Totò news 2008

Mostre,spettacoli,eventi e tutte le manifestazioni dedicate a Totò nel 2008

Add to Google

"L'espressione triste che fa ridere - Totò e Monicelli"
al Boccaccio Life di Ascoli Piceno

Il Boccaccio Life di Ascoli Piceno, in via Castellana 5, si pone sempre più come importante centro culturale; con la nuova gestione di Piera, Silvana e Marco alla buona cucina, infatti, abbina interessanti rassegne di cabaret e musica, nonché serate a tema per scoprire "mondi diversi" e cene di solidarietà. Ma da alcuni mesi viene sempre più spesso scelto anche per la presentazione di libri: la prossima occasione sarà lunedì 29 dicembre, quando la giornalista abruzzese Adriana Settuario presenterà - alle ore 21 - la sua ultima fatica, ossia "L'ESPRESSIONE TRISTE CHE FA RIDERE. TOTÒ E MONICELLI" (edito da Centro Sperimentale di Cinematografia e Graus Editore, con la prefazione di Goffredo Fofi).

L'ingresso all'incontro è libero, ma per chi volesse degustare piatti tratti dalle ricette di "casa de Curtis" è pregato di prenotarsi al numero 0736.250055.

"L'espressione triste che fa ridere. Totò e Monicelli" è un testo che non può mancare nella biblioteca di ogni buon cinefilo, amante di Totò e dell'arte registica di Monicelli. E non solo perché i sette film sono stati scandagliati dettagliatamente, ripercorrendo di ogni pellicola il tracciato narrativo, descrivendone e commentandone i passi salienti nonché confrontando le sequenze montate con le sceneggiature originarie, tra l'altro non facilmente reperibili. Comparazioni come quelle scaturite dalle sceneggiature originali di "Guardie e ladri" o "Totò e Carolina", conservati nella Biblioteca Cantonale di Lugano, e di "Totò e le donne" o "Risate di Gioia" hanno permesso di elencare, individuare e precisare i cambiamenti effettuati durante le riprese. Questa lettura filologica dei testi-film fornisce dei preliminari inediti. Insomma sarà come avere a portata di mano i film senza l'ausilio dello schermo, con le stesse risate assicurate.
In particolare, viene fuori l'opera dell'attore lungo tutto l'arco di più di un ventennio in rapporto ai fermenti, alle antinomie del cinema italiano e al clima politico-culturale che si respirava nella società. Oltre alle interviste a regista e sceneggiatori sono state rispolverate vecchie recensioni da cui, tra l¹altro, proviene una smentita a quel luogo comune secondo il quale Totò avrebbe avuto la stragrande maggioranza della critica contro.
È un ritratto a più dimensioni dell'attore partenopeo, in cui Monicelli ravvisa la vena di 'follia' definendo l'artista "Uomo senz'anima". Si rompe il ghiaccio, qualora ce ne fosse bisogno, con una intervista d'apertura, in cui il regista si lascia andare a ricordi e spunti interessanti che mettono in luce l'attualità del personaggio. In un paragrafo Totò viene immaginato come fosse sul lettino della psicoanalista Simona Argentieri (da qui le schede sull'uomo de Curtis e l'attore Totò), ma anche nei panni di professore, partendo dallo studio del linguista tedesco, Edgar Radtke, affascinato dal linguaggio napoletano dell'attore.
Amore, vita e sopratutto comicità vengono ripercorsi attraverso gli occhi del fanciullino con la "Speranza di follia" desunta da Flaiano. Il bambino che gioca è scaturito dall'esame dell'infanzia dell'attore, patrimonio, seppure travagliato, di quel fiabesco mondo a cui puntualmente dà vita Totò. La risata, mezzo che permette la realizzazione del messaggio di speranza offerto al pubblico, è legata prepotentemente alla follia, chiave di svolta (si spera) nella vita dell'uomo moderno.

Note sull'autrice: Adriana Settuario è nata e vive a Pescara. Si è laureata all'Istituto Universitario Orientale di Napoli, città nella quale ha vissuto sei anni. È giornalista, collabora attualmente con "Il Messaggero - Abruzzo". Ha lavorato, tra gli altri, per il bimestrale cinematografico "Cinemasessanta".

INFORMAZIONI:
LUNEDI 29 DICEMBRE 2008
Inizio presentazione: ore 21
E' consigliata la prenotazione e la massima puntualità

BOCCACCIO LIFE
Via Castellana, 5 - Ascoli Piceno
Tel. 0736.250055
www.boccacciolife.it
e-mail: foodfood@boccacciolife.it





"Totòtruffa '62 in edicola il 20 dicembre"

In edicola con il Corriere della Sera



" Compagnia Principe de Curtis"







" Totò – Vita e arte di un genio "

Presentazione del libro al Rione Sanità

Sabato 13 dicembre, alle ore 18,30, nella seicentesca sacrestia ottagonale della Chiesa di Santa Maria della Sanità a Napoli, nello storico quartiere che diede i natali ad Antonio De Curtis, Don Antonio Loffredo, Parroco del Rione Sanità; Mimma Esposito Dugo, giornalista e Tato Russo, autore e regista teatrale, presenteranno il libro di Edmondo Capecelatro e Daniele Gallo “TOTO’ – Vita e arte di un genio” edito da “Gruppo Editoriale Viator” Milano e “Fondazione Ente dello Spettacolo” Roma. L’attrice Gigliola De Feo declamerà alcune poesie di Antonio De Curtis.
La presentazione si concluderà, previa prenotazione, con una visita-spettacolo alle catacombe di San Gaudioso e una cena-buffet preparata dalle "mamme della Sanità".
Il libro è diviso in due parti, la prima, curata da Edmondo Capecelatro, tratta della vita di Antonio De Curtis, la seconda, ad opera di Daniele Gallo, analizza gli aspetti artistici del grande attore napoletano.
Nei contenuti si distanzia dalla vasta bibliografia esistente su Totò, cercando di dare una nuova e diversa interpretazione della vita e dell’opera del comico partenopeo, analizzando soprattutto i più controversi aspetti del suo carattere.
Il libro sarà presentato giovedì 11 dicembre, alle ore 19, 30, presso il Teatro Ariberto di Milano, Via Daniele Crespi 9, dal giornalista Luca Serafini e dallo storico Mariano Giordano.
I DIRITTI D’AUTORE SARANNO INTERAMENTE DEVOLUTI ALL’ASSOCIAZIONE “L’ALTRA NAPOLI” PER IL FINANZIAMENTO DEL PROGETTO A FAVORE DEI MINORI DEL RIONE SANITA’
Scheda del libro:
Autori: Edmondo Capecelatro e Daniele Gallo
Prefatore: Dario E. Viganò, Presidente Fondazione Ente dello Spettacolo
Titolo “TOTO’ – vita e arte di un genio”
Edizione: “Gruppo Editoriale Viator” – Milano e “Fondazione Ente dello Spettacolo” – Roma
Pagine 175
Costo: 15 euro

Profilo degli autori:

Edmondo Capecelatro: Napoletano, vive da oltre due decenni a Milano, attento studioso della storia e della cultura partenopea è riuscito a "portare un pezzo della sua città nel capoluogo lombardo" (Il Giornale 1.9.08). Ha partecipato al progetto del Comune di Napoli "Maggio dei monumenti", coordina i seminari di "Storia di Napoli" presso la UNITRE Milano e la Società Umanitaria, collabora con varie riviste su temi di società, storia, religione, costume. Ha pubblicato, per le Edizioni Scientifiche Italiane "Sogno Napoletano - storia, leggende, miti e misteri di una città che non E' autore di testi teatrali.

Daniele Gallo: Giornalista e saggista è direttore del mensile Viator, che sviluppa temi legati alla pace, alla solidarietà, al dialogo interreligioso e alla difesa dei diritti umani. E' componente della giuria del premio Don Carlo Gnocchi alla Biennale di Venezia e alla Mostra Internazionale di Arte Cinematografica. Socio fondatore e consigliere del centro "Riabitare la terra e la città", per una nuova etica ambientale e "KalaFoundation", onlus che organizza una rete di assistenza per minori ed anziani in difficoltà, in Georgia..
fonte: www.napoli.com







"47 morto che parla in edicola il 13 dicembre"

In edicola con il Corriere della Sera



" 'A livella albo illustrato per bambini"

Nel corso della 7ª Edizione di Più libri più liberi, Fiera della piccola e media editoria, Paramica edizioni per bambini presenta l'albo illustrato: 'A livella di Antonio de Curtis
La più amata e più nota poesia di Totò viene raccontata da Antonella Ossorio e illustrata da Monica Auriemma. Il racconto è preceduto da Con prefazione di Liliana e Diana de Curtis.

6 Dicembre ore 12.00 - Sala Rubino – Palazzo Congressi Roma Eur

Il volume, che apre la nuova collana di albi illustrati "La luna bambina", è il primo dei cinque titoli di Totò che la casa editrice pubblicherà in cinque anni. Il ricavato della vendita dei volumi finanzierà il Progetto Djambo dell’Associazione Mani Unite per il Mozambico di Viziano Armandi che dal 1986 si occupa di aiutare i bambini che vivono in un un’area suburbana della città di Beira.

Interverranno: le signore Liliana e Diana de Curtis, l’editore Monica Eleonora Lapenta, l’autrice Antonella Ossorio e l’illustratrice Monica Auriemma.

Informazioni Ufficio Stampa Paramica Edizioni:
Stefano Totaro, cell. 328 5311426 e-mail: stefano.totaro@paramica.com







"Il giallo di Napoli"

Sabato 6 dicembre, ore 17.00 si inaugura la grande mostra "Il giallo di Napoli" nei cinque continenti, al Castel dell'Ovo di Napoli.La grande kermesse vede la presenza dei più grandi artisti del mondo e di Napoli selezionati dal curatore Jean Noel Schifano e Maria Savarese.
Andrea Petrone e' presente con la sua scultura dal titolo: "Il giallo di Napoli e la luce dei miei occhi", e sarà esposta al Castel dell'Ovo.L'opera dell'artista raffigurante Totò è una pittoscultura dipinta con colori al fosforo puro, e viene illuminata con un faretto da 500megawatt, con un orologio collegato a tempo che si spegne e si accende (Totò iettatore).
La mostra sarà visitabile dal 6 dicembre 2008 al 12 gennaio 2009
Orari di apertura:variabili in base alle sedi espositive.
Per approfondimenti: www.ilgiallodinapoli.com





"Risate di gioia in edicola il 6 dicembre"

In edicola con il Corriere della Sera



"La storia del cinema e Totò"

Ieri la città di Portici ha ospitato Sig.ra Liliana De Curtis e sua figlia Diana. Questo incontro è stato reso possibile grazie all’associazione Onlus Artes e il supporto del comune; la manifestazione si è tenuta nelle sale attigue alla libreria “vocalinonsololibri” sita in viale melina di Angela Belardo. La manifestazione si è svolta nell’abito della rassegna “la Cultura di far cultura”, promossa dall’associazione Artes, rappresentati dalla persona della signora Mariacristina Orga, curatrice della serata.
A porgere i saluti del comune di Portci era presente il consigliere comunale Raffaele Borrelli. L’evento si è diviso in due parti, nella prima sono state proiettate delle scene tratte dal film/documentario dal titolo “Un principe di nome Totò”, recentemente presentato al Festival del Cinema di Roma. Il lungometraggio è l’ultimo affettuoso, sincero e doveroso omaggio al comico più conosciuto al mondo. La sceneggiatura e il soggetto sono opera della nipote del grande Totò, Diana de Curtis. Nel film sono riportati vari momenti di vita del comico, dalla sua infanzia nel rione Sanità al suo primo provino per il cinema. Tanti sono i personaggi famosi che hanno preso parte alla realizzazione di questo lavoro, Lucio Dalla, Alessandro Gassman, Renzo Arbore, Vincenzo Mollica, Lino Banfi, Enrico Montesano ed altri personaggi del mondo dello spettacolo.
A seguire si è tenuta la presentazione del libro per bambini « A livella », quest’ opera fedele all’ originale è stata tradotta in varie lingue ed è stato modificato e illustrato per far si che il suo parterre di lettori si espanda verso i più piccoli. Il ricavato della vendita di questo libro, che sarà disponibile dal sei dicembre, sarà devoluto ai bambini del Mozambico, e proprio in questa terra, fatta di disagio e tristezza, che la signora De Curtis saluterà il 2008. Nelle parole di Liliana De Curtis si sente forte l’orgoglio di essere la figlia dell’uomo che ha tenuto e tiene ancora oggi alto l’onore di Napoli nel mondo «non mi è mai pesato essere la figlia di Totò, anzi sono molto contenta del rapporto e dell’affetto che le persone mi dimostrano, e proprio come lui cerco di aiutare il mio prossimo.»
articolo di Carla Cataldo tratto da www.capitoloprimo.it del 4 dicembre 2008





"Mattoli… si nasce"

Cinema, teatro, musica, mostre, una tavola rotonda e perfino un menù costruito in base ai gusti culinari del regista: è quanto offre Bevagna, il 29 e 30 novembre, con “Mattòli… si nasce”, evento organizzato in occasione dei centodieci anni dalla nascita di Mario Mattoli, uno dei più significativi registi e uomini di spettacolo del Novecento italiano e che ha diretto, tra le tante pellicole, alcuni dei più bei film con Totò, ma anche film drammatici con attori del calibro di Anna Magnani.
Il programma di “Mattoli… si nasce” si aprirà sabato 29 novembre al Teatro Torti (ore 10.30) la proiezione del film “Mattolineide”(1978) del regista Maurizio Ponzi, che riunisce brani di film di Mattoli intervallati da interviste e contributi di attori e personaggi che hanno lavorato con il regista. Alla proiezione, saranno presenti gli studenti dell’Istituto comprensivo “Tenente Ugo Marini” di Bevagna. Si prosegue, alle 16, con l’inaugurazione di una mostra fotografica, con il contributo dell’artista Luigi Frappi, su sequenze del film “Musica in Piazza” girato a Bevagna, in cui compaiono bevanati coetanei del regista. “Il film – ha detto Maurizio Terzetti, tra gli ideatori della manifestazione, della Provincia di Perugia – sarà restaurato in digitale, salvandolo dalla distruzione, utilizzando la copia integrale di cui dispone Bevagna”. Sempre al teatro “Torti”, troverà spazio un’altra mostra con le fotografie di scena del regista e dei suoi celebri attori, con alcuni documenti, tra i quali programmi di “Za-Bum”, risalenti al periodo in cui Mattoli faceva teatro.
La breve rassegna di film prevede la proiezione di tre pellicole: il 29 novembre “Musica in Piazza”(1936) alle ore 17.30, “L’ultima carrozzella” (1943) alle ore 21, con Anna Magnani e Aldo Fabrizi, e il 30 novembre “Signori si nasce” (1960) alle ore 21, con Totò e Peppino De Filippo.
Articolo tratto da www.folignonews.it





"Siamo uomini o caporali? in edicola il 29 novembre"

In edicola con il Corriere della Sera





"Liliana De Curtis con il libro ‘Totò mio padre’"

Il prossimo 29 novembre '08 alle ore 17'30 a Casal di Principe, presso l'Università per la legalità e lo sviluppo, in Corso Umberto Liliana De Curtis presenta il libro "Totò mio padre", edito da Rizzoli.
Il libro è la biografia di Totò raccontata dalla figlia Liliana; uno spaccato di vita familiare in cui il grande comico viene descritto nella sua dimensione umana segreta. Totò, padre tenero, ma troppo possessivo, marito padrone per l'adorata moglie Diana, pieno di pregi ma anche di difetti, balza fuori da queste pagine con eccezionale vivezza. Per riuscire in questa impresa Liliana ha attinto al bagaglio dei suoi ricordi. Sono talmente tanti da averle permesso questa nuova edizione della biografia di Totò, arricchita rispetto alla prima di una quantità di episodi, divertenti o drammatici, come è logico in un personaggio per il quale, secondo una sua definizione, "una lacrima è solo l'altra faccia del sorriso". Per gli ammiratori dell'attore, poi, c'é una vera chicca, e cioè una lettera inedita che Totò, nel 1943, indirizzò alla moglie e alla figlia, corredata da un suo disegno. Parlare del padre, spiega Liliana, non le riesce facile per quella ridda di emozioni che risvegliano in lei i ricordi, dolci o amari, ma comunque impressi indelebilmente nella sua memoria, e nella scrittura si è lasciata guidare soprattutto dalla voce del cuore. Ne è venuta fuori una biografia molto vera e priva di retorica, una lettura indispensabile per tutti quelli che, amando Totò, vogliono conoscerlo nell'intimo della sua complessa personalità, al di là della maschera diventata ormai un mito senza tempo.
'Siamo orgogliosi di incontrare Liliana De Curtis ed avere nello stesso tempo la possibilità di ricordare uno dei più grandi comici italiani di tutti i tempi – afferma l'Amministratore Delegato Giovanni Allucci -. Totò è sempre stato un mito per tutti noi ed ancora oggi quando vediamo un suo film, fosse anche per la duecentesima volta, non possiamo che ridere. Sabato, grazie ancora a Liliana, potremmo vedere anche un filmato che racconterà la vita ed alcune delle scene più famose dei suoi film.
All'incontro parteciperà il Sindaco di Casal di Principe, dott. Cipriano Cristiano. Sono invitati tutti i cittadini che hanno il desiderio di ricordarlo ….





"Omaggio a Mario Carotenuto"

Sabaudia - L'Assessorato Cultura Turismo e Spettacolo e la Scuola di Tecniche dello Spettacolo organizzano presso il museo Emilio Greco alle ore 17
"OMAGGIO A MARIO CAROTENUTO" con le proiezioni dei seguenti film:

Domenica 23 novembre
Totò, Eva e il pennello proibito
con Totò, Abbe Lane, Luois De Funes
regia di Steno

Domenica 30 novembre
Lo scopone scientifico
con Alberto Sordi, Silvana Mangano,
Betty Davis, Joseph Cotten
regia di Luigi Comencini

Domenica 7 dicembre
Febbre da cavallo
con Gigi Proietti, Enrico Montesano, Catherine Spaak
regia di Steno
Al termine delle proiezioni seguirà un drink







"La banda degli onesti in edicola il 22 novembre"

In edicola con il Corriere della Sera





"Gambe d'oro inaugura Festival del Cinema Indipendente"

Serata inaugurale alla VIII edizione del Festival del Cinema Indipendente (21-29 novembre) dedicata ai 50 anni del film "Gambe d'oro"

Venerdì’ 21/11 E 22/11 ORE 18.00
Cinema Teatro Roma e Villa Torre Quarto
Celebrazioni del 50° Anniversario del film “Gambe d’oro” – Omaggio a Rosario Borelli

Cerignola 21/11 ore 18,00
Cinema Teatro Roma
• Presentazione del Programma
• Inaugurazione della Mostra sul Film “Gambe d’oro“ a cura di Michele Dell’Anno, con una sezione dedicata a Rosario Borelli. Visitabile fino al 29 novembre.
• Proiezione del film “Gambe d’oro”

Cerignola 22/11 ore 18,00
Villa Torre Quarto
• Tavola rotonda sul 50° Anniversario del film “Gambe d’oro”
• Concerto Lirico “Duetti d’oro”Omaggio a Pietro Mascagni e a Giacomo Puccini nel 150° Anniversario della nascita, con la partecipazione del soprano Mara Monopoli
maggiori info www.testfestival.provincia.foggia.it







"Totò e Monicelli di A. Settuario"

Libri, fumetti, musica, cinema e teatro. Tutto questo grazie ad un grande contenitore culturale rappresentato da Leggere è Volare – Festa del Libro per ragazzi e giovani organizzata dalla Provincia di Siena e in programma nel capoluogo e in 31 comuni del territorio dal 20 novembre all’8 dicembre.
Protagonisti i grandi nomi della letteratura, del cinema, della musica, del mondo dei fumetti e dell’attualità.
Il 20 novembre Adriana Settuario presenta “L’espressione triste che fa ridere. Totò e Monicelli” presso l'istituto commerciale Sallustio Bandini - Aula magna
info www.provincia.siena.it





"Totò musica e poesia "
Concerto dell'orchestra a plettro Sanvitese


Malafemmina interpretata dal soprano Mariangela Casagrande

foto gentilmente concesse da Vittorio Polsinelli


Carme' Carme' cantata dal Mezzo Soprano Loreta Battistella







"Sogliano: il rifiuto sul grande schermo con WasteCinema"

SOGLIANO(Forlì Cesena) - Nuovo appuntamento con la rassegna MongArte - Racconti Plurimi del riciclaggio, che domenica 16 novembre prosegue al Teatro Elisabetta Turroni con WasteCinema. Una serata dedicata ancora una volta al tema del rifiuto indagato attraverso il linguaggio del cinema: sul grande schermo alle 20.30 il film del 1966 di Pier Paolo Pasolini "Uccellacci e Uccellini", con interpreti Totò e Ninetto Davoli.
Il film racconta il viaggio "da vagabondi" lungo una desolata periferia di un padre e un figlio (Totò e Ninnetto Davoli), che lungo il loro cammino incontrano un corvo parlante che fa loro la morale, secondo la filosofia razionale di un intellettuale marxista. Quando si stancano delle sue chiacchiere, lo mangiano.
Attraverso la messa in scena di brevi favole e poetici aneddoti, il film di Pasolini vuole offrire una riflessione sui problemi degli anni '60: la crisi del marxismo, il destino del proletariato, il ruolo dell'intellettuale e l'approssimarsi del Terzo Mondo. Una crisi che è simboleggiata metaforicamente dai rifiuti che i due protagonisti incontrano lungo il loro peregrinare senza meta: il mondo che attraversano è semidistrutto, vi regnano le macerie, createsi in seguito al crollo delle ideologie, che non lasciano speranze di ricostruzione e di rinascita.
A condurre la serata ci saranno Elisabetta Zanni e i ragazzi della Consulta dei Giovani di Sogliano al Rubicone.
All'inizio e al termine della proiezione intervento del critico cinematografico Massimo Maisetti.
"Uccellacci e Uccellini è un apologo che in alcune sequenze raggiunge il capolavoro, la confessione sincera e confusa di un momento di crisi - scrive in una sua nota critica Masietti - Un film nel quale l'umorismo prevale sull'ideologia, il pensiero si stempera nella poesia e l'impegno nella favola"
Seguirà un momento conviviale con ciambella e vin brulé per tutti i presenti
articolo tratto da www.romagnaoggi.it





"Miseria e nobiltà in edicola il 15 novembre"

In edicola con il Corriere della Sera





"Tolentino, omaggio a Totò al Teatro Don Bosco"

TOLENTINO - Domani, venerdì 14 novembre alle 21.15 presso il Cineteatro Don Bosco di Tolentino andrà in scena Omaggio a Totò, un recital di canzoni e poesie napoletane. La storica compagnia Il poeta Totò propone una serata dedicata alla canzone classica napoletana e alla poesia del principe della risata.

Il recital vuole far conoscere e apprezzare come merita un lato della poliedrica figura di Totò ancora poco noto, quella di poeta. Questo spettacolo, unico nel suo genere, si inserisce nella nuova tendenza a riscoprire il fascino della poesia che rivive sul palcoscenico attraverso la voce e la gestualità di un interprete-attore. La voce narrante sarà quella di Giancarlo Rotili, napoletano di origini e fabrianese d’adozione, che interpreterà con la voce e il gesto versi di Di Giacomo, Viviani, Bovio, Eduardo De Filippo e soprattutto Totò, accompagnato dal mandolino di Salvatore Siano.

Omaggio a Totò è il primo degli appuntamenti, fuori abbonamento, del ricco cartellone teatrale di Tolentino a inaugurare la nuova cornice del Cineteatro Don Bosco. I biglietti saranno in vendita presso il botteghino del Cineteatro Don Bosco a partire dalle 18.15.
Si ricorda inoltre che fino a sabato 15 novembre sarà possibile sottoscrivere gli abbonamenti alla stagione di prosa e acquistare i biglietti per lo spettacolo diretto da Saverio Marconi High School Musical, in scena al Teatro delle Muse di Ancona il 21 e 22 novembre e per il quale la Compagnia della Rancia organizza un pullman. Per informazioni 0733960059; info@teatrovaccaj.it o consultare il sito internet del Teatro Vaccaj.
notizia tratta da www.gomarche.it







A Napoli apre una delle più ampie mostre su Andrea Pazienza, il grande fumettista prematuramente scomparso nel giugno del 1988. L'esposizione vuole omaggiare uno dei talenti assoluti della Nona Arte italiana e si avvale di più di 200 tavole originali, schizzi, bozzetti, illustrazioni e omaggi, oltre a oggetti, audiovisivi e fotografie, si tiene dal 14 novembre al 13 gennaio 2009 (orari 9.00-18.00 tranne il martedì) nelle sale del Carcere Alto di Castel Sant’Elmo, sede d'Arte Contemporanea e di COMICON.
Pazienza, autore dai mille risvolti, ha avuto un rapporto molto intenso con la città partenopea, pur non avendoci mai vissuto. L'esposizione, e gli eventi collaterali previsti, sottolineano le tracce di questo legame dando allo stesso tempo una panoramica su tutta l'opera dell'autore, dagli esordi nei tumultuosi fine anni 70 bolognesi, al periodo delle storie più mature della metà degli anni 80.
La mostra, promossa dall'Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli, sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, in collaborazione con la Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico, Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Napoli, è organizzata da Napoli COMICON e da Grifo Cult, e rientra in VisioNa 2008, il contenitore di arti visive di COMICON e NapoliFilmFestival, sotto la supervisione artistica di Marina Comandini Pazienza, ed il coordinamento di Lorenzo Paganelli, oltre alla cooperazione di molti amici e collezionisti di Andrea Pazienza.
Si parte subito forte, con l'inaugurazione ad inviti del 13 novembre, alla quale parteciperanno, tra le istituzioni, il Sindaco della città di Napoli Rosa Jervolino Russo e l'Assessore alle Politiche Giovanili Giulio Riccio, e in campo artistico, l'affermato fumettista Massimiliano Frezzato e l'altrettanto bravo autore napoletano Luca Dalisi, che saranno protagonisti di una performance live proprio durante l'evento inaugurale.
Per dare conto della complessità della figura di Pazienza, sono state create delle microsezioni tematiche interne alla produzione dell'autore dai natali marchigiani. Questi argomenti sono proprio le tracce che serviranno a ripercorrere l'attività fumettistica del disegnatore, permettendone, ad esempio, la conoscenza globale della sua poliedrica creazione, dal seminale Pentothal alle tante vignette satiriche per le maggiori riviste del periodo. Un'altra sezione cerca, all’interno delle storie a fumetti, citazioni o riferimenti diretti alla città ed alla cultura partenopea, tra le visioni che Napoli gli ispirava ed i tanti amici riportati che racconteranno, in un video inedito, i propri rapporti con l'autore; inoltre, una sezione inedita riguarda l'immenso Totò , spesso disegnato da Pazienza in varie vignette. Altre tracce conducono il visitatore tra le sue splendide illustrazioni di animali, tra le Favole che disegnò per il figlio dell'amico Mauro Paganelli, attraverso i suoi riferimenti artistici e cinematografici, attraverso la controversa figura di Pompeo ed il rapporto con la droga, oltre ad appassionati omaggi a Stefano Tamburini e Tanino Liberatore, e al lavoro comune svolto con la moglie Marina Comandini. Un'altra sezione la si deve alla collaborazione con la libreria delle donne di piazza Bellini Evaluna, che nel giugno scorso riunì un folto gruppo di fumetttisti campani che omaggiarono con dei loro lavori ad hoc il ventennale della scomparsa di Pazienza. Molti documenti audiovisivi accompagnano, inoltre, la visita della mostra, oltre a oggetti personali e editoriali di Pazienza, seppur con la dichiarata volontà di ricordare soprattutto la perdita dell'artista e fumettista, aldilà della (peraltro brillante) personalità privata. Durante i due mesi della mostra un calendario di altri eventi, proiezioni, presentazioni editoriali e incontri con artisti e personalità completa il programma. Il primo di questi, in ordine temporale, sarà la proiezione gratuita del documentario di Lorenzo Paganelli Il segno di una resa invincibile nella sala Videodrome del Cinema Modernissimo nel pieno centro storico napoletano.
www.comicon.it





"Opera di Andrea Petrone partecipa al Premio Terna"

Andrea Petrone con una sua opera raffigurante Totò partecipa al Premio Terna,
clicca qui per votare, termine ultimo 11 novembre.





"Decennale Totò fans club di Pordenone"

foto gentilmente concesse da Vittorio Polsinelli







"Signori si nasce in edicola l' 8 novembre"

In edicola con il Corriere della Sera





"Cinemafutura presenta: a bella.. stasera nun se lavora!
un ritratto di Anna Magnani"

Rassegna cinematografica:
ogni venerdì dal 24 ottobre al 21 novembre 2008
presso Cinemafutura,
Centro sociale Bruno - Trento, Via Dogana 1

Venerdì 21 novembre ore 2,30
Risate di gioia

Maggiori info centrosocialebruno.blogspot.com







"Totò, Peppino e...la malafemmina in edicola il 1° novembre"

In edicola con il Corriere della Sera





"Fan club Amici e amiche di Totò"

L'associazione Antonio De Curtis del fans club "Amici e amiche di Totò" organizza dall'1 al 15 novembre 2008 una mostra fotografica, rassegna stampa, recitazione di poesie e altre curiosità in onore del principe della risata...e non solo. Per chi volesse partecipare anche artisticamente, contattare il Presidente presso il club Totò in via G. Nicotera a Nocera Inferiore, Maurizio Civale Show.
INFO: 081 923322 - 0815176227 - 081 5176413
338 4563141 - 393 5708612
notizia tratta da www.julienews.it





"Decennale Totò fans club di Pordenone"

Venerdì 31 ottobre:
Rassegna la "Ricerca del Principe"
Totò cerca casa ore 21
Saletta ex Convento San Francesco - Piazza della Motta
(precede pizza da "Angelo" in via Molinari - ore 19,00)

Venerdì 14 novembre:
Saletta mostre di Cinemazero - Piazza dei Mestri del Lavoro ore 18,00
"Inaugurazione Mostra del decennale"
Seguirà rinfresco a base di specialità partenopee

Domenica 16 novembre:
Auditorium Concordia - Pordenone - ore 16,00
"Totò musica e poesia"
Concerto del decennale proposto dall'Orchestra a Plettro Sanvitese

Venerdì 28 novembre:
Rassegna la "Ricerca del Principe"
Totò cerca moglie ore 21
Saletta ex Convento San Francesco - Piazza della Motta
(precede pizza da "Angelo" in via Molinari - ore 19,00)

Venerdì 19 dicembre:
Rassegna la "Ricerca del Principe"
Totò cerca pace ore 21
Saletta ex Convento San Francesco - Piazza della Motta
(precede pizza da "Angelo" in via Molinari - ore 19,00)







"Anna Magnani: omaggio a mamma Roma".

In collaborazione con il Festival del Film di Roma, il Centro Sperimentale di Cinematografia celebra il centenario di Anna Magnani con la retrospettiva "Anna Magnani: omaggio a mamma Roma". Cinema Trevi 22-30 ottobre. In programma le versioni restaurate dalla Cineteca Nazionale di "Avanti a lui tremava tutta Roma" di Gallone, "Roma città aperta" di Rossellini, "Siamo donne" di Visconti, "Roma" di Fellini.

La rassegna-omaggio ad Anna Magnani del Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale, in collaborazione con il Festival del Film di Roma, parte dagli anni '30, in cui la Magnani - formatasi in teatro, in ruoli sia drammatici che comici, e negli spettacoli di rivista, accanto a Totò - si contrappone subito, anche in piccoli ruoli, allo stereotipo femminile biondo e romantico delle commedie d'anteguerra (Noris, Miranda, Mercader, Carmi): da Tempo massimo (1934), esordio cinematografico di Mario Mattoli, a La principessa Tarakanova (1938), cui lavora Mario Soldati.
Il programma attraversa poi gli anni '40 (tra il '45 e il '48 la Magnani interpreta dodici film), anni in cui il suo talento drammatico entra nella storia del cinema con Roma città aperta di Rossellini (1945) - presentato nella versione restaurata nel 2006 -, ma anche con Il bandito di Lattuada (1948) e con la straordinaria interpretazione in Avanti a lui tremava tutta Roma di Gallone (1946), restaurato quest'anno in collaborazione con Ripley's Film e la partecipazione del Festival dei 2 Mondi di Spoleto; ancora nel '47 l'anima popolare e il carisma della Magnani vengono consacrati da Zampa ne L'onorevole Angelina.
Non potevano mancare i capolavori di Bellissima di Visconti (1952), La carrozza d'oro di Renoir (1952), il ritratto viscontiano nell'episodio di Siamo donne (1953), Mamma Roma di Pasolini (1962) e il riferimento a quest'ultimo in Roma di Fellini (1972), anch'esso in copia restaurata. In rassegna, poi, il poco visto Vulcano di William Dieterle (1950), voluto dalla Magnani in risposta a Stromboli di Rossellini.

Mercoledì 29 ore 17.00
Risate di gioia (1960)

Il programma completo sul sito Centro Sperimentale di Cinematografia- Cineteca Nazionale







"Al Teatro Kismet va in scena 'Il corpo di Totò"

Lunedì 27 ottobre
h 21.00 Teatro Kismet OperA
Compagnia La dama bianca
Il corpo di Totò
Scritto diretto e interpretato da Marco Manchisi musiche in scena di Guido Sodo
durata 60 minuti

Per la Stagione del Teatro Kismet OperA, 'A futuro segreto', la Compagnia La Dama Bianca presenta Il corpo di Totò, scritto, diretto e interpretato da Marco Manchisi; musiche in scena Guido Sodo.

“Porto dentro di me un’immagine di Totò, sia nel lavoro che nel quotidiano, come fosse una presenza familiare, che spesso sa consigliarmi con una battuta, con una smorfia. Questo forse perché, come attore, non l’ho visto mai in conflitto con i personaggi che ha interpretato, grazie alla forza della sua maschera che ha portato con tanta disinvoltura, ma anche al senso d’umanità da cui ha filtrato la sua arte comunicativa”.
Marco Manchisi spiega così il suo Totò, in uno spettacolo che nasce proprio da una doppia suggestione tra la tecnica istintiva del comico e le parole dell’uomo. Manchisi dà voce e forma allora a un personaggio doppio che è si Totò, ma che è anche Antonio De Curtis. La sua vita, le sue donne, il suo desiderio di calma e di solitudine. In scena si sviluppa così un dialogo tra due anime, una contaminazione in cui ciascuna provoca l’altra, stuzzicandosi tra rituali scaramantici e quotidiane considerazioni. Quello che accade è però qualcosa che tocca inevitabilmente anche la lingua: in questo caso il dialogo è tra l’immediatezza e il colore del napoletano e la razionalità dell’italiano.
Lo spettacolo è animato da testi di varia natura, tra cui un estratto dallo spettacolo Volumineide dove un Pinocchio tirato dai fili della politica diventa una marionetta nel paese dei balocchi, alcune schegge da Petrolini, un monologo del comico tedesco Karl Valentin, la testimonianza di Federico Fellini, La livella e altre brevi poesie tutte a dialogare con le riflessioni di De Curtis, tra le quali, la sua voglia di tornare dal cinema al teatro. E ad accompagnare il testo ci sono le musiche scritte e suonate dal vivo da Guido Sodo, che nel segno della varietà, spazia nelle citazioni tra l’adagio in sol minore K516 di Mozart e le Folias di Gaspar Sanz, tra un tradizionale Guarracino e la canzone Che cosa sono le nuvole? di Pier Paolo Pasolini e Domenico Modugno.
notizia tratta da www.cannibali.it
info www.teatrokismet.org







"PicenoCinema. Immagini manifesti cartoline dell’epoca d’oro"

26 ottobre_2 novembre 2008 Massignano Aula consiliare
Sarà inaugurata domenica 26 ottobre alle ore 18 e resterà aperta fino a domenica 2 novembre, presso l’Aula Consiliare di Massignano (Ascoli Piceno), la mostra “PicenoCinema. Immagini, manifesti, cartoline dell’epoca d’oro”, basata sul ricchissimo archivio iconografico dello storico “Cinema Piceno” di Cupra Marittima, rimasto in attività dal 1945 al 1963.

Fondato dai fratelli Aristide e Arnaldo Laureti di Massignano, il “Cinema Impero” nasce nel 1942 con proiezioni itineranti di piazza. Nel 1945, con il nome di “Cinema Piceno”, si trasforma in sala cinematografica con sede a Cupra (nei locali dell’attuale Galleria Marconi), dove resta fino alla chiusura definitiva della stagione 1962/63. In questi vent’anni diviene il centro propulsore della cultura audiovisiva dell’epoca per l’intero territorio piceno, ieri come oggi povero di esercenti. Ricca invece è l’eredità lasciata da questa istituzione.

L’intento della mostra “PicenoCinema” (ideata dagli organizzatori di CortoperScelta Enrico e Giuseppe De Angelis) è di riportare alla luce un patrimonio di manifesti, dipinti, cartoline, che documentano il cinema “dell’età d’oro”, dei grandi attori italiani Antonio De Curtis in arte Totò , Aldo Fabrizi, Peppino De Filippo, Vittorio Gassman, o dei divi hollywoodiani Kirk Douglas, Lana Turner, Spencer Tracy, Leslie Caron, dei quali sono conservate autentiche lettere autografe. Di questa stagione sono raccolte anche locandine di film neorealisti e d’autore: Germania anno zero di Roberto Rossellini, Il Vangelo secondo Matteo di Pier Paolo Pasolini, Giovanna d’Arco con Ingrid Bergman, La vedova allegra di Ernst Lubitsch; o della commedia all’italiana: Il gaucho di Dino Risi, Totò cerca casa di Steno/Monicelli, L’arte di arrangiarsi di Luigi Zampa con Alberto Sordi, Un mostro e mezzo con Franco e Ciccio. In mostra anche 22 dipinti a olio, opera di grandissimi artisti del ‘900 che interpretano in modo originale le pellicole di quegli anni: Olympia di Leni Riefenstahl visto da Domenico Purificato, Rocco e i suoi fratelli di Luchino Visconti secondo Carlo Levi, I soliti ignoti di Mario Monicelli nella singolare rivisitazione di Mino Maccari, fino a Giorgio De Chirico che raffigura un’astrazione del film Ferdinando I, re di Napoli.

Ma “PicenoCinema” è anche altro: registri delle programmazioni, carteggi originali con i distributori, riviste Universal, listini di produzione di Paramount e RKO, guide pubblicitarie di LUX, Metro Goldwyn Mayer, Minerva. Rarità giunte ai giorni nostri grazie allo zelo del fondatore Arnaldo Laureti, uomo di cultura recentemente scomparso. La collezione è oggi custodita dal nipote Altido Laureti, insieme al quale è stato possibile realizzare questa mostra che racconta il secolo appena trascorso e lo spettacolo che anno dopo anno l’ha accompagnato.

Maggiori informazioni e programma su www.cortoperscelta.it







"Napoli milionaria in edicola il 25 ottobre"

In edicola con il Corriere della Sera





"C’era un volta il ‘48 a cura di Orio Caldiron"

Sessant’anni fa, il 1948 tira le fila delle esperienze dei primi anni del dopoguerra e insieme prefigura scelte e cambiamenti delle stagioni successive. Luchino Visconti, Roberto Rossellini, Vittorio De Sica e Cesare Zavattini, con La terra trema, Germania anno zero, Ladri di biciclette, spingono il neorealismo nel terreno di una immedesimazione totale con la realtà dei personaggi e degli ambienti. L’inedita forza di rivelazione, sia pure in forme diverse, accompagna anche gli scugnizzi napoletani che costruiscono con don Pietro la città dei ragazzi (Proibito rubare), Ciro, Iris e Geppa che raccontano con esuberanza e malinconia la giovinezza che finisce (Sotto il sole di Roma), il piccolo impiegato comunale che viaggia con disperata ironia nelle contraddizioni del ventennio (Anni difficili), l’ex gerarca fascista cinico e senza scrupoli che tenta la fuga tra le Alpi (Fuga in Francia), l’ispettore di polizia che indaga su un gruppo di insospettabili ragazzi di buona famiglia (Gioventù perduta). Se Anna si conferma la maggiore attrice italiana con quattro film – la prova più alta resta L’amore, “l’omaggio all’arte di Anna Magnani”, firmato Rossellini – Totò comincia la scalata al successo, sempre uguale e sempre diverso, tra ciclisti e toreri. I generi di massa – dal film-opera al mélo, dal comico al film di guerra, dall’avventura in costume al giallo – cercano la propria identità prima dei trionfi degli anni successivi. Storie di oggi e di ieri sullo sfondo di una società che cambia, nell’anno in cui entra in vigore la Costituzione.

Dal 22 al 31 ottobre
Spazio Espositivo del Parcheggio Superiore, Auditorium Parco della Musica – Viale Pietro de Coubertin, 30
Ingresso libero
Orario: 11.00-18.00 (e sino alle 23.00 per i possessori di biglietto di una delle proiezioni del Festival)
maggiori info su www.romacinemafest.it







"Bari - Settimana della lingua e della cultura italiana nei Balcani"

Anche quest'anno intenso il programma della Settimana della lingua e cultura italiana, promossa dal Ministero degli Affari Esteri – Direzione Generale per la Promozione e Cooperazione culturale. E anche quest'anno nel quadro delle relazioni di cooperazione con i paesi dei Balcani sud occidentali l'Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia sostiene le iniziative messe in campo nell’area balcanica grazie alla collaborazione degli Istituti di cultura e dei Dipartimenti di italianistica delle Università balcaniche.
Per l'edizione del 2008, l'ottava, dedicata al tema della "Piazza italiana", sono in corso, in collaborazione con le Ambasciate italiane, eventi in Montenegro, Albania, Macedonia.
A Podgorica i Cantieri teatrali Koreja di Lecce presenteranno lo spettacolo “Giardini di Plastica” mentre nell’antica capitale Cettigne e nella splendida cittadina di Cattaro, in collaborazione con la piccola comunità italiana, si svolgeranno due concerti curati dall'Accademia dei Cameristi di Bari.
A Gostivar e a Skopje in Macedonia si terrà lo spettacolo “Totò Poesie in musica”, mentre sabato 25 ottobre nella grande piazza centrale della capitale macedone sarà allestito uno stand di prodotti agro-alimentari pugliesi.
A conclusione delle attività, lunedì 3 novembre, nella capitale macedone su invito della Facoltà di Filologia dell'Università Santi Metodio e Cirillo, il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, terrà una lezione all'Università sull'opera di Pier Paolo Pasolini. Nel corso della visita, accompagnato dall'Ambasciatore d'Italia Donatino Marcon, si svolgeranno incontri con il Presidente della Repubblica Branko Crvenkovski e con il Ministro della Cultura Elizabeta Manchevska Milevska.
Negli ultimi anni l’attenzione verso la lingua e la cultura italiana è cresciuta in tutta l’area balcanica e gli insegnamenti universitari riscuotono un grande successo. In molti paesi l’italiano è insegnato anche nelle scuole elementari e medie. Di questo fenomeno si è occupato il convegno svoltosi a Tirana su iniziativa della Comunità Radiotelevisiva Italofona – organismo a cui aderiscono la RAI, la TV svizzera del Ticino, Radio Vaticana, Telecapodistria, Telesanmarino - e a cui ha partecipato una rappresentanza della Regione Puglia.





"Settimana della lingua e della cultura italiana 2008"

Il Consolato d’Italia in Brisbane (Australia) in occasione dell’VIII edizione della “Settimana della Lingua Italiana nel mondo” (20-26 ottobre 2008), che quest’anno ha come tema “L’italiano in piazza”, é lieto di diffondere il programma degli eventi che saranno realizzati dagli Enti Gestori Co. As. It – Italian Language Centre, Società Dante Alighieri Brisbane e Italian School Committee, con il coordinamento dello stesso Consolato ed il sostegno del Governo del Queensland.
La rilevanza del tema ha ispirato gli eventi che si svolgeranno lungo il corso di questa Settimana. La partecipazione entusiasta delle scuola conferma poi l’importanza di questa manifestazione e, soprattutto, testimonia la crescita di interesse riguardo alla Settimana della Lingua Italiana in questa Circoscrizione Consolare.
Del resto, il tema della piazza offre molteplici spunti di riflessione, essendo per tradizione lo spazio privilegiato dell’incontro e della socializzazione. É il luogo che accoglie la folla delle feste e dei concerti, dei mercati, delle celebrazioni religiose e delle manifestazioni politiche e sociali.
In Italia, più che in ogni altro Paese, la piazza risulta essere fortemente caratterizzata a livello architettonico, assumendo forme differenti in base alle diverse funzioni per cui é stata concepita: esiste la piazza mercato, la piazzetta o la piazza centrale, spesso abbellita da fontane o significativi monumenti cittadini. La piazza il più delle volte coincide con il luogo dove si affacciano gli edifici principali sede del governo della città o quelli religiosi. Nonostante le differenze tipologiche, la piazza mantiene ovunque il suo ruolo di luogo simbolo della città, dove la cultura e la storia, la lingua e le tradizioni rivivono quotidianamente.
Che sia la magnificente Piazza Navona, la splendida Piazza del Campo o la piccola piazzetta di periferia, l’atmosfera che si respira in ogni piazza italiana é sempre la stessa, perché essa rappresenta, prima di ogni altra cosa, uno spazio sociale e culturale, luogo elettivo di interazioni linguistiche che variano dall’italiano standard a quello dialettale, al gergo giovanile, all’italiano dei nuovi immigrati. La piazza é così importante nella cultura e nella mentalità stessa degli italiani da influenzare molte espressioni della lingua parlata fra cui mettere in piazza (fare sapere a tutti), fare piazza pulita (sgomberare tutto), scendere in piazza (manifestare), rovinare la piazza (rovinare la reputazione).
In ogni forma di espressione artistica si riflette l’importanza della funzione della piazza, si pensi alle magnifiche piazze delle rappresentazioni pittoriche impressioniste o alle minuziose immagini del vedutismo veneziano. Fondamentale appare anche nel teatro e soprattutto nel cinema, il ruolo metaforico della piazza come palcoscenico. Qui prendono vita le passioni, i conflitti sociali, gli ideali politici: di volta in volta, lo spazio urbano assume sfumature di significati diversi, a seconda della funzione rappresentata. La celebrazione della piazza viene descritta anche nella poesia di ogni tempo e nella musica contemporanea, come, ad esempio, nella famosa canzone Piazza Grande di Lucio Dalla.
Il Consolato d’Italia in Brisbane partecipa attivamente presentando un documentario, frutto di un attento lavoro di ricerca della Dott.ssa Elisa Spano’ dell’Universita’ Statale di Milano realizzato sotto la guida della Direzione Didattica del Consolato dal titolo “La piazza nel cinema italiano. Il teatro della scena quotidiana”. Il documentario seleziona alcune scene tratte da film italiani, mettendo in evidenza le diverse funzioni che la piazza assume di volta in volta nel nostro cinema e offrendo differenti modalità di lettura: la piazza come luogo di denuncia e di rivendicazione della propria coscienza civile, sia nella lotta contro la mafia sia nella satira politica, la piazza come luogo di incontro e di dialogo o ancora come spazio di svago e di gioco. Il progetto verra’ presentato il 24 ottobre alle ore 13.30 presso la scuola di S.Sisto (Carina).
La Società Dante Alighieri di Brisbane insieme all’Università Griffith presenta una conferenza del dott. Riccardo Pelizzo dal titolo “Totò e il silenzio della piazza” che si terrà il 21 ottobre alle 20.00 presso la sede, proponendo il tema della piazza come “luogo privilegiato per fare politica” e presentando una chiave di lettura che sottolinea la mancanza del ruolo della piazza nella filmografia di Antonio De Curtis.
Il Co.As. It.- Italian Language Centre ha in programma una serie di iniziative nelle scuole tra cui alla scuola Rainworth State l’inaugurazione de “La Piazza” che si terra’ il 17 ottobre alle ore 18.00, seguita da una mostra d’arte alle 18.30.
Il 22 ottobre alle ore 8.30 presso la scuola All Hallows verra’ messo in scena lo spettacolo teatrale “Il principe felice” promosso dalla Fondazione Aida, gruppo di artisti e professionisti teatrali riconosciuta teatro stabile di innovazione per i ragazzi dal Ministero per i Beni e le Attivita’ Culturali italiano, rappresentato di recente anche presso il Lincoln Centre di New York. Lo sapettacolo sara’ in scena anche presso il Kelvin Grove College lo stesso giorno alle 14.00.
L’Italian School Committee propone diverse iniziative nelle scuole tra cui la rappresentazione teatrale “Il principe felice” che si terra’ alla scuola Sunshine Beach il 21 ottobre alle ore 10.30 e alle ore 13.30.
Un’interessante rassegna di performance teatrali e musicali presentate da diverse scuole dal titolo “Taste of Italy” si terra’ il 24 ottobre alle ore 18.30 presso il Lake Kawana Community Centre Sportsmans Parade a Bokarina.
Da non dimenticare che la Settimana della Lingua Italiana nel mondo ospitera’ la premiazione del concorso Studitalia, inserito nel protocollo d’intesa firmato da questo Consolato e dal Ministero dell’Istruzione del Queensland, che ormai da 16 anni premia la conoscenza della nostra lingua tra i ragazzi dell’ultimo anno di scuola secondaria, permettendo loro di passare un mese in Italia e sperimentare direttamente cio’ che hanno studiato relativamente alla nostra lingua e cultura. La premiazione avra’ luogo presso S. Sisto College di Carina il 24 ottobre alle ore 13.30.
www.consbrisbane.esteri.it
www.dante-alighieri.org.au





"Totò e Carolina in edicola il 18 ottobre"

In edicola con il Corriere della Sera





"Omaggio a Roberto Rossellini"

Nuovofilmstudio, "Fondazione Roberto Rossellini" e "Istituto MetaCultura", con il patrocinio del Comune e della Provincia di Savona dedicano un omaggio a Roberto Rossellini, Savona - 2, 9, 16, 23 Ottobre 2008.
Nel corso della manifestazione il giorno 16 ottobre alle 20,30 dopo la proiezione del film "Il generale della Rovere" seguirà presentazione e proiezione del film "Dov’è la Libertà? ", eccezionale collaborazione tra due protagonisti del cinema italiano del dopoguerra: Roberto Rossellini e Totò .
Dov'è la libertà? la divertente e paradossale favola morale che oppone la falsità della vita borghese e cittadina alla rassicurante onestà di quella carceraria; la frustrante ricerca di un’esistenza libera non solo dalle catene materiali ma anche da quelle metaforiche dell’opportunismo, del conformismo e del cinismo.
info su www.nuovofilmstudio.it





"L'oro di Napoli in edicola l'11 ottobre"

In edicola con il Corriere della Sera





"Sala Consilina a Roma a Palazzo Marini"

Roma, Palazzo Marini, mercoledì 8 ottobre 2008 ha avuto luogo un convegno dedicato ad Antonio De Curtis ( Totò ) e alle Morti Bianche. Evento che ha avuto luogo presso la Sala Conferenza della Camera dei Deputati. Numerosi ospiti sono giunti a Palazzo Marini a Roma. In platea erano presenti noti personaggi, tra cui Gina Lolobrigida e Luciano De Crescenzo, inoltre è giunta anche una comitiva proveniente da Sala Consilina ( Sa ). Questa manifestazione è stata dedicata alla vita e all’arte, una manifestazione che ha ricordato l’attore principe partenopeo Totò e all’iniziativa Inail con l’apertura del Telefono Bianco. Apparentemente diversi e distanti gli argomenti trattati in questo convegno, ma vi era un filo conduttore tra questi. Infatti Totò si è sempre dedicato a coloro che erano meno fortunati e alle problematiche sociali.
In questo mercoledì romano tale evento è stato diviso in due sezioni. Si è aperto il convegno con un film documentario, L’Associazione Amici di Totò…a prescindere! Onlus ha presentato tale film su Antonio De Curtis , Maschera Principe Poeta. Documento cinematografico che ha presentato una galleria fotografica di Totò in cui sono state riportate le parole di importanti personaggi dello spettacolo, letteratura, della cinematografia e filosofia tra cui Mario Monicelli, Alberto Bevilacqua, Nino Frassica, Renzo Arbore, Luciano De Crescenzo, Marisa Laurito, Gina Lolobrigida, Francesco Rosi, Vincenzo Vincenzi, Carlo Croccolo, Franco Nero ed altri ancora. Citazioni inclusi nella sezione “Hanno detto di lui”, erano comenti, ricordi di un attore che ha contribuito alla storia della cinematografia italiana. Numerose son state le pellicole interpretate da Totò, circa un centinaio.
Questa manifestazione a Palazzo Marini è stata presentata dall’Avvocato Ugo Pansolli, Consigliere Nazionale dell’Euripes. Sono intervenuti molte autorità tra cui Dott. Tito Lucrezio Rizzo, Consigliere Capo Servizio della Presidenza della Repubblica; Dottor Gianluigi Rondi, Critico Cinematografico; Senatore Vincenzo Vita, Presidente della Commissione Cultura del Senato della Repubblica; Arnaldo Ninchi, Regista; Dott. Antonio Napolitano, Direttore Regionale Inail Regione Lazio. Inoltre ci sono stati gli interventi del filosofo Luciano De Crescenzo dedicato a Totò e del Sindaco di Sala Consilina dedicato alle morti bianche. Il C.D. presentato nella serata di mercoledì scorso è stato realizzato dall’idea del Dott. Alberto De Marco, documento cinematografico realizzato in occasione del quarantesimo anniversario della scomparsa di Totò. La Sala delle Conferenze della Camera dei Deputati era gremita di ospiti. In sala erano presenti anche Miriana Tramantina Ivone, Presidente Cepis ( Centro Europeo per la Pace nel Mondo per l’infanzia e per lo sviluppo), la poetessa giuliana Maria Gabriella Macini. In questo incontro vi è stato uno spazio dedicato anche all’arte e alla poesia. Inoltre sono state esposte circa una decina di tele di Fiore da Sicignano, artista che lavora il rame con la tecnica a sbalzo.
Interessante e coinvolgente la seconda sezione prevista per la serata di mercoledì scorso. Si è discusso dei problemi relativi alla mancanza di sicurezza nel lavoro. Purtroppo ogni hanno molti sono le vittime ed i feriti. Un triste e spaventoso fenomeno della nostra società. E’ stato presentato, in questo evento, un Numero Telefono Bianco ( 06/97845690 ), numero telefonico dedicato ai lavoratori dove posso essere denunciate irregolarità nel mondo del lavoro. Purtroppo ogni hanno molte persone rimangono coinvolte in incidenti sul lavoro, un problema che dovrebbe essere evitato e risolto il quanto prima.
L’evento si conclude con un filmato dedicato a questi incidenti sul lavoro e una parte di questo è stato dedicato alla Thyssen Krupp. Immagini intense e forti, immagini di cui non erano necessarie parole per commentarle.
Questo evento è stato dedicato alla vita, la vita che viene messa a repentaglio durante le ore di lavoro. Vite messe a repentaglio non per la mancanza di leggi, ma per la mancanza di osservare le norme di sicurezze previste dalla legge stessa. E’ stata una serata dedicata alla vita.
articolo di Patricia Luongo tratto da www.valloweb.com





"Totò a colori in edicola il 4 ottobre"

In edicola con il Corriere della Sera





"Mostra di Andrea Petrone a Benevento"

Il giorno 1 ottobre 2008, alle ore 17.00, nelle scuderie del Palazzo Ducale di Fragneto Monforte (Bn), nell’ambito del XXII raduno internazionale delle mongolfiere, si inaugura la mostra personale dell’artista Andrea Petrone . Sarà esposta l’ultima produzione pittorica dell’artista, con opere dal marcato spirito umoristico, in chiave contemporanea, che analizzano le problematiche della nostra società.

Lo scrittore francese Jean-Noel Schifano così ne descrive alcune: “Bravissimo, Andrea, mi piace molto la tua Totoneide monnezzata fino al San Giovanni decollato e alla geniale maschera cocomerizzata in mezzo ai sacchetti puzzolenti! Una forte rivisitazione che sarebbe piaciuta al Principe De Curtis! ‘ O vesevo con il cuore e Totò in bersagliere mi piacciono ancora più degli altri, tutti riuscitissimi! Sì nu’ babà di artista!
L’iniziativa è a cura della Pro Loco di Fragneto Monforte .
Apertura della mostra con orario continuato.







"Tutto Totò" spettacolo di solidarietà

Andrà in scena stasera 30 settembre alle 20,20 al Teatro Piccinni di Bari lo spettacolo Tutto Totò, con Gigi De Luca e Cinzia Cerciello, Gino De Luca, Olimpia Cerciello, Ciro Meglio, Cristiana Gentile, Rodolfo Fornario, Rita Abbagnano, Annalaura Malvone, Imma Colantonio (musiche Tommaso Maione) dall'associazione Beppe Valerio. L' obiettivo è la raccolta fondi per la donazione dello strumento "Dbm Sonic Bone Prolifer" (misuratore della qualità del tes_suto osseo mediante ultrasuoni) del valore di 25.000,00 euro alla Clinica Pediatrica del Policlinico di Bari e di un apparecchio Holter Pressorio a favore della U.O Nefrologia e Dialisi del Giovanni XXIII di Bari, tramite la promozione di una lotteria.
Info www.associazionebeppevalerio.com





"Totò, il vero maestro unico"

Carissimi soci, in questi giorni ricorre il decimo anniversario della fondazione del Totò fans club di Pordenone.
Si è pensato di festeggiare tutti insieme

DOMENICA 28 SETTEMBRE, ORE 13.00
RISTORANTE “DA GIORGIO” (POZZO DI PASIANO)

Appuntamento ore 12.30, in fondo (venendo da Pn) al parcheggio della fiera di Pordenone.. Si prende la Pordenone-Oderzo, dopo 2/3 km, c’è una deviazione per lavori; subito dopo la deviazione (200/300 mt) si passa sopra un ponte Sul fiume. Subito dopo, pochissimo dopo l’incrocio, trovi, a destra, l’indicazione per PASIANO. La segui e, dopo due belle curve, ahimè non femminili, imbocchi una strada dritta. La percorri fino in fondo (3/4 Km) ove trovi un bivio. Giri a destra e vai sempre dritto. Trovi un semaforo e tiri dritto… dopo 300/400 mt, a destra, trovi l’indicazione RIVAROTTA. La segui e dopo 200/300 mt, sulla destra, di fronte al CONAD, c’è il ristorante “Da Giorgio” Se ti perdi o smarrisci la retta via, non piangere, non disperarti, ma telefona al 3393******. Risponde il sottoscritto che ti darà tutte le informazioni utili per raggiungere l’agognata (la cognata di chi?) meta. Astenersi lestofanti e leghisti.

PER PARTECIPARE AL PRANZO, BISOGNA PRENOTARE ENTRO E NON OLTRE IL 23 SETTEMBRE, DIRETTAMENTE AL RISTORANTE (0434/625029), SPECIFICANDO “PRANZO TOTO’ CLUB”.
IL PRANZO CONCORDATO PREVEDE:
*BIS DI PRIMI(gnocchetti all’anatra e riso ai funghi)
*Bis di secondi (faraona allo spiedo e arista allo spiedo)
*bis di contorni(insalata mista e patate fritte)
Acqua di fonte a volontà, caffè corretto. BEVANDE E VINI ESCLUSE/I
IL COSTO PRO-CAPITE, MI CAPITE, E’ STATO FISSATO A 20 (venti )EURO
CON BEVANDE E VINI CI SARA’ UN PICCOLO AUMENTO…CHE NON SAPREI QUANTIFICARE…DIPENDE DALLA QUANTITA’ DI DAMIGIANE…
DURANTE LE PAUSE DEL PRANZO ALCUNI SOCI VOLENTEROSI E SENZA VERGOGNA SI ESIBIRANNO IN SCENETTE, LETTURE,CAPRIOLE, STRIP-TEASE (Daniele), DANZA DEL VENTRE (Daniele), CONTORSIONISMI E GARE DI RUTTI…
A PRESTO
Per il Totò club
Natale e quale







"I dvd di Totò in edicola"

Dal 27 settembre in edicola con il Corriere della sera al prezzo di 9,99 euro + quotidiano in vendita una trentina di titoli in dvd di Totò. Si inizia con Guardie e ladri poi Totò a colori la settimana successiva, e ancora L'oro di Napoli, Totò e Carolina e altri al ritmo di uno alla settimana.
Il 25 ottobre e' prevista l'uscita di "Napoli milionaria" per la prima volta in dvd
Totò a colori
(4 ottobre)
L'oro di Napoli
(11 ottobre)
Totò e Carolina
(18 ottobre)
Napoli milionaria
(25 ottobre)
Totò, Peppino e la malafemmina
(1 novembre)
Signori si nasce
(8 novembre)
Miseria e nobiltà
(15 novembre)
La banda degli onesti
(22 novembre)
Siamo uomini o caporali?
(29 novembre)
Risate di gioia
(6 dicembre)
47 morto che parla
(13 dicembre)
Totòtruffa '62
(20 dicembre)
Totò Peppino e i fuorilegge
(27 dicembre)
Totò sceicco
(3 gennaio)
I tartassati
(10 gennaio)
Totò e le donne
(17 gennaio)
Totò cerca casa
(24 gennaio)
I soliti ignoti
(31 gennaio)
L'imperatore di Capri
(7 febbraio)
Totò cerca moglie
(14 febbraio)
Totò le Mokò
(21 febbraio)
Totò Fabrizi e i giovani d'oggi
(28 febbraio)

Gli arretrati si possono acquistare in rete al sito www.corrierecollection.it
info su www.corriere.it







"Retrospettiva dedicata a Monicelli a San Sebastian"

La 56esima edizione del Festival Internazionale del Cinema di San Sebastián (Spagna) dal 18 al 27 settembre dedica, quest’anno, un’ampia retrospettiva al grande regista italiano Mario Monicelli. Numerosi i film in programmazione, segnaliamo quelli interpretati da Totò:

18 settembre ore 16,00 Cinema Principe,7 I soliti ignoti
18 settembre ore 17,00 Cinema Principe,2 Totò cerca casa
18 settembre ore 23,00 Cinema Principe,3 Guardie e ladri
19 settembre ore 17,00 Cinema Antiguo Berri,4 Totò cerca casa
19 settembre ore 19,30 Cinema Principe,2 Totò e i re di Roma
19 settembre ore 20,30 Cinema Principe,3 Totò e le donne
19 settembre ore 22,00 Cinema Principe,2 Guardie e ladri
20 settembre ore 16,30 Cinema Antiguo Berri,8 I soliti ignoti
20 settembre ore 17,00 Cinema Antiguo Berri,4 Totò e i re di Roma
20 settembre ore 19,30 Cinema Antiguo Berri,4 Totò e le donne
20 settembre ore 19,30 Cinema Antiguo Berri,8 Guardie e ladri
20 settembre ore 22,30 Cinema Principe,10 Totò e Carolina
21 settembre ore 17,00 Cinema Principe,9 I soliti ignoti
21 settembre ore 19,30 Cinema Principe,10 Totò e Carolina
21 settembre ore 22,45 Cinema Principe,3 Risate di gioia
22 settembre ore 17,00 Cinema Antiguo Berri,4 I soliti ignoti
22 settembre ore 19,30 Cinema Antiguo Berri,4 Risate di gioia

Il calendario completo della manifestazione su www.sansebastianfestival.com







"Liliana De Curtis a Torre del Greco.
Il sindaco: “Dedicheremo una strada a Totò” "

“L’espressione triste che fa ridere” non è solo una frase che Antonio De Curtis amava dire per descrivere l’espressione del suo Totò, ma anche il titolo del libro di Adriana Settuario, edito dalle Edizioni Graus, che è stato presentato ieri sera presso il Circolo Nautico di Torre del Greco, alla presenza di Liliana De Curtis, figlia dell’immortale principe della risata. Ricco il parterre di ospiti, moderati da Angelo Ciaravolo, consigliere nazionale del’Ordine dei Giornalisti: oltre all’autrice, il critico letterario Francesco Saverio Torrese; il sindaco Ciro Borriello e il portavoce Antonio Borriello. La serata è stata allietata dalle musiche di Pino Di Maio che ha eseguito l’immancabile Malafemmina e altre canzoni scritte da Totò.
“Questo libro rappresenta una perfetta commistione tra ricerca scientifica e cuore- esordisce Torrese- E, oltre ad analizzare il rapporto tra Totò e Monicelli, si insinua nelle pieghe dell’uomo Totò. Il linguaggio piacevole veicola un messaggio importante: questo libro è un’operazione d’amore rivolta a quelli che amano il cinema, Totò e Monicelli”.
Adriana Settuario sottolinea il rapporto d’amore che la lega a Napoli e che l’ha spinta ad intraprendere un lavoro di ricerca meticoloso che ha portato a questo volume. “Io sono una di quei tanti bambini sorpresi dalla marionetta Totò in Totò a colori. Ho cercato di scoprire questo uomo affascinante e profondo che si nascondeva dietro al volto pubblico dell’attore”. La sala gremita non ha mancato di riservare calorosi applausi agli aneddoti raccontati da Liliana De Curtis che ha ricordato con affetto le sue visite a Torre del Greco insieme a suo padre. Molto intenso ed emozionante è stato il momento in cui ha recitato “A’ Livella”, ricordando: “Mio padre me la recitava spesso, per questo è un testo che sento particolarmente dentro di me”.

“Abbiamo intenzione di dedicare una strada a Totò- ha dichiarato a sorpresa il sindaco Borriello- Ci stiamo pensando da un po’, in quanto dobbiamo sentirci orgogliosi di essere torresi e napoletani. E quale miglior modo per dimostrarlo se non dedicando a questo uomo straordinario una strada nella nostra città?”. Il pubblico eterogeneo, ma tutto ugualmente entusiasta, ha dimostrato che il fascino di Totò è immortale ed universale.
articolo di Raimonda Granato su www.capitoloprimo.it







"La nascita di Totò 110 anni fa.
A San Giovanni arriva la figlia Liliana De Curtis"

Il ricordo dell'indimenticabile maschera di Totò, erede della Commedia dell'Arte e accostabile a quelle di Keaton o Chaplin, in occasione dei 110 anni dalla sua nascita approda a San Giovanni in Persiceto (Bologna)per una due giorni, con ingresso gratuito, che vedrà come ospite d'onore la figlia del principe della risata, Liliana De Curtis. La scelta di organizzare «Voilà Totò» nasce dalla comunanza, nonostante la diversa latitudine di origine e i quattro secoli di distanza, tra l'attore napoletano — all'anagrafe Antonio Focas Flavio Angelo Ducas Comneno De Curtis Di Bisanzio Gagliard i— e lo scrittore e commediografo Giulio Cesare Croce, autore de «Le sottilissime astuzie di Bertoldo», nato proprio a San Giovanni, di cui l'anno prossimo si ricorderanno i 400 anni dalla scomparsa con una serie di eventi: «Totò è colui che meglio ha messo in scena la povertà e la fame — osserva l'assessore alla cultura del comune Wolfango Horn — così come Croce ne "I banchetti mal cibati" scrive dell'importanza del corpo. Ma Croce era anche un cantore di piazza che, circondato dagli studenti, sbeffeggiava i professori, proprio come Totò ironizzava su onorevoli e caporali. È proprio la satira, la comicità immediatamente accessibile a tutti, l'improvvisazione, ad unire questi due personaggi».

La manifestazione si apre martedì 16 settembre alle 20.30, al cinema Fanin, con l'intervento della figlia di Totò — probabilmente ci saranno anche alcuni attori che con Totò hanno lavorato — seguito dalla proiezione di «Totò al giro d'Italia», diretto da Mario Mattoli nel 1948, primo film in cui il nome Totò viene assunto direttamente nel titolo, quasi una consacrazione per l'interprete di «Un turco napoletano».

Il giorno seguente, sempre alle 20.30, l'appuntamento si sposta al teatro Comunale, dove si parlerà di Totò come attore di teatro, con la consegna di un riconoscimento a Liliana De Curtis, cui seguirà una cena, presso il ristorante Fresco, dove verrà ricostruito un ambiente simile a quello di casa De Curtis, in grado di raccogliere i ricordi della figlia di Totò, legati soprattutto agli aspetti privati e meno noti del comico. Oggetti e foto generosamente concessi da Liliana De Curtis scandiranno la sua testimonianza diretta, arricchita dall'esecuzione di alcune canzoni scritte dallo stesso Totò.
articolo a firma P. D. D. tratto dal Corriere di Bologna del 13 settembre 2008







"Omaggio a Totò"

Comune di Torre del Greco (NA)
Il Sindaco, On. Dott. Ciro Borriello
“Siamo particolarmente onorati di avere a Torre del Greco la signora Liliana De Curtis per ricordare e rendere omaggio ad uno dei più grandi attori di tutti i tempi, il grandissimo Totò. Una serata all’insegna della cultura, della poesia e della buona musica, nonché della saggistica. Si presenterà infatti il volume “L’espressione triste che fa ridere. Totò e Monicelli, Edizioni Graus, a cura di Adriana Settuario. Un libro che ha già riscosso numerosi apprezzamenti dalla critica nazionale ed internazionale”. Così Ciro Borriello, sindaco di Torre del Greco. “L’evento – comunica il Primo cittadino - si terrà domenica 14 settembre, alle ore 19.00, sulla terrazza del Circolo nautico, Largo Portosalvo. All’incontro, per conoscere da vicino, in una sorta di primissimo piano, il principe della risata, interverranno il critico Francesco Saverio Torrese e Angelo Ciaravolo, consigliere nazionale dell’Ordine dei giornalisti, con la partecipazione del cantante chitarrista Pino De Maio che eseguirà le più celebri melodie napoletane, tra cui l’immancabile Malafemmina”. “Solo brevemente desidero anticipare – conclude il Sindaco - che il suggestivo saggio della Settuario considera dettagliatamente sette film diretti da Mario Moniceli: Totò cerca casa, Guardie e ladri, Totò e i re di Roma, Totò e le donne, Totò e Carolina, I soliti ignoti e Risate di gioia. In particolare il libro analizza il percorso narrativo di questi film mettendo a fuoco le scene fondamentali e confrontando le sequenze montate con le sceneggiature originali. Un felice percorso filologico delle pellicole che svela un backeground assolutamente sconosciuto. Oltre alle interviste a registi e sceneggiatori, sono riconsiderate le dure recensioni dell’epoca. Emerge un dettagliato ritratto a più sfaccettature sia dello straordinario attore che del proficuo rapporto con il regista Monicelli, che ha sempre difeso e profondamente amato Totò. Di sicuro un eccezionale appuntamento da non mancare di cui questa Amministrazione è particolarmente orgogliosa”.
Comunicato stampa, 9.09.2008





"Benevento Città Spettacolo"
Il corpo di Totò

Il programma di sabato 13 settembre della XXIX edizione del festival teatrale “Benevento Città Spettacolo” prevede alle 22 nell’Hortus Conclusus, Dama Bianca Teatro lo spettacolo teatrale “Il corpo di Totò”, scritto, diretto e interpretato da Marco Manchisi. Si tratta di un lavoro dedicato alla figura del grande attore napoletano, rappresentato nella sua veste di artista e di uomo, raccontato sia nel lavoro che nel quotidiano.

"Porto dentro di me un’immagine di Totò, sia nel lavoro che nel quotidiano, come fosse una presenza familiare, che spesso sa consigliarmi con una battuta, con una smorfia.
Questo forse perché, come attore, non l’ho visto mai in conflitto con i personaggi che ha interpretato, grazie alla forza della sua maschera che ha portato con tanta disinvoltura, ma anche al senso d’umanità da cui ha filtrato la sua arte comunicativa.
Lo spettacolo nasce da questa doppia suggestione, tra la tecnica istintiva del comico e le parole dell’uomo, attraverso la profondità e la leggerezza dei suoi pensieri e delle sue poesie. Ne risulta un profilo fragile, in bilico tra la forza dell’attore Totò, con i suoi ritmi, i suoi artificiosi e surreali colori, in contrasto alla naturalezza delle riflessioni di Antonio De Curtis sulla vita, sulle donne, sul suo desiderio di calma e solitudine, sulla difficile condizione dell’essere comico.
Ho scritto esplorando e lasciando vivere queste due anime così diverse, che in scena si provocano, stuzzicandosi tra scaramantici rituali popolareschi e quotidiane considerazioni, tra l’immediatezza della lingua napoletana e la ragionevolezza di quella italiana, tra rappresentazione e necessità di sottrarsi ad essa. Ma durante il confronto, poco per volta, i due universi si distendono nel dialogo, si contaminano, si alimentano vicendevolmente fino a fondersi per pronunciare con una sola lingua le ultime parole. Sono gli ultimi pensieri del Principe che, immerso nella cecità, appare come “… un dolcissimo fantasma, un esserino incorporeo…”, racconta teneramente Fellini."







"Castelvetrano (Marsala) : Cinema & Piazza,
II rassegna di arte cinematografica"

Riparte questa sera alle 21, la rassegna “Cinema & Piazza”, all’interno dell’incantevole scenario del rinnovato Sistema delle Piazze, con il film diretto ed interpretato da Carlo Verdone, Il mio miglior nemico, con Silvio Muccino, Ana Caterina Morariu, Agnese Nano e Paolo Triestino, che sarà l’ospite d’onore della serata.
La grande novità di quest’anno è che oltre al numero dei film nuovi che saranno ben 11, ci sarà una retrospettiva sul principe della risata, Antonio De Curtis, detto Totò con la proiezione di 6 dei suoi film più esilaranti , ed in parallelo partirà la rassegna del cortometraggio indipendente “Corti d’Aragona” con la proiezione di ben 10 opere di autori siciliani.
Si comincia appunto questa sera alle ore 21 con il corto di Giacomo Bonagiuso, intitolato MOBY DICK, MIRAGGI. Dall’incipit del famoso romanzo di Melville, una storia “metafisica” sulla tentazione del suicidio nelle giovanissime generazioni. Sullo sfondo di un’umanità distratta e chiusa nelle sue maschere, Ismaele trova il coraggio di vivere. L’autore insegna Etica Pubblica nell’Università di Palermo ed è direttore artistico del Teatro Selinus di Castelvetrano Selinunte.
Il cortometraggio ha ricevuto il Premio della Critica all’Eye Festival, organizzato dall’Università Kore di Enna. La rassegna proseguirà domenica 7 con il corto OCCHI di Marco Tumbiolo , un cortometraggio, scritto con Enza Bello, e realizzato per Tetethon nel 2006. La storia di Francesco, ragazzo catanese di 9 anni, e di sua madre, affetti entrambi da atrofia ottica, che affrontano ogni giorno le difficoltà della vita quotidiana. L’autore, mazarese, è un documentarista indipendente da anni impegnato nella produzione di film che raccontano il volto del nostro tempo. A seguire il film di Roberto Faenza “I Vicere”,tratto dal discusso romanzo di Federico De Roberto racconta la storia di un’antica famiglia catanese d’origine spagnola, gli Uzeda di Francalanza, sullo sfondo di un’Italia a cavallo tra il Risorgimento e l’Unificazione, interpretato da Alessandro Preziosi, Lando Buzzanca e Cristiana Capotondi.
Il sindaco Gianni Pompeo si dichiara soddisfatto: “ Dopo l’unanime consenso registrato per la prima edizione non potevamo far altro che potenziare questa rassegna, anche nell’ottica di allungare la stagione degli eventi legati all’estate selinuntina che ha consentito di accogliere nel nostro territorio migliaia di visitatori.” L
E’ importante ricordare che tutti gli spettacoli saranno a carattere gratuito ed inizieranno alle ore 21 nel Sistema delle Piazze, mentre la rassegna si concluderà giovedi 25 settembre come da calendario.

Questi i film di Totò in programmazione:
martedì 9 : I due marescialli
venerdì 12: Il latitante
lunedì 15: La banda degli onesti
giovedì 18:Totò contro i quattro
lunedì 22:Totòtruffa '62
giovedì 25:I due colonnelli

maggiori info www.castelvetranoselinunte.it







"Cosa sono le nuvole?" a Casertavecchia

Nel corso della manifestazione "Settembre al Borgo" a Casertavecchia sabato 6 settembre alle ore 18,00 un omaggio a Laura Betti. Previsto un incontro con l'intellettuale Gianfranco Capitta durante il quale saranno presentate alcune foto inedite dell'attrice e cantante scomparsa nel 2004 e sarà proiettato "Cosa sono le nuvole", la rivisitazione che Pier Paolo Pasolini fece dell'Otello nella quale la Betti interpretò Desdemona (tra l'altro, in questo film fa la sua ultima apparizione Totò).
notizia tratta da www.settembrealborgo2008.org





"Un concerto dedicato a Nannarella"

San Felice Circeo - Un concerto-spettacolo dedicato ad Anna Magnani, nel centenario della sua nascita. Dopo le mostre – tuttora in corso a Vigna La Corte e alla Porta del Parco - e alla rassegna cinematografica – domani 25 agosto alle ore 21:00 nel cinema comunale c’è la proiezione di “L’amore” - dedicate alla straordinaria attrice, San Felice Circeo rende un altro omaggio a Nannarella con una serata che sarà diretta da Sergio Licursi e che vedrà la partecipazione speciale di Liliana De Curtis , figlia del Principe Antonio de Curtis, in arte Totò.
“A Federì, va a dormì… Nun me fido”, si intitola lo spettacolo organizzato dall’associazione “L’Isola Eea” e dall’assessorato al turismo e alla Cultura del Comune, che si terrà mercoledì 27 agosto alle ore 21:00 in piazza Lanzuisi. Sul palco, l’attrice Alessia Cespuglio e la cantante Giovanna Nocetti (Leone d’oro alla Carriera), attraverseranno l’avventura artistico-esistenziale della grande Anna, sospesa tra canzoni, brani teatrali, battute cinematografiche, immagini di film, interviste e arie d'opera legate al repertorio di una cantante che lei, grande diva ma, soprattutto, insuperata donna e artista, ammirava e della quale qualcuno sostiene possa essere il naturale contraltare cinematografico: Maria Callas. Una serata, quindi, dedicata non solo all’attrice, ma anche alla commediante, alla cantante e alla villeggiante nelle terre di Circe. Proprio quel promontorio che Nannarella ha amato così tanto da eleggerlo a sito di riposo perenne. Un’importante testimonianza sarà portata, come detto, da Liliana De Curtis, da sempre impegnata in iniziative dedicate alla memoria del grande Totò, che lavorò in più occasioni a fianco della Magnani. Liliana De Curtis sarà gratuitamente ospitata presso il Circeo Park Hotel.
Dopo la rappresentazione San Felice, lo spettacolo “A Federì, va a dormì… Nun me fido” sarà portato in scena in tournée in diversi teatri d’Italia.
notizia tratta da www.sabaudiain.it





"L'Auditel e Totò"

Secondo i dati Auditel il film "Totò contro i quattro " trasmesso dai RaiTre martedì 19 agosto ha ottenuto un milione 936 mila telespettatori e l’11,02 per cento di share.





"Il sorriso nel cinema con Miseria e Nobiltà"

TOLENTINO - La città di Tolentino e la Civiltà del Sorriso rendono omaggio al regista Mario Mattoli con una serata intitolata “Miseria e nobiltà: il sorriso nel cinema” in programma per sabato prossimo alle ore 21, in piazza della Libertà, con ingresso libero.
Alla manifestazione interverranno il critico cinematografico Oreste De Fornari e la figlia del regista Marina Mattoli. Ospite della serata, condotta da Walter Corda, sarà Fanny Cadeo.
L'evento si concluderà con la proiezione del film “Miseria e nobiltà”, tratto dalla commedia omonima di Eduardo Scarpetta, interpretato da Totò, Dolores Palumbo, Enzo Turco, Valeria Moriconi, Vera Nandi, Carlo Croccolo e Sophia Loren. Mario Mattoli nasce a Tolentino il 30 novembre del 1898, a seguito del trasferimento del padre chirurgo dalla Toscana a Tolentino. E’ ricordato come il regista che ha diretto i film più divertenti e belli interpretati dal grande Totò.
Esordisce nel 1934, regista di 66 film ancora oggi molto graditi dal pubblico tra cui ricordiamo “L’ultima carrozzella”, “I tre aquilotti”, “Circo equestre za bum”, “Cinque poveri in automobile”, “Miseria e nobiltà”, “Signori si nasce”, “Un mandarino per Teo”, solo per citarne alcuni. Muore a Roma il 26 febbraio 1980. Mario Mattoli ha lasciato una traccia notevole nel mondo del cinema.
Sul suo modo di essere regista si possono citare le dichiarazioni di Alberto Sordi e di Macario, di Alida Valli e di Monicelli, di Antonio Pietrangeli e di Ercole Patti, di Totò e di Franco e Ciccio e di molti altri ancora.
Il suo è stato un cinema giocato quasi interamente sull’autore, sul personaggio, un cinema che sottraeva al pubblico gli aspetti sgradevoli della vita, un cinema costruito sul cast Mattoli è stato anche uomo di teatro e produttore.
La serata Omaggio a Mario Mattoli è organizzata dall’assessorato comunale alla Cultura e inserita nel cartellone “Tolentino la Civiltà del Sorriso tra memoria e futuro” con la direzione artistica di Maurizio Costanzo, promossa in collaborazione con Walter Corda, Mario Ghinassi e Vincenzo Leoni e con il patrocinio e la sponsorizzazione di Regione Marche, Provincia di Macerata, Camera di Commercio, Prometeo, Contram e Nuova Simonelli.
notizia tratta da www.corriereadriatico.it del 20 agosto





"Teatro comico "Bombetta d'oro" fa grande Altamura"

Con lo spettacolo di Oreste Lionello, mostro sacro della rivista e del teatro, si è conclusa davanti ad un folto pubblico la sesta edizione del Festival Nazionale del Teatro Comico Premio 'Bombetta d'Oro' organizzato dalla compagnia altamurana "La Banda egli onesti".
La rassegna, che si tiene in collaborazione con il Comune di Altamura, con la Regione Puglia e con la Presidenza del Consiglio Regionale, porta il nome della città murgiana in tutta Italia negli ambienti del teatro amatoriale ed è sinonimo di buona organizzazione ed alta qualità dell'offerta culturale.
Come ha dimostrato lo spettacolo di Lionello, coadiuvato dal musicista Avio Focolari (sono sue le musiche fischiettate di alcune colonne sonore di Sergio Leone). L'attore del "Bagaglino" e di mille esperienze artistiche ha messo in scena i suoi pezzi 'forti', da Andreotti a Berlusconi, ma anche poesie e canzoni, deliziando la platea con la sua ironia sottile e arguta in uno spettacolo che è cominciato sotto forma di simpatica conversazione e si è poi sviluppata con dei quadretti comici (come i personaggi di un omerico Ulisse sgrammaticato e dello spassoso anziano Arturo). Gli sketch dell'attore più longevo del Bagaglino sono stati intervallati dai premi assegnati ai vincitori del Festival dalle mani della presentatrice Tonia Clemente e del direttore artistico Silvano Picerno.
Ecco una ricca galleria fotografica (dal sito gravinaonline.it) dello spettacolo di Lionello e dell'ultima serata.
Questi i risultati della giuria tecnica, formata da Onofrio Bruno, Maria Teresa Ciccimarra, Elena Saponaro, Giuseppe Pupillo, Gianni Tullo: miglior caratterista a Gianna Pellicciaro che ha interpretato il personaggio di Lina Pesavento con la Compagnia Piccola Ribalta di Bari; miglior attore protagonista a Emiliano Zatelli della Compagnia Ronzinante di Lecco; miglior regia a Marino Gennarelli della Compagnia Gli Ignoti di Napoli; miglior spettacolo e 1.000 euro di premio allo spettacolo 'Tutto Shakespeare' della Compagnia Ronzinante di Lecco.
La giuria ha voluto aggiungere un ulteriore premio oltre ai quattro previsti assegnando una menzione speciale a Pasquale Galdi che ha interpretato il personaggio del commissario con la Compagnia Avalon di Salerno. Anche il pubblico ha votato il proprio gradimento durante i cinque spettacoli in gara, decretando il maggior gradimento allo spettacolo 'Vicini troppo vicini' della Compagnia Piccola Ribalta di Bari. Ha preso parte alla rassegna anche la compagnia EtaBeta di Pordenone che ha messo in scena lo spettacolo 'Money - La felicità non fa i soldi'.
A consegnare i premi sono saliti sul palco anche l'assessore alla cultura del Comune, Giovanni Saponaro, ed il presidente del Consiglio Regionale Pugliese, Pietro Pepe. Quest'ultimo, dopo aver speso parole di elogio per la manifestazione, ha consegnato una 'Bombetta d'Oro' al mattatore della serata Oreste Lionello che, nelle vesti di Berlusconi, ha improvvisato un irresistibile duetto comico con lo stesso Pepe, un gustosissimo fuori programma!
La serata si è conclusa con tutta "La Banda degli onesti" sul palco che ha reso omaggio a colui il quale ha reso possibile la realizzazione del Festival, al quale è dedicato: Antonio De Curtis, in arte Totò.
notizia tratta dal sito www.notizie-online.it del 19 agosto





"Liliana e Curtis a Positano per un omaggio a Totò"

Proseguono gli appuntamenti della terza rassegna letteraria “ Domina Positano “ che spicca in Costiera Amalfitana fra Amalfi e Ravello per la lunghezza e qualità-. Sabato 9 agosto, alle ore 21,00, sulla terrazza dell´ hotel Domina Home Royal omaggio al principe della risata con Adriana Settuario che presenta il libro " L´espressione triste che fa ridere – Totò e Monicelli ( edizioni Graus ). Alla serata partecipano Liliana De Curtis, Francesco Saverio Torrese, il sindaco Domenico Marrone e l´attrice Miriam Campaniello che, in apertura, reciterà la poesia “ a livella “. Modera Angelo Ciaravolo, consigliere nazionale dell´ordine dei giornalisti. L´intervento musicale è affidato al cantante chitarrista Ciro Sebastianelli che eseguirà le più celebri melodie napoletane tra cui l´immancabile Malafemmina. A seguire degustazione del limoncello “ Il gusto della costa “ di Praiano. Il saggio della Settuario scandaglia dettagliatamente sette film ( Totò cerca casa, Guardie e ladri, Totò e i re di Roma, Totò e le donne, Totò e Carolina, I soliti ignoti e Risate di gioia). In particolare il libro ripercorre il tracciato narrativo di questi film, descrivendone e commentandone i passi salienti nonché confrontando le sequenze montate con le sceneggiature originali. Questa lettura filologica dei testi film fornisce dei dettagli inediti. Oltre alle interviste a registi e sceneggiatori, sono state rispolverate anche vecchie recensioni. Dal libro traspare un ritratto a più dimensioni dell´attore partenopeo e del rapporto con il regista che seppe ravvisare in Totò una vena di follia, definendolo uomo senz´anima.
notizia tratta da www.positanonews.com





"Il Baule di Totò al Giffoni Teatro"

Sarà dedicata a Napoli l’undicesima edizione di Giffoni Teatro, l’evento promosso dall’omonima Associazione con il patrocinio di Regione Campania, Provincia di Salerno, Comune di Giffoni Valle Piana, Comunità Montana Monti Picentini, Camera di Commercio, Ente Provinciale per il Turismo, Fondazione Salernitana Sichelgaita. Ad inaugurare la kermesse estiva, in programma come di consueto al Giardino degli Aranci di Giffoni Valle Piana, sarà Alessandro Siani, il 2 agosto alle 21.30, con il suo fortunato show “Per Tutti”.
Già protagonista nelle precedenti edizioni, il comico napoletano tornerà nei Picentini per sfoderare l’altalena di battute che contraddistinguono il brillante spettacolo e che spaziano dalla politica al costume sociale. Gag, momenti musicali e anche l’ingresso a sorpresa di numerosi ospiti gli ingredienti dello show che nella scorsa stagione ha registrato ovunque il tutto esaurito. Nell’attesa degli sketch targati Siani, il programma della XI edizione di Giffoni Teatro presenterà 12 sfavillanti appuntamenti di prosa, cabaret e musica, legati al folklore tipicamente partenopeo ed impreziositi dai big della tradizione teatrale napoletana. Tante le novità ancora top secret che si aggiungono alle gradite conferme. Per il terzo anno consecutivo tornano gli “Incontri al Caffè”, l’appuntamento tra i protagonisti delle serate e i loro fan che precede le rappresentazioni al Giardino, e la formula del TeatroRagazzi.

Vera chicca di questa edizione sarà l’appuntamento del 6 agosto, quando il Giardino degli Aranci si sdoppierà tra palco e salone espositivo per ospitare il “Baule di Totò”. La Mostra, gentilmente concessa dall'Ente Autonomo Antonio de Curtis, ricostruisce, attraverso fotografie, documenti e locandine, la grande avventura teatrale, cinematografica e televisiva di Totò. I percorsi attraverso cui si ricompone la sua immagine di artista e di uomo sono scanditi dalle gigantografie di altrettanti momenti della vita e della carriera. Il sogno di Totò prende corpo e riappaiono così tutti i frammenti della sua biografia privata e della sua storia artistica, come il tight, la bombetta e i pantaloni a saltafosso dei suoi esordi, la divisa del Comandante ed il costume dell'Esistenzialista di Totò a Colori ed, ancora, il fondotinta Hollywood Extra e la scatola delle amate sigarette Tourmac Rouge, le foto di famiglia e i pennacchi dei bersaglieri per il gran finale in passerella, il ferro di cavallo portafortuna e il guanto di Studio Uno, il prontuario di citazioni latine Regulae Juris e la pergamena di laurea dagli ammiratori napoletani.
Nella stessa giornata, il pubblico di Giffoni potrà riassaporare la vita artistica dell’indimenticato De Curtis non solo attraverso il contenitore-cassaforte custodito da Federico Clemente (nipote del Principe), ma anche con lo spettacolo “Totò 110 e lode”, interpretato da Riccardo Garrone, Vito Cesaro, Antonio Miele e l’Orchestra dal vivo diretta da Vito Molinari.

Per informazioni su come prenotare ed acquistare abbonamenti e biglietti per l’edizione:
Associazione Giffoni Teatro 339 4611502;
Informagiovani di Giffoni Valle Piana 089 866760;
www.giffoniteatro.it .
Giffoni Valle Piana - Salerno, 2 luglio 2008
Ufficio Stampa JaG Communication
Tel/fax: 089 797416 – press@jagcommunication.com
Gilda Camaggio 335 6785601 – Silvia De Cesare 334 3422911







"Da Capitan Blood a Capitan Sparrow....."
...passando per Totò contro il pirata Nero

E' iniziata martedì 1° luglio la rassegna filmica estiva proposta dall'Assessorato alla Cultura - Centro Audiovisivi, che si terrà in Sala Farinati - Biblioteca Civica , tutti i martedì fino al 9 settembre 2008 a Verona.La rassegna ripercorre le più belle e caratteristiche figure di pirati della storia del cinema.
La rassegna Da Captain Blood a Captain Sparrow fa parte delle attività salgariane che coinvolgono vari Enti ed Istituzioni di Verona e Provincia, e si concluderanno con un convegno organizzato dalla Biblioteca Civica in collaborazione con la rivista "Ilcorsaronero" e il Centro Audiovisivi.
Il convegno, dal titolo "SALGARI & ALTRO" si terrà sabato 27 settembre alle ore 9.30 in Sala Farinati della Biblioteca Civica e sarà condotto da Alessandro Faccioli, Denis Lotti, Marco Grifo.
In programmazione il 5 agosto Totò contro il pirata Nero

Per il programma completo e contatti portale.comune.verona.it







"Mario Camerini e la cinematografia del ‘900"
- Castelbellino (AN) dal 22 al 29 luglio 2008

Prende il via questa sera la settima edizione della rassegna “Mario Camerini e la cinematografia del ‘900” all’interno della manifestazione Castelbellino Arte 2008. Quest’anno la rassegna cinematografica rende omaggio a Mario Monicelli, regista e sceneggiatore italiano tra i principali interpreti della commedia all’italiana.
Saranno proiettati presso la Terrazza Mario Camerini alcuni dei capolavori del maestro toscano, da “La Grande Guerra” a “Guardie e ladri”, da “Le risate di gioia” a “La ragazza con la pistola”.
Da non perdere il convegno del Prof. Gualtiero de Santi su “Società e cultura nel cinema di Monicelli”, fissato per sabato 26 luglio al Teatro Beniamino Gigli.[...]

Questi film con Totò inseriti nel programma della Rassegna Cinematografica “Mario Camerini”

Giovedì 24 Luglio, Terrazza M. Camerini, ore 21:30
RASSEGNA “OMAGGIO A MARIO MONICELLI”
Proiezione del film “Guardie e Ladri” (1951) con Totò ed Aldo Fabrizi.
“Mario Camerini e la cinematografia del ‘900"

Lunedì 28 Luglio, Terrazza M. Camerini, ore 21:30
RASSEGNA “OMAGGIO A MARIO MONICELLI”
Proiezione del film “Risate di gioia” (1960) con Anna Magnani e Totò.
“Mario Camerini e la cinematografia del ‘900"
notizia tratta da www.laprimaweb.it







"Taggia: cinema all'aperto con i film di Mario Monicelli"

La ritrovata sensibilità del comune di Taggia torna a premiare le iniziative culturali e nuovamente promuove il cinema all'aperto con una rassegna che in due serate, il 15 luglio ed il 19 agosto, omaggia il genio e più longevo protagonista del cinema italiano Mario Monicelli.
Il regista che nella sua carriera iniziata ancor prima del cinema neorealista ha diretto molte generazioni di attori e tra questi i due protagonisti delle pellicole che verranno presentate a Taggia in Piazza Reghezza. Totò, Antonio De Curtis per i Soliti Ignoti ed Alberto Sordi protagonista di un meraviglioso Marchese del Grillo.
Le due proiezioni cercano di abbracciare due periodi lontani tra loro e due modi di direzione filmica che sottolineano la versatilità di Monicelli. L'iniziativa viene promossa, grazie al contributo del Comune di Taggia, dalla Crash Production di Stefano Di Luca che assieme al cinema all'aperto presenterà il 5 agosto l'edizione zero di una rassegna di Cortometraggi. L'appuntamento è quindi per martedì 15 luglio con I Soliti Ignoti, martedì 5 agosto con I Cortometraggi ed il 19 agosto con Il Marchese del Grillo in Piazza Reghezza a Taggia. Inizio proiezioni ore 21.15. L'ingresso è libero.
notizia tratta da www.sanremonews.it





"Il cinema di poesia - Premio il Magio Randagio"

Del primo verranno proiettati, sotto le stelle, un lungometraggio, "Uccellacci uccellini", e due cortometraggi, "Cosa sono le nuvole?" e "La terra vista dalla luna" in cui il regista ha condensato, in pochi minuti, tutta l'essenza della sua poetica cinematografica anche grazie alla presenza scenica di Totò e Ninetto Davoli, protagonisti in tutti e tre i film.
Del secondo regista potremo rivedere il divertentissimo "Mortacci", con Vittorio Gassmann ed altri celebri volti del cinema italiano, ed il film che dà il nome alla rassegna, "I magi randagi" appunto, film fiabesco tratto da un vecchio progetto di Pasolini, collaboratore e mentore di Citti, e girato in parte proprio a Venafro.
La supervisione artistica del festival è affidata al prof. Francesco Crispino, docente di Storia e critica del cinema presso le università di Cassino e Roma 3, e vedrà la presenza anche di altri esperti Cittiani e Pasoliniani come la prof.ssa Stefania Parisi e la dott.ssa Emanuela Patriarca.
Saranno presenti inoltre in P.zza Annunziata, attraverso due incontri, Stefano Urbanetti, oggi pomeriggio (sabato 19 luglio) alle ore 18.30, collaboratore di Sergio Citti, e Francesco Torelli, produttore de "I Magi randagi", nel dibattito di domani (domenica 20 luglio) ore 18.30.
Nella serata di domenica 20 luglio a partire dalle ore 20.30 è in programma la lettura dell'articolo "Io So" di Pier Paolo Pasolini, pubblicato sul Corriere della Sera il 14 novembre 1974, omagio della compagnia teatrale "Dietro le Quinte" al Pasolini giornalista.
Si proseguirà poi con la proiezione del film di Sergio Citti, I Magi Randagi, che nel 1997 fu Nastro d'Argento per il miglior soggetto originale.
Questa tre giorni di cinema si concluderà con la consegna del premio "Magio Randagio" a Francesco Torelli, produttore de "I Magi Randagi", e con il concerto per pianoforte del M° Claudio Luongo.
Il festival è stato organizzato dalla pro loco di Venafro in collaborazione con l'assessorato alla cultura della Regione Molise e si propone come un evento continuativo che possa diventare in futuro un punto di riferimento per tutti gli appassionati di cinema e non solo, oltre che fungere da trampolino di lancio per il definitivo rilancio del bellissimo centro storico di Venafro, luogo mai troppo valorizzato.
Gli spettacoli inizieranno alle ore 20.30 in P.zza Merola (San Francesco) - Centro storico di Venafro.
Per informazioni rivolgersi a : info@prolocodivenafro.com; stampa@prolocodivenafro.com;
notizia tratta da www.primapaginamolise.it





"Liliana de Curtis al Calatia 2008"

MADDALONI (Caserta). Tra le novità del Calatia 2008 c’è senza dubbio una piccola impresa o, quanto meno, un grande onore, ospitare per la prima volta a Maddaloni Liliana De Curtis, unica figlia dell’indimenticabile Totò.

Venerdì sera 18 luglio infatti, nell’ambito del CalatiaEditoria, si terrà presso la Sala Gebbia della Biblioteca Comunale la presentazione del libro “Totò mio padre”, edito da Rizzoli, in cui l’autrice traccia la biografia "ufficiale" dell'amato comico, dalla gavetta ai trionfi, dall'infanzia agli amori, dall'avanspettacolo alla poesia, dall'oblio al culto: uno spaccato di vita familiare in cui Totò viene descritto soprattutto nella sua dimensione umana segreta. A moderare l’incontro Emanuele Esentato, direttore artistico della rassegna giunta quest’anno alla sesta edizione, entusiasta già dell’ospite. “Per noi giovani, e in particolar modo più avvezzi agli ambienti teatrali, - ha sottolineato il giovane attore e regista - che siamo cresciuti con i miti di gente come Totò, Eduardo e Peppino de Filippo, avere qualcuno che ha vissuto fianco a fianco con loro, come la Principessa Liliana, è davvero la ciliegina sulla torta per le tante energie profuse in questi anni”.
notizia tratta da www.pupia.tv







Carosonando con Totò

Per la sesta edizione del festival “ Musica per i Borghi “ con la Direzione artistica del M° Peppe Vessicchio , venerdì 18 luglio 2008 a S. Angelo di Celle (PG) alle ore 21:00 andrà in scena uno spettacolo musicale omaggio a Renato Carosone e Antonio De Curtis, : “ Carosonando con Totò “ , un ricordo tra musica e comicità di due grandi artisti napoletani attraverso le canzoni , la poesia , l’ umorismo , le battute , il divertimento e la simpatia che li hanno resi celebri in tutto il mondo . Lo spettacolo è ideato e scritto da Marcantonio Scaramuzza , che interpreta il principe della risata Antonio De Curtis in arte Totò , con divertenti sketch inediti di Scaramuzza e battute , poesie e canzoni più conosciute di De Curtis , come “ La mazurca di Totò “ e “Miss mia cara Miss” . Marcantonio Scaramuzza, giovane attore, imitatore e showman napoletano, già noto alla stampa e alla televisione nazionale (Rai e Mediaset) per la sua straordinaria imitazione del principe Antonio De Curtis.
Gli arrangiamenti e la direzione musicale sono del M° Vincenzo Sorrentino , che ripropone al pianoforte l’inconfondibile stile del M° Renato Carosone , accompagnato da un’ orchestra di quattro musicisti , chitarra : Raffaele Iovino, batteria : Giuseppe Giacco, sax alto : Fabio Sullutrone , basso : Corrado Cirillo ; durante lo spettacolo il M° Sorrentino presenterà due brani musicali solo pianoforte : “Tribattito” e “Frammento n°4” tratti dal suo album “ Tribattito” uscito ad ottobre 2007 .
Voce protagonista delle canzoni di Carosone e De Curtis è il cantante napoletano Bruno Cuomo , che durante lo spettacolo insieme a Scaramuzza , in un momento artistico originale interpreterà la celebre canzone “Malafemmena” solo voce e pianoforte . Bruno Cuomo , già noto al grande pubblico come vincitore di “ Operazione Trionfo” , il programma Tv di Italia 1 , con il quale si è aggiudicato un contratto discografico con la Warner e ha inciso l’album che porta il suo nome , unitamente al singolo “ L’atmosfera” , scritto dal celebre Giancarlo Bigazzi .
Tra i cantanti di “ Carosonando con Totò”, due giovani promesse: Claudia Coticelli , reduce dai provini di X FACTOR , il noto programma di Simona Ventura , dal quale su 18000 aspiranti , Claudia è riuscita a posizionarsi nella rosa dei 5 candidati, nella categoria di Mara Maionchi ; e per ultimo ma non da meno il più piccolo del cast Michele Selillo , voce intensa con grandi potenzialità , che è riuscita a distinguersi ai provini di “ Amici “ di Maria De Filippi .
Un ringraziamento particolare alla Pittrice e Scultrice polacca Wladyslawa Jankowska per aver realizzato attraverso l’arte della sua pittura l’immagine della locandina del nostro spettacolo “Carosonando con Totò”. Wladyslawa Jankowska , già nota alla stampa e alla televisione nazionale per la sua partecipazione a “Buona Domenica “, il programma Tv di Canale 5, dove Maurizio Costanzo ha presentato la Signora Jankowska , per la sua originale capacità di trasformare un semplice pezzo di sapone in un ‘opera d’arte ; inoltre , l’ Artista ha collaborato con Scaramuzza come Aiuto regista e responsabile della parte grafica del cortometraggio “ La verità di Totò”, terzo classificato nel 2007 nella categoria mush up al concorso “ Corti on line”, promosso dalla Festa del Cinema di Roma.

www.musicaperiborghi.it
www.myspace.com/carosonandocontoto
www.marcantonioscaramuzza.it







Pier Paolo Pasolini incontra Tarquinia

Pier Paolo Pasolini incontra Tarquinia (Viterbo). La cittadina tirrenica dedicherà all’intellettuale italiano – scrittore, critico, regista cinematografico - un'importante rassegna culturale (organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Tarquinia e dall’Università Agraria con la collaborazione della STAS) dal titolo “Pasolini”, che si terrà dal 9 al 13 luglio. Due i luoghi in cui si svolgerà la manifestazione. Alle ore 21.30, presso la Torre di Dante, saranno proiettati due famosi film diretti da Pasolini.
Il mercoledì “Mamma Roma”, storia che si muove sullo sfondo della periferia della capitale ed è interpretato da Anna Magnani, nel ruolo di Mamma Roma - intorno al quale ruotano gli altri personaggi - che cerca un riscatto sociale, lei prostituta sottoproletaria, nell’integrazione all’interno della piccola borghesia romana.
Il giovedì “Uccellacci uccellini ”, con protagonisti Totò e Ninetto Davoli, vaganti per le periferie e le campagne circostanti di Roma accompagnati da un corvo parlante.
articolo tratto da www.tusciaweb.it





Totò protagonista ne "La valigia dei sogni" su LA7

Roma, 6 lug. - (Adnkronos) - La seconda puntata di "La Valigia dei sogni", programma di approfondimento cinematografico di La7, in onda domani alle 20.30, sara' dedicata a Toto' e al film "Siamo uomini o caporali?", diretto nel 1955 da Camillo Mastrocinque e prodotto da Alfredo De Laurentis. "La valigia dei sogni", titolo che si ispira all'omonima pellicola del 1953 di Luigi Comencini, e' un programma nato nel 2002 che si propone di parlare in maniera divulgativa, ma al tempo stesso approfondita, del cinema italiano. La peculiarita' del programma e' quella di tornare sui luoghi e sui set dei film, veri protagonisti di molte pellicole., riproducendo in maniera fedele le inquadrature originali per offrire allo spettatore la possibilita' di osservare come quei luoghi, nel corso degli anni, siano cambiati.

"Siamo uomini o caporali?" e' stato girato a Roma, in particolare nel quartiere del "Ghetto" zona adiacente all'Isola Tiberina. Una location che fu teatro di numerose scene dei film di Toto', tra i quali "I Tartassati", "Toto' e Carolina", "Toto' al giro d'Italia" e "Risate di gioia".

Nella scheda del film breve clip video della puntata.







"EduardoTotò"
La poesia in musica

Domenica 6 luglio ore 21,00 prenotazione obbligatoria
Villa delle Ginestre Torre del Greco (Na)
La Compagnia del Sancarluccio
presenta
Pina Cipriani in
EDUARDOTOTO’
La poesia in Musica
Poesie di Eduardo De Filippo e Antonio De Curtis
Musicate da Franco Nico
Regia di Franco Nico

Con i musicisti:
Egidio Mastrominico (violino)
Giosi Cincotti (pianoforte e fisarmonica)
Marco Gesualdi (chitarra)
Giacomo Pedicini (basso)
Drummond Petrie (violoncello)
Pino Ciccarelli (Sax e clarinetto)
Stefano Tatafiore (Batteria)
Con la partecipazione di Franco Nico e la sua chitarra

Ho incominciato a pensare al progetto “Eduardo Totò” dopo aver musicato le poesie di Eduardo De Filippo, alcune negli anni ’90 come “lo vulesse truvà pace” che avevo ascoltato dalla viva voce di Pupilla Maggio, madrina per il decennale del Sancarluccio ed altre nel Duemila per lo spettacolo “Song Eduardo” in occasione del centenario della sua nascita. Nel 1981 avevo musicato le poesie di Totò a partire da “a Livella” per la voce e la personalità artistica di Pina Cipriani, riservandomi di essere anch’io presente in scena per cantare due brani: “A passiona mia erano “Rrose” e “Ngiulina”. Antonio de Curtis in arte Totò che alternava momenti cinematografici tratti dai films di Totò, a cura di Mario Franco, ai versi in musica, ebbe grande successo al Sancarluccio, in tour nazionale e in Francia, dove partecipò al Festival di Avignone, al Festival Internazionale del Cinema a La Rochelle ed al terzo Festival del Teatro Grenoble. Uguale successo ebbero i tre giorni del convegno di studi promosso come lo spettacolo, dalla Compagnia del Sancarluccio, ed organizzato .dal critico cinematografico de "II Mattino" Valeria Caprara, dal titolo provocatorio "Quale Totò per gli anni Ottanta?", al quote presero parte Goffredo Eofi, Franca Faldinl, Orio Caldiron, Gennaro Magliulo, Franco Carmelo Greco, Ettore Massarese, Vincenzo Siniscalchi tra gli altri. II progetto che mi piace definire ambizioso, e oggi quello di riunire in uno spettacolo unico la poesia di Toto e quella di Eduardo, passionale la prima, più razionale la seconda. L'intento è di approfondire la conoscenza dell'aspetto "poetico" di questi nostri attori e autori internazionalmente noti, che hanno avuto, ciascuno a modo proprio conto, una particolare esigenza di esprimere in versi considerazioni di vita e riflessioni sulla società, nel momento storico in cui sono vissuti, con una particolare attenzione alla gente di Napoli ed alla "lingua" napoletana. (Luglio 2007)
Le Poesie In Musica Dello Spettacolo : Sono Presenti Nel Cofanetto Contenente I 2 Compact Disc "Pina Cipriani Canta Eduardo" E "Pina Cipriani Canta Toto'"

Lo spettacolo e' inserito nel programma del 21° Festival delle Ville Vesuviane (27 giugno - 3 agosto 2008) maggiori info su www.villevesuviane.net







"L'espressione triste che fa ridere"
Totò e Monicelli

Sabato 5 luglio alle ore 21,00 nella piazza di Forio d'Ischia presentazione del libro di Adriana Settuario "L'espressione triste che fa ridere. Totò e Monicelli" ,ospiti della serata il regista Mario Monicelli e Liliana de Curtis, figlia dell’indimenticato attore napoletano. L'evento si inserisce nella manifestazione "Approdi d'autore 2008 - Parole e suoni sotto le stelle" giunto oramai alla IV edizione che ogni settimana alle ore 21,00 dal 5 luglio al 6 settembre alternera' performance letterarie con spettacoli leggeri.
Il programma completo su www.grauseditore.it





"La Fiera della casa ricorda i film in B/N"

Una rassegna celebra gli indimenticabili film del mattino trasmessi dalla Rai. Nella memoria dei napoletani è un'immagine in bianco e nero, ma nitidissima: seduti davanti alla tv per guardare un film nelle calde mattine d'estate. All'epoca c'erano solo due canali Rai e le trasmissioni iniziavano nel pomeriggio. Quella programmazione straordinaria era il segnale che negli stand della Mostra d'Oltremare aveva preso il via la "Fiera della Casa". Oggi quell'operazione di marketing viene celebrata nell'ambito della cinquantunesima edizione della "Fiera della Casa retrospettiva cinematografica", che prenderà il via da domani fino al 5 luglio. Si tratta di una rassegna cinematografica dedicata ai film che la Rai trasmetteva alle 10,30 in concomitanza con lo svolgimento della manifestazione.
Ospitata dal Teatro Mediterraneo, la rassegna propone una carrellata sul cinema italiano dagli anni '50 agli anni '70: "Il Sorpasso", uno dei capolavori della commedia all'italiana degli anni del boom per un omaggio a Dino Risi; "C'eravamo tanto amati" di Ettore Scola; un tributo a Totò con la trilogia "La banda degli onesti", "Totò e Peppino e i fuorilegge" e Totò Diabolicus". La programmazione della rassegna è arricchita da una sezione interamente dedicata ai bambini con titoli come "Opopomoz" e "Il cane e il suo generale". Spettacoli alle 17:00, 19:00 e 21:00.
articolo tratto da www.julienews.it

Questa la programmazione per i film di Totò:
27 giugno ore 19,00 L'oro di Napoli
28 giugno ore 21,00 L'oro di Napoli
29 giugno ore 19,00 L'oro di Napoli
2 luglio ore 19,00 La banda degli onesti
3 luglio ore 19,00 Totò, Peppino e i fuorilegge
4 luglio ore 19,00 Totò diabolicus
4 luglio ore 21,00 La banda degli onesti
5 luglio ore 21,00 Totò diabolicus
6 luglio ore 21,00 Totò, Peppino e i fuorilegge

La programmazione completa sul sito www.mostradoltremare.it







"La valigia dei sogni"

Nella puntata in onda il 30 giugno alle ore 20,30 su LA7 special dedicato al film "I soliti ignoti". Lo sceneggiatore Furio Scarpelli, l'attore Tiberio Murgia, il regista Carlo Lizzani e lo storico del cinema Tatti Sanguineti raccontano il loro punto di vista sul capolavoro di Monicelli.

Nella scheda del film breve clip video della puntata







"Inaugurazione Museo delle cere di Caserta"

Venerdì 27 giugno alle ore 17,00 inaugurazione del Museo delle cere di Caserta, l'ingresso e' riservato alle autorità agli invitati e alla stampa. Il giorno successivo apertura al pubblico dalle ore 9,30 fino alle 19,30.
Tra le varie opere presenti nel Museo naturalmente non poteva mancare il nostro Totò .
Maggiori info su www.museodellecerecaserta.it





"E Totò (forse) trovò casa"

Chissà se sulla targa all'ingresso metterannò tutti i suoi nomi: Antonio Focas Flavio Angelo Ducas Comneno De Curtis Di Bisanzio Gagliardi. O forse semplicemente, il più celrbre soprannome della comicità italiana, due sillabe: Totò.
Fatto sta che la maschera comica più conosciuta di Napoli potrebbe - finalmente - aver trvato casa. È il "Palazzo dello Spagnolo", che da quarant'anni ,attende l'apertura della mostra permanente su Totò. Lì, dove la almeno quindici anni sono state predisposti locali e strutture, con dispendio di svariati milioni d'euro, sorgerà quello che da decenni la figlia del Principe Liliana, auspica: un luogo di ricordo, esaltazione e docuentazione della figura di uno dei protagonisti della scena artistica del Belpaese.
La svolta ieri in Consiglio comunale: in sede di discussione del bilancio di previsione 2008 è stato approvato all'unanimità l'ordine del giorno presentato dal consigliere Marco Mansueto, con cui viene impegnato l'esecutivo a trovare in tempi rapidi i fondi necessari per la realizzazione della "Fondazione Museo Civico Totò", in due appartamenti ubicati nei Vergini, quartiere originario del grande attore partenopeo. «Questo - spiega Mansueto - rappresenta il primo passo per la costituzione della Fondazione che raccoglierà i cimeli che l'Associazione Totò si è già impegnata a rendere disponibili. Ritengo - conclude - che con l'istituzione di una Fondazione, Napoli renda finalmente il giusto riconoscimento alla figura di un artista che ha saputo magistralmente portare nel mondo l'anima dei napoletani e !'immagine vera della città».
Lunga, tortuosa e travagliata la storia del Palazzo dello Spaguolo, attualmente sede della "Casa delle guarattelle". Prima l'avvio dei lavori di riqualifiazione, poi lo stop per alcuni abusi edilizi e ancora, il tira e molla sulle competenze, la politica comunale e regionale che - escluso qualcuno si è clamorosamente disinteressata di Totò - fino allo scorso anno, quando il quarantennale della morte dell'attore ha riportato alla luce la vecchia promessa di Antonio Bassolino prima e di Rosa Russo Iervolino poi.
E ora? L'ipotesi e' quella di una Fondazione la cui presidenza è affidata al sindaco. Occorrerà capire se nelle scelte di Palazzo San Giacomo peserà di più la pseduo-grandeur del Forum delle Culture, o la voglia di ricordare un pezzo della storia di Napoli.
articolo di Ciro Pellegrino tratto da Il Napoli del 13 giugno 2008





"Manifestazione in onore di Totò"
Il premio alla figlia Liliana

SAN MARCO IN LAMIS. Si è svolta Martedì 10 Giugno, nella Nuovissima Sala Teatro “P.Giannone” di S.Marco in lamis la Cerimonia di Conferimento della Onorificenza “Melvin Jones Fellow”a d Antonio De Curtis in arte Totò (alla memoria) ritirata dalla figlia dell’artista Liliana De Curtis.

Alla Cerimonia hanno preso parte oltre ai tanti cittadini che hanno gremito il Teatro,il Presidente del Club Lions di S.Marco in Lamis Pietro Villani ideatore ed organizzatore della serata, Franco Terlizzi e Luigi Galullo,il primo ha recitato alcune bellissime poesie di Totò,il secondo si è esibito in tre formidabili performance dell’artista napoletano. Per la Amministrazione Comunale a fatto gli onori di casa il Vice Sindaco Pinuccio Villani accompagnato dall’Assessore Michele Merla. Ha chiuso la Cerimonia l’intervento del Governatore del Distretto 108/AB “Apulia”Nicola Tricarico.
La Cerimonia si è svolta nel segno della massima solennità ma riservando anche momenti di grande divertimento,e del resto non poteva essere diversamente visto l’artista al quale è stato assegnato questo altissimo riconoscimento. Il Presidente dei Lions di S.Marco Pietro Villani nel suo discorso di apertura ha detto “ Sono veramente felice di poter chiudere questo anno di mia presidenza del Club Lions con questa cerimonia che credo abbia un alto valore sia per l’artista Totò che per la presenza questa sera in mezzo a noi della figlia che ha anche recitato in alcuni film con il grande papà e che insieme hanno regalato tanto a tutti quanti noi.”
Il Vice Sindaco nel suo intervento di Saluto ha detto: “ Sono onorato di poter portare alla Signora Liliana De Curtis il Saluto del Sindaco Michelangelo Lombardi e della intera Amministrazione Comunale nonché della Città di S.Marco in Lamis, a Lei Figlia del grande Totò, che con la sua arte ha saputo regalare e continua a regalarci momenti di serenità ed allegria ,arte questa, raffinata e sempre più rara, che consente a quanti vengono provati dalle difficoltà della vita di superarle anche con un pizzico di ironia così come l’artista Totò fece nella sua vita e insegno attraverso i suoi film ed il suo teatro.”
Il Governatore del Distretto 108/AB Nicola Tricarico si è complimentato con il Presidente del Club Sammarchese per la ottima iniziativa e ha detto alla Signora De Curtis che il nome del grande Totò è stato scritto imperituro fra i grandi della terra premiati con questa grande onorificenza dai Lions.
notizia tratta da www.garganopress.net


TotòPinocchio nell'imitazione di Gigi Galullo





"I primi giovani in semifinale al premio Toto’ "

Bellissima giura e bellissimo pubblico
La serata di domenica 8 giugno, per l’eliminatoria della Campania al Cafe’ Cabaret ha fatto registrare il tutto esaurito.
Merito di Salvatore Iavarone e del suo staff, che stanno portando avanti un discorso culturale di qualita’ da diversi anni sul territorio afragolese. I concorrenti divertentissimi, hanno intrattenuto il pubblico arrivato da tutta la Campania per circa tre ore di sane risate.
Alla conduzione di Teresa Ciardi, si sono intervallati il patron del premio Pio Pinto per congratularsi con Iavarone per l’ottima organizzazione. Lo stesso padrone di casa ha preso la parola per sottolineare le nuove attivita’ culturali che partiranno da settembre. La giuria presieduta dal giornalista Raffaele Aprea, attenta e qualificata si è espressa di volta in volta dopo ogni esibizione, con voto pubblico.
Oltre al presidente di giuria, erano presenti; il direttore di cogito, Antonio Iazzetta, Carlo Caccavale, Domenico Sepe, Roberto Russo, Gianluigi Osteri e Lello Moccia, A sorpresa sono arrivati i vincitori del premio miglior interpretazione della quarta edizione Guadagno e Turco che hanno mandato in delirio il pubblico della sala Toto’.
Sul palco graditi ospiti come la voce coinvolgente del cantautore Giovanni Di Francesco e la simpatia di Francesco Casagrande, che ha chiuso la serata.
Questi gli otto semifinalisti che aspettano la giura artistica nazionale a novembre: I TOBIPOS, GLI ZEROOTTANTUNO, IVAN SCHERILLO, SALVATORE FORTE, MINO ABBACUCCIO, PASQUALE PALMA, ANTONIO D'URSO e ANTONIO FILIPPELLI.
Prossima eliminatoria per i candidati campani a settembre con data da definirsi.

ufficio stampa
Lp.comunication
fax 08119735511
www.premiototo.com







"Eliminatoria Campana Premio Totò"
Chi si aggiudicherà la semifinale nazionale?

Per il quarto anno consecutivo è il "Cafè Cabaret" di Afragola in provincia di Napoli, (sede del Circolo degli universitari), a detenere il mandato per la sede della Campania del "Cabaret festival Premio Toto' alla comicità".
Domenica 8 giugno a partire dalle 20:30 si terra' infatti la prima eliminatoria Campana della quinta edizione del Premio Toto'. Undici i concorrenti in gara che puntano ad arrivare alle semifinali di novembre. Il sistema di votazione, rimasto lo stesso degli anni addietro, affidera' il giudizio, ad una giuria di qualita' affiancata da una giuria del pubblico per scegliere i semifinalisti. Presente alla serata il patron e l'ideatore del festival Pio Pinto, il Presidente del Circolo Salvatore Iavarone ed il cabarettista Francesco Casagrande.
A condurre la serata Teresa Ciardi.
Presenti in giuria Raffaele Aprea, Antonio Iazzetta, Carlo Caccavale, Domenico Sepe, Roberto Russo, Gianluigi Osteri e Lello Moccia.
Appuntamento per l'8 giugno in via Francesco Russo 55 - Afragola, con inizio alle 20: 30.

ufficio stampa
Lp.comunication
fax 08119735511
www.premiototo.com







"Palma ospita domani la figlia del grande Totò"

Palma di Montechiaro - Agrigento
Sarà la principessa Liliana De Curtis ad inaugurare alle ore 18 di domani pomeriggio, 28 maggio, l'auditorium dell'Istituto comprensivo "Cangiamila” di Palma di Montechiaro intitolato al grande attore napoletano Totò.
"Bazzecole, quisquilie, pinzillacchere”, una tra le più famose battute del grande attore, è invece il titolo della manifestazione organizzata dall'Istituto comprensivo "Cangiamila” ed è cofinanziata dal Fondo Sociale Europeo del programma operativo nazionale a titolarità del Ministero dell'Istruzione e dalla Provincia Regionale di Agrigento. L'organizzazione della manifestazione è curata dalla prof. Marilena Vaccaro.
Il programma della manifestazione prevede l'intervento del dirigente della scuola Rossana D'Orsi e del vicario Giuseppe Monachino. Il critico Antonietta Baldacchino svilupperà una relazione su "Totò: l'uomo e l'artista”. Gli alunni della terza A metteranno in scena la famosa poesia "'A livella” alla quale seguirà l'esibizione del gruppo folkloristico coordinato da Peppe Barbaro e Gaetana Bonsignore. Il direttore del piccolo teatro di Catania, Gianno Salvo farà delle letture di opere del grande Totò.
La figlia quindi traccerà un ritratto "Totò mio padre”. Seguirà un concerto per canto e pianoforte sul repertorio partenopeo, poi, "Dedicato a Totò” un collage di film curato da Gianni Tannorella. Interpretazioni musicali a cura di Fiammetta Bellanca (soprano) e Mariola Cacciatore (pianista). Nel quadro delle manifestazioni la scuola ospiterà una mostra dei dipinti realizzati e donati dalla sezione di Palma di Montechiaro della Fidapa.
notizia tratta da www.agrigentonotizie.it





"Premio Toto’: apre la sede a Roma -La tana dell'arte-"

Il premio Toto’ è l’ unico festival italiano nel suo genere, quello della comicita’ autorizzato e riconosciuto dalla famiglia de Curtis. Ideato nel 2004 da Pio Pinto e realizzato da Les Protagonistes è giunto alla sua quinta edizione. Quest’anno oltre alle sedi che si occupano delle selezioni nazionali gia’ istituite negli anni addietro (per la Campania CAFE' CABARET- per il nord MARY STAR - per il Sud GENIUS MANAGEMNT) entra a far parte della grande famiglia del festival la sede romana gestita da Felice Sandro Leo “La tana dell’arte”.
L ’associazione la tana dell’arte è nota nell’ambiente culturale romano per la creatività e l’opportunità che offre al sostegno del teatro e dei nuovi talenti. Felice Sandro Leo, oltre a dirigere l'associazione ha una straordinaria attivita' artistica alle spalle, comincita fin da tenera età non solo come attore, ma soprattutto come autore e regista. Tutti gli artisti del centro Italia, potranno inviare direttamente alla sede di Roma, la propria candidatura per il premio Toto' scrivendo alla mail casting@latanadellarte.it -
Tutte le altre info su www.premiototo.com





"Il "Manlio Rossi-Doria" ricorda la figura di Totò"

Avellino - L'Istituto Alberghiero "Manlio Rossi-Dorla" ospiterà giovedì 22 alle ore 10:30 presso la sede di Valle un Incontro con gli studenti dedicato alla figura di Totò: "Vogliamo offrire ai nostri ragazzi - dice il dirigente scolastico Alessandro Garofalo - una opportunità di approfondimento su una figura non secondaria della nostra storia culturale. Una discussione sulla maschera e i versi di Totò non può che far che bene al mondo della scuola".
Animatori dell'evento saranno Patricia Bianchi e Nicola De Blasi, docenti di storia della linguistica italiana all'Università di Napoli Federico II e curatori del volume ''Totò parole di attore e poeta".
Il testo raccoglie le relazioni e gli interventi presentati 13 maggio 2004 in una seguitissima ed apprezzata giornata di studi, organizzata dal Dipartimento di filologia Moderna, che faceva seguito ad un convegno Internazionale organizzato due anni prima presso l'Università di Barcellona, a riprova dell'interesse non solo italiano per un artista entrato di diritto nell'olimpo del cinema (non solo) comico mondiale: "Tutto è cominciato - ricordano i curatori - con la scommessa di applicare gli strumenti severi dell'analisi testuale, linguistica, letteraria, semiologia e sociologica a un oggetto di complessità e insieme di leggerezza come la comicità di Totò". Insomma, il filo rosso che lega i numerosi saggi si fonda sulle "parole di Totò, in tutte le loro espansioni gestuali e corporee, comunicative e retoriche".
Gli oltre venti saggi seguono percorsi tematici ben definiti. Tra questi: una articolata riflessione sull'inimitabile linguaggio del principe; la sua produzione poetica, rivisitata e depurata da alcune banali e semplicistiche interpretazioni (non manca, naturalmente, un'accurata ed innovativa lettura della "Livella"); Il rapporto che l'attore ebbe con la grande letteratura, contemporanea e non. Insomma, si prevede una discussione davvero Interessante: "Un giusto tributo ricorda il professore Fiorenzo Iannino, che ha curato l'evento insieme al preside - ad un grande genio della recitazione e dell'inventiva linguistica, oltre che fertile e vero poeta"
articolo tratto da www.irpinianews.it





"Siamo uomini o caporali?"
Omaggio ad Antonio de Curtis in arte Totò

A partire dal 13 maggio 10 puntate di Goffredo Fofi in onda su RadioTre alle ore 20,00.
Sul sito della Rai e' possibile ascoltare in streaming tutte le puntate
www.radio.rai.it





"Per il premio Totò alla comicità partono le selezioni "

Partono le selezioni Campane per la quinta edizione del premio Totò alla comicità.
Anche questa edizione vede impegnata per la Campania la sede del Circolo degli universitari di Afragola il “cafe cabaret” diretto dall’instancabile Salvatore Iavarone.
Mercoledi’ 14 maggio a partire dalle ore 10, 30 gli artisti campani che hanno fatto domanda di partecipazione arriveranno alla sede del circolo degli universitari (via Francesco Russo 55 ­ Afragola ) per l’audizione preliminare che consentirà loro di accedere alla prima eliminatoria.
Quest’anno le domande di partecipazione sono molte piu’ numerose, degli altri anni soprattutto quelle del centro Italia ­ ha dichiarato il patron del festival Pio Pinto, - che sarà presente domani alle selezioni.
Si comunica anche che in data 31 maggio 2008 dalle 11 alle 17 la sede Genius management di Rossano sita in via Conca D’ oro terrà presso la propria sede le audizioni per il Sud Italia.
Per info 3477033723
www.premiototo.com





"Arriva Totò, e il Caffè Greco diventa Caffè Chantant"

Il café-chantant o café-concert, in pratica il caffé-concerto, è un fenomeno nato a Parigi circa tre secoli fa. Anticipatore del nostrano varietà, questa formula inedita comprendeva spettacoli di ogni genere – opere teatrali, concerti, balletti – estrapolati dal normale contesto, ossia quello puramente teatrale, ed eseguiti invece in locali diversi dal consueto.
Il café chantant oggi, può essere un’occasione non solo per passare una gradevole serata ma anche per supportare associazioni che abbiano scopi benefici. Ne è un esempio il café-chantant che si terrà al Caffè Greco, il più famoso caffè della città, storico punto di ritrovo di artisti e intellettuali, il prossimo 5 maggio. Si tratta di una serata musicale dal titolo “Totò e il Caffé Chantant”, dove 40 anni di teatro, rivista e avanspettacolo poco noti al grande pubblico sulla vita artistica del principe de Curtis prenderanno forma grazie alle interpretazioni di Massimo Politelli, “uno degli ultimi chansonnier”, come lo definisce lo scrittore e giornalista Renato Ribaud.
La serata è organizzata dalla Copev Lazio, Comitato per la Prevenzione dell’Epatite Virale, e il ricavato, insieme agli altri fondi raccolti nel corso del 2008, finanzieranno la ricerca nel campo delle epatiti dell’Associazione Scientifica CLEO (Club Epatologi Ospedalieri), l’acquisto dello strumento “Fibroscan” per l’U.O.C. di epatologia dell’Ospedale San Camillo di Roma, la rivista COPEVNEWS nella campagna di informazione contro i rischi epatici dell’alcool, delle malattie epatiche e dei trapianti.
Inoltre, gli Specialisti del Fegato delle Associazioni promotrici, in occasione della giornata romana “Dona 5 minuti per la salute del tuo Fegato”, controlleranno gratuitamente lo stato di salute del fegato con un semplice test praticato con un moderno strumento (reflotron), mediante una goccia di sangue prelevata da un polpastrello, il 10 maggio dalle 8 alle 18.00 presso gli Ospedali San Camillo, San Giovanni, San Giacomo, Sant’Eugenio, Policlinico Umberto I° .

Totò e il Caffé Chantant
Lunedì 5 maggio, ore 20.30
Caffè Greco
Via Condotti 86 - Roma
Prezzo biglietto: 70 euro comprensivi di cena
Per informazioni:
- tel. 06 54225053 - 335-6871577
- www.copev.it

articolo di Donatella Perrone
tratto da La voce d'Italia







"Nannarella 100"

Lunedì 21 aprile presso la sala Umberto di Roma, via della Mercede 50 (p.zza San Silvestro), si tiene la manifestazione "Nannarella 100" dedicato alla celebrazione del centenario della nascita di Anna Magnani.
Oltre ai documentari ed allo spettacolo teatrale alle ore 17 proiezione del film Risate di gioia di Mario Monicelli
Maggiori info su www.nannarella100.com





"L'espressione triste che fa ridere"
Totò e Monicelli

La Feltrinelli Librerie
via S. Tommaso D'Aquino, 70/76 - 80133 Napoli NA
Lunedì 14 Aprile 2008 dalle ore 18:00
L’espressione triste che fa ridere. Totò e Monicelli (Graus Editore) scandaglia dettagliatamente i sette film che hanno visto unita l’arte registica di Monicelli e quella recitativa di Totò. Con l’autrice, Adriana Settuario, intervengono Liliana de Curtis e Valerio Caprara.

Il libro ripercorre il tracciato narrativo di questi film, descrivendone e commentandone i passi salienti nonché confrontando le sequenze montate con le sceneggiature originali. Questa lettura filologica dei testifilm fornisce dei dettagli inediti. Oltre alle interviste a registi e sceneggiatori, sono state rispolverate anche vecchie recensioni. Dal libro traspare un ritratto a più dimensioni dell’attore partenopeo e del rapporto con il regista che seppe ravvisare in Totò una vena di follia, definendolo uomo senz’anima.
tratto da la Feltrinelli.it

Goffredo Fofi: "Siamo invasi da libri celebrativi, fotografici con poco contenuto, oggi si punta all’estetica più che ai contenuti. Libri come quello di Adriana Settuario sono importanti perchè inducono alla riflessione. Il testo analizza il rapporto tra Totò e Monicelli. Il regista ha saputo mediare tra maschera e personaggio in modo equilibrato".

Mario Monicelli: "Provo compiacimento e soddisfazione per il rilievo che si dà a questo mio rapporto con Totò. Per l’intelligenza e la cura messe per descrivere questo rapporto che mi gratifica. Ottimo testo, frutto di una ricerca approfondita. Ho apprezzato molto. Nemmeno io mi ricordavo di tante cose fatte con Totò".

Paolo Mereghetti: "Un libro autentico con una sceneggiatura ben architettata. E’ un testo molto affascinante che soffre a essere riassunto in poche parole. La bellezza del saggio è nella quantità di materiale che si trova a ogni pagina. Bella l’intervista a Monicelli. C’è inoltre una lettura acuta e analitica dei film collegati all’ambiente e al periodo degli anni ’50. Piacevole ritrovare pezzi di sceneggiatura e gag; di ogni pellicola c’è un percorso critico".







L'expression triste qui fait rire. Toto' et Monicelli

Présentation à La Libreria
89, rue Fbg Poissonnière
75009 Paris
Vendredi 21 mars à 19h00

L'espressione triste che fa ridere. Toto' e Monicelli
(L'expression triste qui fait rire. Toto' et Monicelli)
GrausEditore e Centro sperimentale di cinematografia

présenté par l'auteur Adriana Settuario en présence du réalisateur Mario Monicelli Un livre qui ne peut pas manquer dans la bibliothèque des cinéphiles qui aiment le grand Toto' et l'art du doyen des réalisateurs italiens, Mario Monicelli.

Une initiation à la vraie Italie, à la comprehénsion de ce qu'elle a été dans l'après-guerre, à travers le regard tendre et cruel que la meilleure tradition du cinéma comique néoréaliste nous en a livré.

L'une des plus belles rencontres artistiques dans l'histoire du cinéma italien, entre l'ironie décapante de Mario Monicelli et la transgression hilarante de Toto'. Les sept films, qui constituent l'un des moments culminants de l'insolente satire sociale de «la comédie à l'italienne », sont analysés dans le détail, du tracé de la narration aux moments culminants, avec une comparaison entre les séquences tournées et le scénario original.

Adriana Settuario est journaliste. Elle a collaboré avec le magazine Cinemasettanta et actuellement publie ses articles sur Il Messaggero.

Surnommé «le prince du rire», Toto' (nom d'artiste d'Antonio de Curtis) a été l'un des plus grands acteurs dans l'histoire du théâtre et du cinéma italien, interprète de 97 films en 30 ans, du 1937 au 1967, qui connurent un succès inégalé, avec 270 millions de spectateurs. Son goût du non-sens, son phrasé unique, véritable délire linguistique, l'interaction de la parole et de son corps, gesticulant comme une marionette, en faisaient un comique insolent et irresistible. Son premier film avec Mario Monicelli et Steno, Totò cherche un appartement (1949) marqua la première expression du néoréalisme comique.

Formidable carrière de cinéaste celle de Mario Monicelli, peut être la plus longue de l'histoire du cinéma, avec plus de 65 films en soixante ans en tant que réalisateur. Dès son premier film, Mario Monicelli a fait preuve d'un humour caustique et dévastateur, d'un sens de l'observation aigu de la réalité, d'une acidité critique s'attaquant tant aux mythes de l'histoire qu'à la bonne conscience bourgoise.

Mario Monicelli est auteur de comédies picaresques (Brancaleone, 1966 et 1970), de brillantes satires sociales et politiques, de tragédies grotesques (Un bourgeois tout petit petit , 1977). Le génial mélange de talents comiques de grands acteurs comme Alberto Sordi, Marcello Mastroianni, Vittorio Gassman dans des films tels que Le Pigeon, Les Camarades et Les nouveaux monstres (dont il a signé l'un des episodes les plus grinçants) lui ont valu un grand succès international et fait signer des grandes pages de l'histoire de la « comédie à l'italienne ».







"A Parigi omaggio a Mario Monicelli"

L' Istituto Italiano di Cultura di Parigi organizza in collaborazione con la Cinémathèque Française una retrospettiva dedicata al grande regista italiano. L'iniziativa durerà circa due mesi a partire dal 19 marzo e fino al 19 maggio.
Segnaliamo inoltre il 16 marzo al Salon du livre di Parigi la presentazione del libro
" L'espressione triste cha fa ridere - Totò e Monicelli" di Adriana Settuario
Tra i numerosi i film in programmazione non potevano mancare quelli interpretati da Totò.
Questo l'elenco dei film con Antonio de Curtis :

TOTO CHERCHE UN APPARTEMENT - (Totò cerca casa)
Domenica 23 Marzo 2008 - 19h00 - SALLE HENRI LANGLOIS -
Mercoledì 23 Aprile 2008 - 21h45 - SALLE GEORGES FRANJU -

TOTO E CAROLINA -
Sabato 22 Marzo 2008 - 21h00 - SALLE HENRI LANGLOIS -
Domenica 4 Maggio 2008 - 19h30 - SALLE GEORGES FRANJU -

TOTO E I RE DI ROMA -
Domenica 23 Marzo 2008 - 21h00 - SALLE HENRI LANGLOIS -
Giovedì 24 Aprile 2008 - 20h30 - SALLE GEORGES FRANJU -

TOTO E LE DONNE -
Sabato 22 Marzo 2008 - 17h00 - SALLE HENRI LANGLOIS -
Lunedì 28 Aprile 2008 - 20h30 - SALLE GEORGES FRANJU -

LE PIGEON - (I soliti ignoti)
Giovedì 20 Marzo 2008 - 20h30 - SALLE HENRI LANGLOIS -
Domenica 6 Aprile 2008 - 15h00 - SALLE GEORGES FRANJU -

GENDARMES ET VOLEURS - (Guardie e ladri)
Venerdì 21 Marzo 2008 - 21h30 - SALLE HENRI LANGLOIS -
Domenica 18 Maggio 2008 - 15h00 - SALLE GEORGES FRANJU -

LARMES DE JOIE - (Risate di gioia)
Sabato 29 Marzo 2008 - 17h00 - SALLE HENRI LANGLOIS -
Mercoledì 30 Aprile 2008 - 21h30 - SALLE GEORGES FRANJU -

CAPRICE A L'ITALIENNE - (Capriccio all'italiana)
Mercoledì 2 Aprile 2008 - 19h00 - SALLE HENRI LANGLOIS -
Mercoledì 23 Aprile 2008 - 19h30 - SALLE GEORGES FRANJU -

Maggiori informazioni a Istituto Italiano di Cultura di Parigi







"Premio Totò parte la quinta edizione"

Parte ufficialmente la quinta edizione del premio Totò.
Ad annunciarlo è il patron del festival Pio Pinto.

Il concorso unico per il suo genere, è autorizzato e riconosciuto dalla famiglia de Curtis. Nato nel 2004 si occupa di dare spazio ai giovani emergenti nel campo della comicità nel nome del grande Totò.

La scorsa edizione ha visto la partecipazione di circa 800 candidati provenienti da tutta Italia. Una magnifica serata finale nazionale svoltasi il 18 gennaio c.a (ndr), al teatro di Costanzo Mattiello di Pompei, ha concluso la IV edizione. In quell’occasione Liliana de Curtis ha consegnato i premi speciali (vedi comunicato stampa www.premiototo.com ) a Marisa Laurito, Andrea Roncato e Lisa Fusco nonché il premio alla memoria di Nino Taranto consegnato al nipote Corrado Taranto. Intanto dalla presidenza del premio si attende di sapere se Pompei rimarrà ancora la sede ufficiale della finale nazionale. C’è aria di cambiamenti positivi atti a far crescere il premio.

Si sa che nell’ultimo periodo il patron del festival ha avuto colloqui con la Famiglia de Curtis proprio su questo tema.

Nel frattempo è stata confermata la squadra che si occuperà della V edizione. La direzione nazionale e la realizzazione resta a “Les protagonistes”, come l’ufficio comunicazione rimane “LP”. Confermate anche le sedi settoriali che seguono il premio: Cafè cabaret di Afragola (Na), la Genius Management di Rossano Calabro e la Mary star di Pistoia. L’organizzazione si sta anche adoperando per la ricerca di nuove sedi settoriali a cui affidare mandato di zona.

I comici, cabarettisti, imitatori e barzellettieri che vogliono far arrivare la propria candidatura al premio, possono compilare il modulo che trovano all’interno del sito www.premiototo.com entrando nella sezione “Il premio”. Oppure scrivere a Premio Totò presso A.M.I: Via S. Abbondio 31 - 80045 Pompei. Termine ultimo 30 giugno 2008

ufficio stampa
Lp.comunication
fax 08119735511
www.lesprotagonistes.com
www.premiototo.com







"Il Premio Totò in onda su Canale 9"

E’ stato annunciato oggi (18 marzo per chi legge), ndr dalla direzione di Canale 9, la messa in onda della finale nazionale della IV edizione del Premio Totò.
L’emittente campana diretta da Vincenzo Coppola, regista e autore tra l’altro della fortunata “Telegaribaldi”, è stato l’unico media partner televisivo del Premio; che potrà essere visto sabato 22 marzo a partire dalle ore 22:45.
Il Premio ideato da Pio Pinto è l’unico in Italia ad essere autorizzato dalla famiglia de Curtis e si occupa di far nascere nuovi talenti nel campo della comicità.
La finale nazionale della quarta edizione, è stata condotta da Teresa Ciardi e Gianni Simioli, affiancati da due simpatici esordienti: Ivana Fusco e Francesco Cicchella (ndr) il tutto per la regia televisiva di Massimiliano Fieno. Sul palcoscenico del teatro Di Costanzo Mattiello di Pompei si sono avvicendati oltre che a Liliana de Curtis, in veste come sempre di Presidente di Giuria; gli otto finalisti nazionali.
Consegnati i premi speciali che in questa edizione sono stati assegnati a: Marisa Laurito, Andrea Roncato e Lisa Fusco. A Corrado Taranto invece è stato consegnato il Premio Speciale Totò alla memoria di Nino Taranto. Anche la moda ha avuto la sua parte, con le creazioni di Fly Pell che ha sfilato le proprie collezioni. Soddisfazione è stata espressa dal Presidente nonché ideatore de Premio Pio Pinto all’annuncio della messa in onda.
Il Patron ha inoltre ringraziato tutti i media partner che hanno sostenuto il premio, come il mensile Dream Magazine diretto da Virginia Maresca.







"Montanari con Totò e Keaton"

PESARO - Settimo incontro nell’ambito della rassegna “Fra teatro e cinema: storie, esperienze, personaggi” curata da Paolo Montanari. Sabato 15 marzo alle 18, nella Sala del consiglio comunale Gianfranco Boiani, regista e docente all’Università di Macerata, dialogherà insieme a Montanari sul tema “Teatro e cinema: l’assurdo e la maschera”. L’incontro sarà coordinato dall’attore Jader Baiocchi. Saranno presentati due grandi attori del cinema comico: Buster Keaton e Totò.

Di Keaton verranno proiettate alcune scene tratte da “Film”, pellicola diretta da Beckett, il grande drammaturgo del teatro dell’assurdo. E proprio di assurdità nel teatro e nel cinema si parlerà nella seconda parte della serata che si concluderà con una piacevole riflessione su Totò, “il più grande attore italiano, – sottolinea Montanari – la vera maschera con la doppia personalità”.

Sullo schermo sequenze tratte da varie pellicole del comico napoletano, mentre le conclusioni saranno affidate all’attrice Rita Giancola, che interpreterà la nota poesia, anch’essa partenopea, “A’ livella”

Nell’incontro si parlerà di rapporto fra teatro e cinema e chiedendosi se gli attori provenienti dall’esperienza teatrale siano più preparati ad affrontare la macchina da presa.







"Totò nel museo delle cere"

Domenica 9 marzo ore 11,00 presso il salone E.P.T nelle Reggia di Caserta, conferenza stampa per la presentazione del museo delle cere "Le muse"

Nell'antico edificio del S.Agostino, a Caserta, nasce un moderno museo, attraente nella sua semplicità. Non una raccolta di oggetti antichi, dipinti, sculture, arredi, ma una serie di statue in cera di personaggi che hanno segnato la storia del nostro territorio. Immagini plasmate da illustri scultori (Otello Scatolini di Roma e Giuseppe Ciolli di Napoli) e tradotte in cera dai più importanti laboratori italiani (Romolo Felice di Roma e Ciro Nocerino di Napoli), ed infine ultimate da Vittorio Sodano make-up di “Apocalypto” di Mel Gibson.
Il Museo si articola in tre sezioni.
La prima, più ampia, è dedicata alla dinastia Borbone, da Carlo a Francesco II, con le rispettive consorti, senza trascurare i due personaggi che hanno dato lustro alla monarchia borbonica: Luigi Vanvitelli e Bernardo Tanucci.
La seconda richiama il mito e l'antica origine della nostra civiltà, dalla Sibilla cumana all'eruzione del Vesuvio.
La terza proietta il visitatore nell'età moderna, presentando alcuni degli artefici e protagonisti della cultura napoletana, dalla letteratura all'arte, allo spettacolo. Troviamo, così, S.Di Giacomo, R.Viviani, E.De Filippo, Totò , V.De Sica, M.Troisi.
Naturalmente i vari personaggi sono presentati in quadri scenograficamente armonizzati, con abiti appositamente confezionati dalla più antica sartoria specializzata in costumi d'epoca di Vincenzo Canzanella in Napoli, con stoffe pregiate, tra cui le sete di S.Leucio.
Il Museo nasce da un'idea di Salvatore Marino, realizzata dalla società Le Muse di Capodrise: un'idea animata dal bisogno di presentare in forma nuova, accattivante e, soprattutto, pedagogicamente valida, i momenti, le figure, i protagonisti della nostra storia antica e recente. La validità del progetto è stata confermata dall'approvazione e dal sostegno del Ministero per le Attività produttive e lo Sviluppo Economico, nonché dalla Città di Caserta e da diverse altre Istituzioni che hanno concesso il proprio patrocinio morale.
Alla realizzazione hanno collaborato, con Salvatore Marino, Giuseppe de Nitto, per le schede storiche sui Borboni; Clemente Sagnelli, per le sezioni del mito e della cultura moderna; Angela Gionti per la validità pedagogica dell’iniziativa; Marisa D'Anna per la scenografia ed i costumi; Maurizio Cimmino per la grafica; all’organizzazione Emanuele D’Anna; alla segreteria Pasqualina Di Caprio; oltre ad un gruppo di tecnici per la realizzazione della struttura (Antonia Giovenale: consulenza tecnica; Vincenzo Giannini: illuminazione).

Museo delle cere Caserta "Le Muse"







"Versi e canzoni di Totò al teatro San Babila"

Al teatro San Babila (Milano) domenica 2 marzo ore 19,30 "Cucine innamorate" un viaggio attraverso i versi e le canzoni del più grande comico italiano Totò
Parole e canzoni assimilate da :
Gennaro D'Avanzo , Liliana Feldmann , Stefania Colangelo , Mimma Esposito
Con l'intervento dello scrittore Edmondo Capecelatro

maggiori info sul sito www.teatrosanbabila.it







"Cento film da salvare"

Una commissione di esperti, rispondendo all'appello lanciato nel 2006 dalle Giornate degli Autori di Venezia ha selezionato i cento migliori film che vanno dal 1942 al 1978.
Nella lunga lista ecco quelli interpretati da Totò:
Totò a colori
Arrangiatevi
Guardie e ladri
I soliti ignoti
L'oro di Napoli
Uccellacci e uccellini







"'Au revoir Totò': Il Gesualdo pronto per l'omaggio al grande artista" "

Avellino - Martedì e mercoledì 'Au Revoir Totò' al Gesualdo. Omaggio d’autore al Massimo per la rassegna 'I Comici' e per il primo strepitoso appuntamento con Scuole a Teatro. Un concerto spettacolo di rara bellezza con tutta la carica emozionale del Coro di Voci Bianche del Gesualdo e la prestazione di tanti altri talentuosi artisti. Inoltre ritmi e musiche dell'area vesuviana con Marcello Colasurdo e Bruno Leone. Domani poi l'ospite d'eccezione: al Gesualdo anche la grande Liliana De Curtis in platea per l’omaggio d’autore al principe dei comici. Questo in sintesi il programma della due giorni dedicata al grande artista.
"Au Revoir Totò" proporrà un concerto-spettacolo, dedicato a Antonio De Curtis, di Giacomo Vitale e Anna Rita Merito, per la rassegna “I Comici”. La mattina del 27 alle ore 10,00 lo spettacolo sarà rappresentato per le Scuole nella Rassegna Scuole a Teatro, primo appuntamento. "Presi d’assalto - informa il direttore artistico Dario Bavaro - i botteghini dalle scuole per assicurarsi il proprio posto in platea per assistere alla nuova sensazionale produzione dell’Istituzione teatrale Carlo Gesualdo". In scena per l’occasione il più celebre e grande Pulcinella in attività. Sarà infatti Bruno Leone ad interpretare sulle tavole del Comunale l’intramontabile antieroe farsesco e comico partenopeo. Ma non solo. Ritmi e musiche dell’area vesuviana con voce e tamburi del celebre Marcello Colasurdo. In scena ad accompagnare la cantata scenica in due atti i talentuosi bambini del Coro di Voci Bianche del Teatro Carlo Gesualdo. "Lo spettacolo-concerto Au revoir Toto – dichiara il presidente del Cda del teatro Gesualdo, Maria Grazia Cataldi - per il valore culturale dell’iniziativa, dando al termine cultura il suo significato più ampio ed attuale, nella stagione in corso figura sia nel cartellone della Rassegna Comici, sia nel progetto per le Scuole a Teatro. Adulti e bambini, compresi nella fascia d’età fra i 6 e i 13 anni, potranno così vivere insieme a noi il piacere di conoscere, attraverso la musica e la poesia e rivedendo qualche scena di alcuni dei suoi film più belli, un volto inedito di un attore straordinario, nel quale, forse, solo Pasolini riuscì a cogliere i tratti di un’umanità libera e innocente". E in scena poi tutta la strepitosa carica artistica ed emozionale del coro di Voci Bianche del Teatro “Carlo Gesualdo”, diretto da Cinzia Camillo, che faranno rivivere sul palcoscenico il ricordo di Totò attraverso le sue poesie e le sue canzoni, mentre la presenza di un tenero Pulcinella sta a sottolineare i tratti comuni, a volte ironici, a volte dolenti, scanzonati e riflessivi ad un tempo, che sono poi l’essenza del popolo napoletano, di cui entrambi rappresentano per tutti un simbolo. "Un messaggio di speranza sul finale – conclude la Cataldi - quando, sulle immagini di Totò e Ninetto Davoli che, nel film “Uccellacci uccellini” di Pasolini, dalla discarica di rifiuti in cui si sono ritrovati, guardando in alto scoprono il cielo e le nuvole, il coro dei bambini eleva un canto dolce e sommesso, sul quale gli adulti intonano una preghiera per la rinascita della città che Antonio De Curtis ebbe sempre nel cuore".
articolo tratto da www.irpinianews.it







"Totò e Carolina in dvd "

E' finalmente in vendita la versione integrale del film.
Nel dvd si legge :
" La versione del film Totò e Carolina contenuta nella presente copia corrisponde al montato originale di Mario Monicelli prima di esere censurato.E' stata ricostruita da Aurelio De Laurentiis in collaborazione con la Cineteca Nazionale e CIneteca di Bologna"

E' uno dei film più censurati della storia del cinema italiano , nella versione che venne poi distribuita pare che fossero avvenuti 31 tagli e 23 battute modificate . Girato tra l'ottobre del '53 e il gennaio del '54 una volta montato venne presentato alla commissione di censura , pare che proprio il ministro degli Interni , Mario Scelba , si sentì scosso da tale pellicola . La commissione censoria ravvisa nel film oltraggio al pudore , alla morale , alla religione , alle forze armate e chiede decine di tagli . Non era ammissibile che un poliziotto decidesse di avanzare di grado solo per poter avere più soldi alla fine del mese , o che viva in una casupola ; non era concepibile che i comunisti fossero dei bonaccioni e i preti troppo concilianti ; che i primi cantino bandiera Rossa e aiutino il poliziotto a spingere la camionetta in avaria ; non era ammissibile che un poliziotto giocasse al lotto : queste solo alcune delle "inammissibilita " decretate dalla commissione censoria che chiedeva altrettanti tagli . Tra le scene tagliate ,all'inizio del film , in occasione della retata a Villa Borghese si vedeva un agente che apriva la portiera di un auto ma scusandosi con l'occupante diceva : " Scusate Eccellenza " ; altra scena censurata quella in cui Caccavallo incarica un vecchio di sorvegliare Carolina mentre lui e gli altri spingono la camionetta , il vecchio chiede alla ragazza cosa abbia fatto e alla risposta di lei "Ho menato al padrone" la lascia andare al grido "Viva la liberta'. Abbasso i padroni, sempre! " nella versione censurata la frase diventa " Viva l'amore " . Alla fine il film esce mutilato nelle sale e solo nell'aprile del 1955 , quasi un anno dopo .Degli iniziali 2595 metri di pellicola il film dopo i tagli si riduce a 2386 metri.
Ecco quanto si legge dopo i titoli di testa all'inizio del film:
"Il personaggio interpretato da Totò in questo film appartiene al mondo della pura fantasia. Il fatto stesso che la vicenda e' vissuta da Totò trasporta tutto in un mondo e sun un piano particolare. Gli eventi riflessi nella realtà non hanno riferimenti precisi, e sono sempre riscattati da quel clima dell'irreale che non intacca minimamente la riconoscenza ed il ripsetto che ogni cittadino deve alle forze della polizia"
Nel 1999 grazie ad alcuni ritrovamenti in varie cineteche il film e' stato riproposto in una nuova versione restaurata e in parte reintegrata nelle parti mancanti. Da rilevare che questo e' uno dei pochissimi film in cui Totò recita senza spalla .

"Totò e Carolina" su Novelle film del 19 marzo 1955







" Al Teatro Totò la mostra "Il Baule di Totò" e lo spettacolo "Totò, 110 e lode" "

Al Teatro Totò di Napoli dal 29 gennaio al 17 febbraio esposizione del " Baule di Totò ".
E' possible visitare la mostra tutti i giorni dalle ore 10,00 fino alle 13,00, l'ingresso e' di 5 euro ed e' gratuito per gli abbonati al teatro.

"Totò, 110 e lode" dal 31 gennaio al 17 febbraio, commedia musicale con Angela Luce, Vito Cesaro e Antonino Mele.

maggiori info su Teatro Totò







"I 3×3 sbancano al Premio Totò
Per Giulio Carfora è la seconda vittoria "

Il gruppo porta a casa tre premi.
Miglior interpretazione Guadagno&Turco, miglior testo Gallo, Romano e Barbarossa.
Tanti applausi per la Laurito e la subrettina.
Andrea Roncato commuove il pubblico con una poesia sull'aborto

[Il trio miglior testo Gallo Romano e Barbarossa] [Maurisa Laurito sul palco]
[Liliana de CUrtis e Maurisa Laurito] [Andrea Roncato con il patron Pio Pinto]
[Gianni Simioli, la subrettina Lisa Fusco e Teresa Ciardi] [Guadagno e Turco con Liliana de Curtis]
[La premiazione di Maurisa Laurito] [I vincitori del Premio Totò] [La conduttrice Teresa Ciardi]
[Momenti di moda] [Guadagno e Turco durante l'esibizione] [Momenti di moda] [Mena Di Maso momenti di danza]
[Momenti di moda] [I 3X3 vincitori del premio Totò]
[Mena Di Maso momenti di danza] [Momenti di moda] [Mena Di Maso momenti di danza]
[Francesco Chicchella] [Il cantante Gino Accardo]
Le foto sono della Ideal Film di Lello Orefice

POMPEI – Hanno conquistato sia la giuria di qualità sia la giuria popolare, portandosi a casa il premio del pubblico e il riconoscimento più impotante, il premio Totò. Anche i giornalisti li hanno apprezzati, riconoscendo loro all'unanimità il premio della critica. Sono i 3×3, gruppo composto da Ugo Crispino, Gennaro De Rosa e Giulio Carfora, che aveva già vinto un premio Totò (seconda edizione). Il premio per la migliore interpretazione è andato al duo Guadagno & Turco, (Napoli) quello per il miglior testo al trio tutto al femminile Gallo, Romano e Barbarossa.(Roma, Alessandria, Caserta)
Eccellente performance di Teresa Ciardi, accompagnata da Gianni Simioli e Ivana Fusco, nonché da un Francesco Cicchella (premio Totò 2007) contemporaneamente presentatore, cantante e imitatore. Il tradizionale evento comico, nato 4 anni fa, da un’idea di Pio Pinto e riconosciuto dai discendenti del compianto principe della risata, è stato promosso dall’Associazione Moda Italia e realizzato da Les protagonistes con i patrocini di Regione Campania, Provincia di Napoli, Azienda autonoma di cura, soggiorno e turismo di Pompei, Associazione italiana professionisti dello spettacolo e Civitafilm di Civitavecchia.
Gli ospiti d'eccezione Marisa Laurito, Andrea Roncato e Lisa Fusco – rispettivamente premio speciale Totò alla carriera, premio speciale Totò e premio speciale Totò alla comicità – non si sono fatti attendere, concedendo momenti di spettacolo fuori programma. Roncato in particolare ha commosso il pubblico con una sua poesia, inedita, in cui racconta del suo pentimento per aver fatto abortire una donna, del suo desiderio irrealizzabile di vedere crescere quel bambino a cui ammette di aver negato la vita.
Altri protagonisti della serata Gino Accardo, Chiara Lisi, il corpo di ballo della Katymen dance ma soprattutto Liliana de Curtis, come sempre presidente della giuria di qualità, composta quest'anno, tra gli altri, da Corrado Taranto, che ha ritirato un premio alla memoria di Nino e dai registi Gennaro Capasso e Piero Pacchiarotti. Ha portato il saluto della provincia di Napoli il consigliere Giuseppe Tortora, sin dalla prima edizione, non ha mai fatto mancare la sua presenza.







"Serata finale 4° edizione del Cabaret Festival
premio Totò alla comicità"

La quarta edizione si chiude con Marisa Laurito e Lisa Fusco. Molte donne tra i concorrenti
Premio Totò: la comicità è femmina
Il gentil sesso protagonista alla finale 2008. Ma arriveranno anche Corrado Taranto e Andrea Roncato

POMPEI – Anche quest’anno ci siamo. Venerdì 18 gennaio si terrà la serata conclusiva della quarta edizione del Cabaret festival - premio Totò alla comicità, ideato da Pio Pinto, con otto finalisti che si sfideranno a colpi di gags alla presenza di Liliana de Curtis. L’ormai tradizionale evento, nato da un’idea di Pio Pinto e autorizzato dai discendenti dell’indimenticabile attore partenopeo, è promosso dall’Associazione Moda Italia e realizzato da Les protagonistes con i patrocini di Regione Campania, Provincia di Napoli, Azienda autonoma di cura, soggiorno e turismo di Pompei, Associazione italiana professionisti dello spettacolo e Civitafilm di Civitavecchia.
Molte donne quest’anno. I finalisti – che arrivano da Abruzzo, Calabria, Lazio, Piemonte, Sicilia e naturalmente Campania – sono Giovanna Trisciuzzi, i 3×3, i Succhi gastrici, le C’ho una vita da vivere, Francesco Garenna, Guadagno & Turco, Fazz & Vezz e il trio Gallo, Romano e Barbarossa. Premio speciale Totò alla carriera a Marisa Laurito, premio speciale Totò ad Andrea Roncato e premio speciale Totò alla comicità a Lisa Fusco, la subrettina, reduce dall’Isola dei famosi. Previsto inoltre un premio speciale Totò alla memoria di Nino Taranto, che sarà ritirato da suo nipote Corrado.
Presidente della giuria di qualità come sempre Liliana de Curtis, che sarà affiancata nel delicato compito da Corrado Taranto e da Vicenzo Coppola, direttore di Canale 9, Virginia Maresca, direttore di Dream magazine, i registi Gennaro Capasso e Piero Pacchiarotti, il notaio Salvatore de Martino e Raffaele Dercenno, assessore alle attività produttive del Comune di Agerola.
La selezione dei giovani emergenti che parteciperanno alla gara finale è frutto di un duro lavoro iniziato ormai un anno fa, già all’indomani della conclusione dell’edizione precedente. Lavoro svolto egregiamente anche stavolta dalla Mary Star genius management di Montecatini Terme, guidata da Maria Angela Arcangeli, e dal Cafè cabaret del Circolo degli universitari di Afragola, presieduto da Salvatore Iavarone.
La conduzione è affidata come sempre a Teresa Ciardi, che dopo lo straordinario successo dello scorso anno sarà nuovamente affiancata da Gianni Simioli, ma anche dalla bellissima modella Ivana Fusco e da Francesco Cicchella, vincitore della terza edizione.
Parteciperanno il maestro Gino Accardo, il corpo di ballo della Katymen dance, capitanato da Mena di Maso e Michele Orefice, e Chiara Lisi, vincitrice del festival “50 anni e dintorni”. La serata sarà intervallata da tre momenti moda. La direzione della fotografia è di Lello Orefice, la regia di Pio Pinto, la regia televisiva di Massimiliano Fieno.
Tra gli ospiti istituzionali Giuseppe Tortora, presidente della quarta commissione consiliare della Provincia di Napoli.
La serata sarà trasmessa, oltre che da Canale 9, da Radio CRC.

Dove e quando
Pompei, teatro Di Costanzo - Mattiello
Venerdì 18 gennaio 2007, ore 20

Per prenotazione biglietti tel. 3477033723

UFFICIO STAMPA
LP comunication
Comunicato a cura di Amedeo Francesco Mosca
Per ulteriori informazioni e accrediti tel. 3472210103, e-mail lp@email.it

www.premiototo.com
www.lesprotagonistes.com







"Presentazione cofanetto e proiezioni film di Totò"

Mercoledì 16 gennaio in occasione della presentazione del cofanetto distribuito da Minerva Rarovideo contenente tre film di Totò (Totò e Cleopatra , Totò contro Maciste , Totò contro il pirata Nero ) verranno proiettati "La mandragola" e un film a sorpresa scelto tra uno presenti nel cofanetto.
Il Cofanetto Totò sarà presentato da Foffredo Fofi e Tatti Sanguinetti.

Cinema Trevi Cineteca Nazionale
vicolo del Puttarello n. 25 - Roma
ore 17,30 proiezione " La mandragola "
ore 19,00 proiezione a sorpresa
ore 21,00 presentazione cofanetto con Foffredo Fofi e Tatti Sanguinetti







"Liliana de Curtis al Festival del Cortometraggio a Cosenza"

La figlia di Toto', Liliana de Curtis, sara' ospite d'onore al 'Festival internazionale del cortometraggio'. Si concludera', il 5 gennaio prossimo a Castiglione Cosentino, proprio con la consegna dei premi speciali 'Toto''. Oltre a questo riconoscimento, saranno consegnati anche i premi speciali 'Massimo Troisi' e 'Bruno Bozzetto'. Liliana De Curtis partecipera' anche ad una Messa in suffragio del padre che sara' celebrata nel pomeriggio del 5 gennaio nella Chiesa di San Pietro a Mendicino (CS)





"Totò a San Gregorio Armeno"

Ecco come gli artigiani presepiali di San Gregorio Armeno a Napoli vedono Totò

foto di Domenico de Fabio





Tutte le news del 2017
Tutte le news del 2016
Tutte le news del 2015
Tutte le news del 2014
Tutte le news del 2013
Tutte le news del 2012
Tutte le news del 2011
Tutte le news del 2010
Tutte le news del 2009
Tutte le news del 2008
Tutte le news del 2007
Tutte le news del 2006
Tutte le news del 2005
Tutte le news del 2004
Tutte le news del 2003
Tutte le news del 2002
Tutte le news del 2001
Tutte le news del 2000
Tutte le news del 1999
Tutte le news del 1998

Vota il film di Totò

Home  Biografia  Teatro  Cinema  Televisione  Poesie  Canzoni 
Frasi celebri  Fumetti  Fotografie  Totomania  Il baule  Home video 
Totò in TV  News  Ricordi  Interviste  Quiz  Libri  Caricature  Giornali 

www.antoniodecurtis.com