'A livella

di Antonio de Curtis

Ogni an al d ad numbar gh lansa
dand a tru i mort al Cimitri
e ins tt i person con la creansa
i devan tiras via al triblri.

Ogni an, puntalmnt, par fa unur
a questa trista e msta ricurena
agh v anca mi, par mt un quatar fiur
s la tomba ad maram ad m sia Vincena.

I stan m capit unaventra
dopu da v cump luperasin,
Madona, quand agh pnsi, che pagra,
anca ads am vgna amm al magn.

Al fat l qust: stm un po a sent,
ler quai lura ad sar s i purtn
e mi, pian pian seri dr surt
duciand in si maram i iscrisin.

QUI DORME IN PACE IL NOBILE MARCHESE
SIGNORE DI ROVIGO E DI BELLUNO
ARDIMENTOSO EROE DI MILLE IMPRESE
MORTO L 11 MAGGIO DEL 31.

Una stma, una curona , un munmnt,
suta una cru fata ad lampadin,
tri mas ad r, un nastar bl lsnt,
candel, candilot e se lmin.

Propi visin la tomba da st siur
ghera una povra tomba piculina,
mal misa, sensa nanca un fiur
e par sgn gher sulament una cruina.

E in sal sas apena un po as legiva:
CARLETTO SOMARIVA, NETTURBINO.
Guardandala che pena cla m faiva
st tomba abandun, sensa un lmin!

Questa l la vita, fra m e m pensava,
chi l agh ga vd tant e chi ghha gnnt,
sto povar crist chis sal sa sptava
che pr da mort a lera un sacramnt?

Intant ca faivi sti ragiunamnt
er gnd scr, sera fat not
e m sum rest dentar l sgumnt
mort ad pagra, in me ai candilot.

Ma tt a un trat, sa vdi da luntan?
du ombar vicinas al m canton,
al fatto al m par un po stran!
Sum sveli, dormi o l imaginasion?

Altar che fantasia, lera al Marche,
col cilindar, la caramla e col pastran,
arenta ghera un om mal in arne,
vest da stras, e cun la scua in man.

Quasch l certament al Sumariva,
al mort abandun, clera al rd,
ades capivi qual ca scediva:
jeran mort ca pasegiava avanti e indr.

I en riv a d metar, renta m,
quand al Marche al s ferm, di botto,
al s vult, e p al s pianta l.
Rivulgendas al spain: Giovanotto!

Da voi vorrei saper, vile carogna,
con quale ardire e come avete osato
di farvi seppellir, per mia vergogna,
accanto a me, che sono blasonato?!

La casta casta e va rispettata,
e voi perdeste il senso e la misura;
la vostra salma andava si inumata,
ma seppellita nella spazzatura!!

Da voi vorrei saper, vile carogna,
con quale ardire e come avete osato
di farvi seppellir, per mia vergogna,
accanto a me, che sono blasonato?!

La casta casta e va rispettata,
e voi perdeste il senso e la misura;
la vostra salma andava si inumata,
ma seppellita nella spazzatura!!

Ancora oltre sopportar non posso
la vostra vicinanza puzzolente.
fa duopo, quindi, che cerchiate un fosso
tra i vostri pari, tra la vostra gente!!

Scsa Marche, l no stat culpa mia,
mi tavrisi no fat stu tort,
l la m dona clha fat sta feseria,
mi sa pudivi f, mi seri mort!

Sa fsi viv, pudarisi fat cuntent,
piarisi la caseta cui m os,
andrisi sbit, e sensa cumpliment
a cercam da bon un altar fos.

E cosa aspetti, oh turpe malcreato
che lira mia raggiunga leccedenza?
Se io non fossi stato un titolato
avrei gi dato piglio alla violenza!

Stam a sent, Marche di m stival,
t s pien ad boria, at s pien da spats,
cui t discurs mt propi rut i bal,
fsi no mort, at rumparisi al m.

Ma sa t credat da vs, o rimbamb,
t no cap che chi, dopu al dcs,
mort at s ti, e mort sum anca m,
ognun l tanm laltar, tti ists.

Lurido porco, come ti permetti
paragonarti a me chebbi natali
illustri, nobilissimi e perfetti
da far invidia a principi reali?

Ma che Nadal, che Pasqua e Epifania!
At v mtat in tsta, o gran canla,
ti t s mal un m tant ad fantaia,
la mort at s sa l? L una livla:

un Re, un Magistr, un Senatur,
pasand da st cancl, da sta ciuenda,
han prs la vita, al num e pr i unur,
sagh vr a mt in testa sta facenda?

Perci, stam a sent, fa no al cativ,
lasa prd sa ta st arenta, l no un tort,
jen stpidad chi fan dum tra i viv,
nm cercuma da vs sri, nm sum mort!!

Tradotta in dialetto pavese da Agostino Faravelli

Vota il film di Tot

Home  Biografia  Teatro  Cinema  Televisione  Poesie  Canzoni 
Frasi celebri  Fumetti  Fotografie  Totomania  Il baule  Home video 
Tot in TV  News  Ricordi  Interviste  Quiz  Libri  Caricature  Giornali 

www.antoniodecurtis.com