondo di straccioni. Nella seconda parte (la nobiltà) è tutto finto e luccicante, quinte di carta dipinta, fondalini d’antan, cuochi e salcicce ritratti ovunque, un padrone di casa “pezzente sagliuto” e tanti finti nobili travestitisi nella sartoria del San Carlo; ce n’è uno solo vero ed è un vecchio bavoso che tenta di concupire una ragazza. C’è un lieto fine ma la miseria resta miseria e la nobiltà non esiste. Felice dirà: “Il mondo dovrebbe essere popolato solo da gente ricca, danarosa… la miseria non doveva esistere!” Più chiaro di così. Di “Miseria e nobiltà”, come di tutti icapolavori, si crede di sapere tutto, ma oltre il gioco scenico che abbiamo rispettato fino in fondo, ci sono e si scoprono sempre nuove spigolature, angoli visivi insospettabili che fanno di un bel testo un classico eterno.
Geppy Gleijeses






Stefano Benni e Fausto Mesolella in Ci Manca Totò


Stefano Benni e Fausto Mesolella in "Ci Manca Totò"
Con il nuovo anno riprendono gli appuntamenti di ARTI INFERIORI la rassegna di teatro contemporaneo promossa dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Padova in collaborazione con Arteven, inserita nel format di RAM (Ricerche Artistiche Metropolitane).
Giovedì 16 gennaio ore 21 sul palcoscenico dell'MPX Multisala Pio X di Padova STEFANO BENNI e FAUSTO MESOLELLA - scrittore e poeta l'uno, musicista ma anche arrangiatore e scrittore l'altro - presentano il nuovo progetto tra musica e poesia di cui sono autori e interpreti: CI MANCA TOTò!
La letteratura italiana più divertente e la chitarra più eclettica insieme a teatro per un surreale live in cui la chitarra di Mesolella, filo conduttore dell'intero concerto, accompagna le sarcastiche e fantasiose letture dello scrittore e le sue performance vocali.
La natura stessa del format, ma anche le eccellenti caratteristiche dei due artisti, rende unico e in continua evoluzione questo spettacolo basato per una buona parte sull'improvvisazione e l'interazione. Un sorprendente Benni indosserà in alcune occasioni anche i panni del cantante con uno stile del tutto personale tra il rap, il recitato ed il melodico; un egregio Mesolella lo accompagnerà adattandosi di volta in volta allo stile preferito dallo scrittore.
Il titolo dello show è ispirato ad una poesia di Stefano Benni "Comici Spaventati Guerrieri". Nel programma della serata sono previsti degli inediti incentrati su tematiche socio-politiche e socio-culturali tra cui "Ci manca Totò", la canzone dal grande carico emotivo "Quello che non voglio" testo di Benni per la voce di De Andrè che Benni porta in giro da un po' e altri brani che fanno parte del disco da solista di Mesolella uscito a marzo 2012 "Suonerò fino a farti fiorire" tra cui un'inedita versione di "O sole mio".

info www.multisalampx.it






"Totò l'ultimo sipario" a Napoli

Totò torna nel suo teatro.
Domenica 12 gennaio alle 11,30 presentazione del libro di Giuseppe Bagnati "Totò l'ultmo sipario" nel foyer del teatro Diana, dove il Principe si è esibito.
Totò, dopo oltre sei anni di assenza in cui si dedica al cinema, torna al teatro nel 1956 con "A prescindere". Con questa rivista chiuderà per sempre la sua attività teatrale per la malattia agli occhi che lo rende cieco in scena: è successo il 3 maggio 1957 al teatro Politeama di Palermo. Avrà la forza di andare in scena anche il 4 e il 5 maggio, ma il giorno dopo arriva lo stop definitivo che fa saltare l'ultima replica a Palermo del 6 maggio. Questo libro ripercorre la tournee di "A prescindere" nei teatri italiani, attraverso retroscena mai raccontati. Sulla malattia agli occhi di Totò si scatenano polemiche, gli impresari della rivista chiedono i danni all'attore e lo portano in tribunale. C'è anche un tentativo di corruzione, non riuscito, da parte di alcuni impresari nei confronti dell'oculista palermitano che aveva curato Totò. Ci sono le testimonianze dei protagonisti di quello spettacolo: Franca Faldini, Franca Gandolfi, moglie di Domenico Modugno, Mario Di Gilio, l'imitatore prediletto da Totò, Landò Buzzanca, allora giovane spettatore in loggione. Liliana De Curtis racconta la nonna Anna Clemente, la madre di Totò che era nata a Palermo. Quindi la faticosa ripresa dell'attività cinematografica con una commossa testimonianza di Federico Fellini. La malattia agli occhi di Totò è stata l'argomento di una tesi di laurea, il fotografo palermitano Gigi Petyx racconta gli scatti a teatro e a Villa Igiea. Prefazione di Gianni Riotta.






"Le pagine del poeta Totò"

È disponibile l’edizione 2014 dell’agenda “Le Pagine del Poeta”. La casa editrice Pagine propone da oltre dieci anni la nuova agenda che accompagnerà un intero anno gli appassionati di poesia e di cultura. Due le versioni: l’una dedicata al grande attore ed autore Antonio De Curtis, in arte Totò, l’altra alla scrittrice inglese Virginia Woolf. Agenda Totò: la copertina mostra una simpatica foto dell’indimenticato artista mentre sul frontespizio ripropone il busto in bronzo del “principe della risata” realizzato dalla scultrice Maria Stifini posto in piazza Cola di Rienzo a Roma. All’interno una sezione dedicata all’attore napoletano: la biografia, immagini, notizie, bibliografia e naturalmente le sue poesie. Ogni mese dell’anno è scandito dalle tavole, collages painting di Enrico Benaglia.






"Un concerto con il pianoforte di Totò”

Lugano - Ci sarà anche un pianoforte d'autore all'appuntamento in programma lunedì 6 gennaio, alle 15.00, al Centro La piazzetta di Loreto dove l'Orchestra da Camera di Lugano, diretta da Stefano Bazzi, terrà un concerto di musica classica.
Il pianoforte in questione è quello appartenuto all'attore Antonio De Curtis, in arte Totò, un uomo che con la musica aveva un forte legame e che nell'arco della sua vita ha scritto numerose canzoni.
Al concerto di lunedì pomeriggio, intitolato "Dal ballo dell'imperatore ai boschi viennesi", ci sarà anche l'arpista Elisa Netzer, e verranno proposte musiche di Johann Strauss, Maurice Ravel, Sergej Prokof'ev e Johann Strauss.

articolo tratto da www.tio.ch






"Totò, Peppino e la malafemmina" a teatro”

Teatro dell'Angelo
Via Simone de Saint Bon n°19, Roma
dal 26 dicembre 2013 al 26 gennaio 2014
Autore:
Manzari - Continenza - Anton - vers. teatrale A. Avallone
Cast:
Antonello Avallone, Francesco Tuppo, Ketty di Porto, Patrizia Ciabatta, Silvia Vitale
Regia:
Antonello Avallone

Versione teatrale di Avallone dell’omonimo film che è ormai diventato oggetto di culto, “Totò, Peppino e la malafemmena”, ispirato alla famosissima canzone del principe De Curtis, è un contenitore formidabile di risate e di gag, legate da una semplice trama che vede due fratelli provenienti dalla campagna napoletana, i fratelli Caponi (che siamo noi), alla ricerca di una ballerina, fidanzata del loro nipote, in una metropoli come Milano, dove “quando c’è la nebbia non si vede”. La domanda comune allora è: “Se quando c’è la nebbia a Milano non si vede, come si fa a vedere che c’è la nebbia?”. Esilarante. E ho detto tutto, punto, punto e virgola, punto… e punto e virgola.

info www.teatrodellangelo.it






Tutte le news del 2013
Tutte le news del 2012
Tutte le news del 2011
Tutte le news del 2010
Tutte le news del 2009
Tutte le news del 2008
Tutte le news del 2007
Tutte le news del 2006
Tutte le news del 2005
Tutte le news del 2004
Tutte le news del 2003
Tutte le news del 2002
Tutte le news del 2001
Tutte le news del 2000
Tutte le news del 1999
Tutte le news del 1998

Vota il film di Totò

Home  Biografia  Teatro  Cinema  Televisione  Poesie  Canzoni 
Frasi celebri  Fumetti  Fotografie  Totomania  Il baule  Home video 
Totò in TV  News  Ricordi  Interviste  Quiz  Libri  Caricature  Giornali 

www.antoniodecurtis.com

www.antoniodecurtis.com