Tot a colori

Villico si ricordi che lei qui in Italia e' un ospite!

GIARDINIERE:"Femena, tu sei una mela femena. Quist'uocchi hai fatto chiangere. Nun me posso pi domand ca".
ANTONIO: Giardinieri! Contadini! Facchini! Uomini di fatica! Uomini a mezzadria! Mezzadri! Mezzadresse ! Figli dei contadini abbandonati! Lavoratori della terra! Eh?
GIARDINIERE: Dca.
ANTONIO: Come?
GIARDINIERE: Dca.
ANTONIO: Eh... sa... eh... excuse moi. Vous parlez francais?
GIARDINIERE: No.
ANTONIO: Speak anglisc?
GIARDINIERE: No.
ANTONIO: Sprechen Sie deutsch?
GIARDINIERE: Neanche
ANTONIO : Habla espanol?
GIARDINIERE: No.
ANTONIO: Gavarit pa rus?
GIARDINIERE: Ma che parus, che so... parlo taliane?!
ANTONIO: Ah, lei parla italiano?
GIARDINIERE: Eh.
ANTONIO: E parli italiano, benedetto Iddio! Dunque.
GIARDINIERE: Decevo, "dca lei".
ANTONIO: "Dca lei"? Ah, "dica". Eh.
GIARDINIERE: Eh.
ANTONIO: Voleva dire "dica".
GIARDINIERE: Eh.
ANTONIO: Ho indovinato. Eccomi qua.
GIARDINIERE: Dica, dove va con questa secomera?
ANTONIO: Io?
GIARDINIERE: Eh.
ANTONIO: Hm? Non credo sa? Vuol ripetere, scusi?
GIARDINIERE: Dico, dove va con questa secomera?
ANTONIO: Eh, veramente io sono solo. Je suis seul. Eheh.
GIARDINIERE: Con questa baldanza. Con questa securezza.
ANTONIO : Ah, "sicumera".
GIARDINIERE: Eh.
ANTONIO: Lei dice "secomera. Com'era". Che ne so io, com'era?Dunque questa, se non erro, la villa del sindaco.
GIARDINIERE: S.
ANTOMO: Si. E' la vi... questa la serra. La serra della villa. Io vorrei parlare proprio col sindaco. In persona. Di fisico.
GIARDINIERE: Col sendaco?
ANTONIO: No. Col sindaco.
GIARDINIERE: Eh. Col sendaco.
ANTONIO: Ma, perch mi vuole far parlare col sendaco, se io voglio parlare col sindaco?
GIARDINIERE: E col sendaco! Sto dicendo! Oh!
ANTONIO: E non si arrabbi! Non si arrabbi! Ha capito? Villico!
GIARDINIERE: Eh.
ANTONIO: Ha capito? Si ricordi che lei, qui in ltalia, un ospite!
GIARDINIERE: E io so' tiliane! Non f lo spiritose! Famme lavorare, che devo potare lo gelsomene, lo tulepene, l'orchetette...
ANTONIO : Eh l'ingegnere, l'avvochete... Quale architette e architetto. Si dice orchidea. Hm.
GIARDINIERE: Comonque, il sendaco non c'.
ANTONIO: Non c'?
GIARDINIERE: No.
ANTONIO: E dov' andato?
GIARDINIERE: E dopo il fatto di iere, ricoverato alla cleneca.
ANTONIO: Alla cleneca?
GIARDINIERE: Eh.
ANTONIO: Alla clinica.
GIARDINIERE: Eh.
ANTONIO: Fatto di ieri?
GIARDINIERE: Eh.
ANTONIO: E... e... e... quale fatto di ieri? Ah, ho capito. Quella sciocchezzula. Si. Eheheh.
GIARDINIERE : Sciocchezzula ! Quell' successo il finimondo!
ANTONIO: Beh, beh, non esageriamo! Non esa... E' stata una sciocchezza equivocata. Si si s s s. Eh... beh, va be', e allora me faccia parlare col nipote. Oppure con quella signorina, Pa... Pappy. Po... Poppy. Poppy.
GIARDINIERE: Ah, la... l'amerecana.
ANTONIO : Eh, l' americana. Eheh.
GIARDINIERE: Eh. Sono partiti.
ANTONIO: Sono partiti?!
GIARDINIERE: Eh.
ANTONIO: No! Sono partiti?!
GIARDINIERE: Eh,
ANTONIO: E com' possibile?
GIARDINIERE: Eh,
ANTONIO: E come?! Me doveva f la raccomandazione... e... ha telefonato per Milano. Per... per... per Tiscordi. Hm... e come? Partiti cosi. Sono partiti entrambi?
GIARDINIERE: No. Che tram? So' partiti col taxi.
ANTONIO: Ah, col ta... No, che che che c'entra il taxi? Non v'ho mica domandato se sono partiti a piedi o in taxi? Sono partiti entrambi per dire "son partiti tutt'e due". Eh s. Son pariti a piedi. Per forza.
GIARDINIERE: Eh,
ANTONIO: Ehm... e dove sono andati? Ehm... dove sono andati?
GIARDINIERE: Crepi.
ANTONIO: Eh? Come?
GIARDINIERE: Crepi!
ANTONIO: Ma crepa tu e tua sorella sa'!
GIARDINIERE: Eh.
ANTONIO: Animale che non sei altro!
GIARDINIERE: Uhe!
ANTONIO: Te do' uno schiaffone, sa'?
GIARDINIERE: Beh!
ANTONIO: Come si permette? Ineducato, villanzone che non altro!
GIARDINIERE: Hm.
ANTONIO: Io sono un signore! Un galantuomo! Ha capito? Sono un musicista! Sono un genio! Ha capito?
GIARDINIERE: Ma sarai Eugenio. D'accordo. Ma che vuoi da me?
ANTONIO: Ma che Eugenio e Nicola! Sono un genio, ho detto!
GIARDINIERE: E mbeh?
ANTONIO : Un. Articolo indeterminato. Un.
GIARDINIERE: E ti ho detto che sono... partiti per l'isola de Crepi!
ANTONIO: Ah! L'isola di Capri!
GIARDINIERE: E mbeh?
ANTONIO: Eh! Isola di Capri! Eh 'sta lingua! Damme la forbice Tatatata...
GIARDINIERE: Dai, stette ferme! Stette ferme/ rabbassa le mane!
ANTONIO: Capri. Sono andqti a Capri. Io po... potr... potrei raggiungerli. Eh gia.
GIARDINIERE: Eh.
ANTONIO: Io posso raggiungerli. E chi me lo vieta?
GIARDINIERE: Eh.
ANTONIO: Nessuno. Che ore so'? S! So' le cose e tando!
GIARDINIERE: Eh. Ce manga 'n guarte.
ANTONIO: Ce manga un quarto. Faccio a tempo. Vado. Vado. Va...
GIARDINIERE: Dove vai?
ANTONIO: Come, dove vado?! tre ore che lo stiamo parlando, no? Lo stiamo dicendo! Vado a Capri! A Crepi! L'isola delle sirene! L'iso... Marina piccola! Marina grande! L'unghia marina.
GIARDINIERE: Eh!
ANTONIO: Baccal! Ah!

Condividi su Facebook

La scheda del film

Vota il film di Tot

Home  Biografia  Teatro  Cinema  Televisione  Poesie  Canzoni 
Frasi celebri  Fumetti  Fotografie  Totomania  Il baule  Home video 
Tot in TV  News  Ricordi  Interviste  Quiz  Libri  Caricature  Giornali 

www.antoniodecurtis.com